Caro treni Natale, la posizione di Italo

 In merito alla richiesta di informazioni ricevuta nella giornata di ieri dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ed avente ad oggetto il presunto aumento dei prezzi registrati nel periodo natalizio, Italo conferma di aver, come sempre, agito nel pieno rispetto delle norme a tutela dei consumatori e del mercato .

L’Azienda, società interamente privata, a causa della seconda ondata di contagi e dei conseguenti provvedimenti emanati dal Governo- si legge nel comunicato- si è vista costretta ancora una volta, in un anno straordinario come quello in corso, a ridurre la propria offerta commerciale a 8 servizi giornalieri da fine ottobre a fronte di un calo della domanda che ha raggiunto picchi di oltre il 90%. Nonostante questo, Italo sta ponendo in essere uno sforzo significativo per aumentare di poche unità i treni in circolazione , sempre nel rispetto del coefficiente di riempimento massimo che per il settore AV dallo scorso mese di aprile è pari al 50%, al fine di garantire un servizio ai cittadini in un periodo delicato e importante per tutti come il Natale ." Stiamo svolgendo l’attività per la quale esistiamo, nel pieno rispetto delle norme che regolano il mercato. L’atteggiamento di alcune associazioni dei consumatori che, senza scrupolo, cavalcano con parole gravi come “speculazioni e vittorie” una legittima richiesta dell’Autorità competente alla quale risponderemo, come già detto, con trasparenza e tempestività, stupisce e preoccupa. E’una condotta che riteniamo grave e dannosa per la nostra reputazione, per il mercato, per i nostri passeggeri e per tutto il Paese".


Stampa