Video appello di Liliana Cosi, AIDAF,per la tutela delle scuole private di Danza

L’etoile internazionale Liliana Cosi, Vicepresidente AIDAF (Associazione Italiana Danza Attività di Formazione), associazione che, all’interno di AGIS/FEDERVIVO, si occupa della tutela della formazione privata della danza, settore che conta circa 30.000 scuole (con un indotto di circa 5 milioni di persone), lancia un nuovo appello, in forma di video messaggio, in difesa delle scuole di danza private.

L’ UTR – Unione Teatri di Roma- chiede un segnale al Comune di Roma. Le richieste per superare l’emergenza Covid

L’UTR, Unione Teatri Di Roma, segnala il fatto che , mentre l’Italia tutta attraversa un momento veramente drammatico per effetto del virus e delle enorme crisi economica che ne deriva , nessun segnale , relativamente alla situazione dei teatri cittadini , stia arrivando dai responsabili dell’amministrazione del Comune di Roma.

Riapertura teatri e concerti,un lungo percorso.La posizione ANFOLS

Con la Fase 2 post Covid 19 si comincia a parlare di “riaperture” ma il discorso relativo a cinema, teatri e concerti appare assai  complesso. In una recente intervista a La Stampa il ministro Mibact Franceschini sottolinea come questo sia “ un grande tema perché fino al vaccino dovremo convivere col rischio contagio. "Luoghi affollati per natura hanno un oggettivo problema in più. In alcuni casi non solo in platea ma anche sul palco. Non sarà facile ma ci riusciremo".

Scuole di danza italiane a rischio. L’appello di Liliana Cosi, vp AIDAF-AGIS

“La tremenda emergenza del covid-19 che ci ha travolti, immergendoci in una situazione surreale, ha imposto la chiusura delle scuole di danza mettendole in ginocchio e, se non si prevederanno aiuti concreti, molte saranno a rischio di chiusura. Nel decreto “Cura Italia” la categoria non è citata in alcuna misura di sostegno, sia in termini di ammortizzatori sociali che in altri ambiti economici”.

Coronavirus, la scure su musica, danza e cultura

Gli effetti Coronavirus si abbattono a anche su musica, danza e cultura. Con gli ultimi decreti è tutto svanito: teatri, concerti, spettacoli , incontri .Si fa resistenza – per vedersi e condividere passioni- con la musica dai balconi con flash mob ,a livello nazionale o locale, dal revival della canzone italiana alla musica popolare, a  e sul web con dirette offerte dagli artisti, musicisti e danzatori, e sono gli stessi teatri che offrono  registrazioni di spettacoli che ci riportano al bello . 

P.IVA 11198081009
crediti