A Tallin per Folk Dance Estonian Festival e a San Pietroburgo

Dal 4 all'11 luglio 2019 viaggio organizzato da Terra di Danza con  tappe a  Tallinnn, Estonia, per il  Folk Dance Estonian Festival,  4-7 luglio, e  a San Pietroburgo, con spettacolo di danze russe.  

Tallinn, bellissima capitale medioevale dell'Estonia, ospita  dal 4 al 7 luglio 2019  la ventesima edizione del  Folk Dance Estonian Festival, un evento  eccezionale che  racconta le tradizioni del paese con mille colori, che    si svolge ogni 5 anni con la partecipazione di   8000 danzatori.  Una occasione da non perdere grazie alla proposta di viaggio    dell’associazione culturale  Terra di Danza  di Reggio Emilia che prevede, oltre alla partecipazione al Festival ,la visita  della capitale estone più una tappa a  San Pietroburgo.   La partenza è prevista il   4 luglio  con volo da Milano a Tallinn con rientro l'11 luglio. Il programma previsto per Tallinn comprende la  visita guidata della città, protetta da una cinta muraria tra le meglio conservate in Europa settentrionale e cresciuta intorno al castello di Toompea, nucleo originario dove vivevano gli esponenti del clero e della nobiltà mentre la    città bassa, era abitata da mercanti e membri delle corporazioni. Da visitare la   Cattedrale St. Mary e la chiesa di San Nicola fondata nel XIII sec. che contiene pregevoli oggetti d’arte sacra ed un capolavoro dell’artista quattrocentesco Bernt Notke “La danza della morte”, e  il  municipio, unico esempio ancora esistente di interni gotici in Europa settentrionale. In serata partecipazione  al grande festival di danze e canti Estoni, patrimonio dell'Unesco. E il programma continua con la    visita alla residenza Kadriorg che lo zar Pietro il Grande fece costruire in onore della moglie Caterina: passeggiata nel parco   progettato per lo zar dell’italiano Niccolò Michetti,    visita agli interni del Palazzo/museo con dipinti fiamminghi, incisioni italiane, porcellane;  museo etnografico.  Se il tempo lo permette, visita al convento St. Brigitta a Pirita.

Nel pomeriggio del 7 luglio  trasferimento in treno per San Pietroburgo, soprannominata la Venezia del Nord per i suoi canali costeggiati da sontuosi palazzi. Sfuggita alle incursioni architettoniche dello stalinismo, la città conserva quasi intatta la splendida eredità artistica  dell'epoca zarista. Qui il pacchetto di visite comprende  il  giro panoramico della città  costruita sul fiume Neva e sui canali,   della Fortezza dei Santi Pietro e Paolo, primo edificio della città e roccaforte sul Baltico e della Cattedrale di Sant'Isacco, la più sontuosa delle chiese di San Pietroburgo e una delle più grandi cattedrali del mondo  progettata nel 1818 da Auguste de Montferrand, architetto del tempo, e aperta solo nel 1858.  E ancora l’Hermitage, uno tra i più grandi musei al mondo che conta quasi tre milioni di opere d’arte;  escursione al Palazzo Peterhof ,favolosa reggia sulle rive del golfo di Finlandia, costruita per volere dello zar Pietro il Grande  e che fa parte delle Sette Meraviglie della Russia , annoverata dall’Unesco come Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Fu residenza imperiale fino alla Rivoluzione d’Ottobre del 1918.  Per il 10 luglio è programmata la   partenza per Tsarskoe Selo, sede del Palazzo di Caterina la Grande, conosciuto come Palazzo Pushkin, che  divenne la residenza estiva degli zar: visita guidata degli splendidi saloni tra cui la Sala da pranzo dei Cavalieri, il Salotto Blu e la spettacolare “Stanza d’Ambra”, i magnifici    giardini   in stile francese ed inglese.   E poi la  Cattedrale Kazan e la chiesa del Sangue versato, e giro in battello sui canali.  In una delle sere a San Pietroburgo possibilità di assistere ad uno spettacolo di danze russe a teatro (€ 50). Già aperte le prenotazioni per il viaggio, minimo 20 partecipanti.

http://www.terradidanza.it

Per informazioni e costQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stampa