Ashai Lombardo Arop…sul filo della danza, una e mille

Nello spettacolo “Senza Radici” a cura di Ashai Lombardo Arop (Roma, Teatro Olimpico), la performer  italo sudanese  racconta la sua storia di “meticcia”, straniera nella sua patria, alla ricerca  della propria identità colorata e variegata sul filo della danza: dall’Africa all’Italia passando per il ritmo afro, tamurriata e pizzica, e  le movenze arabo  andaluse…Con la collaborazione e  la vivacità del  gruppo  Termini Underground

di Ester Ippolito

 

Valentina Manduchi, il bello e il sacro della danza Indiana

Ballerina di danze indiane, art director del  gruppo Apsaras Dance Bollywood, Valentina racconta  come la danza sia per lei “la vita” e come si sia avvicinata, travolta da un colpo di fulmine,  al caleidoscopico mondo indiano. Dalla danza  indiana classica a Bollywood…


di Ester Ippolito

Cinzia Di Cioccio e la Tribal Bellydance: danza senza confini

Un viaggio  continuo nella danza  e nella sperimentazione fino all'incontro con la Tribal Bellydance: non solo uno stile  di ballo  ma anche una filosofia di vita  peer la danzatrice milanese. "Ho imparato a non essere competitiva, a cercare una forma di comunione anche con persone  molto diverse da me..."

di Ester Ippolito

Alberto Testa racconta la sua esperienza come coreografo de ‘Il Gattopardo’

Alberto Testa, grande figura della danza italiana che vanta una lunga e varia carriera artistica, ricorda come fosse ieri il suo incontro con il cinema, e in particolare quello con il regista Visconti:  le ‘lezioni’ di ballo impartite ad attori e comparse del mitico film Il Gattopardo, la bravura di Burt Lancaster nel valzer, le brevi apparizioni di Claudia Cardinale,  gli scherzi e i giochi di Alain Delon

di  Livia Rocco

crediti