Filarmonica romana, la stagione del bicentenario. Musica, danza, convegni e incontri

L’Accademia Filarmonica Romana festeggia il Bicentenario dalla sua fondazione con iniziative speciali promosse dal Consiglio d’Amministrazione e realizzate grazie anche al contributo straordinario del MIC. Il tutto concorre a dar vita ad una stagione speciale comprendente la musica e la danza, ma anche incontri, convegni, documentari e pubblicazioni.

EUR Culture per Roma vara RIEMERGERE. Eventi da settembre 2021 a giugno 2022

Al via la prima  edizione di RIEMERGERE, uno straordinario programma di eventi ideato da EUR Culture per Roma e realizzato da EUR S.p.A. con la direzione artistica di Oscar Pizzo, che da  settembre 2021 al 29 giugno 2022 trasformerà l’iconica Nuvola di Massimiliano Fuksas, il Palazzo dei Congressi e l’intero complesso urbanistico in una nuova centralità della cultura capitolina e non solo. L'EUR diventa soggetto di cultura  tra musica di vario genere, dal jazz alla taranta, artisti, letture, cinema, fotografia, .... oltre 100 eventi artistico-culturali culturali rivolti a tutte le fasce d’età che coinvolgeranno più di 600 tra artisti ed esponenti della cultura per quasi 10 mesi di programmazione.

Al via Short Theatre 2021, arti creative e performing . Dal 3 al 13 settembre

La forma operistica che incontra l’epica africana, la poesia Romantica a confronto con la militanza ambientalista, la decostruzione dell’immaginario maschilista del rap, le danze di resistenza e autodeterminazione, le cartografie corporee, gli spazi hackerati e le disseminazioni urbane. Giunta alla XVI edizione, torna a Roma dal 3 al 13 settembre Short Theatre, il festival internazionale dedicato alla creazione contemporanea e alle performing arts, disseminato in spazi diversi della città: WEGIL e La Pelanda – Mattatoio di Roma, il Teatro Argentina, il Teatro India, il Teatro del Lido di Ostia e altri spazi urbani. Titolo di questa edizione  The Voice This Time.

Oriente Occidente 2021, Rovereto...Orizzonti Nomadi, sul filo del viaggio.3-12 settembre

Viaggiare è una necessità comune a tutti gli esseri umani, è la ricerca di un orizzonte, un “altrove” possibile. Oggi, dopo lunghi mesi di isolamento e di privazione degli spostamenti, il viaggio assume un significato ancor più necessario. Non si tratta di abbandonare il mondo nel quale ci siamo sentiti imprigionati ma semplicemente di andare “al di là” della propria circoscritta umanità che la pandemia ha reso più stringente. Isolati, abbiamo avvertito più forte la necessità dell’incontro con l’altro, di conoscere nuovi orizzonti.  Da qui l’idea per l'edizione 2021 di Oriente Occidente,  Festival di danza contemporanea, 3 -12 settembre, direttore atistico Lanfranco Cis, di un programma contaminato da artisti che, nomadi per natura, rifiutano di radicarsi in un’identità fissa.

P.IVA 11198081009
crediti