Bit 2020, destinazioni e tendenze. Mice e Lgbta

Con oltre 1.100 espositori da tutto il mondo, BitMilano 2020 (FieraMilanoCity) vara il 9 febbraio la sua 40° edizione aprendo le sue porte al pubblico dei viaggiatori portandoli a scoprire le nuove tendenze e proposte, a partire dall’Italia fino alle mete d’oltreoceano.

I giorni successivi, il 10 e l’11 febbraio, la partecipazione è invece riservata esclusivamente agli operatori di settore cui sono dedicate numerose iniziative volte a favorire il networking, offrire opportunità di approfondimento e incrementare il matching tra player e buyer.Tante le destinazioni estere presenti che vedono negli italiani un target di sicuro interesse: novità della nuova edizione sono il ritorno, dopo un’assenza di alcuni anni, dell’Andalusia, del Brasile e dell’Egitto, Paese che ha visto un 2019 in netta ripresa, registrando un aumento del 40% degli arrivi di turisti italiani. La partecipazione sarà una occasione per raccontare le mille sfaccettature della destinazione anche in vista di importanti eventi, quali l’inaugurazione del GEM - Grand Egyptian Museum e il trasferimento delle mummie dei Re dell’Antico Egitto da Tahrir al nuovo museo di Civiltà Al-Fustat.

Importanti le new entry straniere. Tra queste lo stato indiano del Kerala, che si presenta a fianco dell’Ente Indiano Incredible India, Sarajevo e l’Ucraina. Buona la presenza dei Paesi nordafricani con, oltre l’Egitto, l’Algeria, il Marocco, la Tunisia. Presenti le mete a lungo raggio orientali preferite dai connazionali, come l’Indonesia, le Maldive, la Malesia, Mauritius, le Seychelles e la Thailandia, oltre a quelle caraibiche come Anguilla, l’arcipelago delle Bahamas, Cuba e la Repubblica Dominicana, che presenteranno  un’ampia offerta di attrazioni eco-turistiche e di progetti sostenibili volte ad attrarre anche turisti indipendenti e amanti dello sport. Anche il Centro e Sudamerica registrano una presenza massiccia: alla new-entry Brasile, si affiancano Cile, Guatemala, Nicaragua, Perù e Uruguay. Per menzionare altri Paesi di spicco, le Isole Canarie, Cipro, la Croazia che presenterà in particolare Rijeka (Capitale della Cultura 2020), la Giordania, Israele, la Moldavia, il Nepal, la Polonia, lo Sri Lanka, la Regione Spalatino Dalmata, la città di Smirne.

Il taglio internazionale della manifestazione lo si evince non solo dai Paesi ospitati, ma anche per il calibro dei buyer selezionati e invitati direttamente da Fiera Milano: sono oltre 600 provenienti da 65 Paesi, in particolare da USA, India, Russia, Ucraina, Argentina, Brasile, Sud Africa.

La presenza dell'Italia 

A livello di incoming, secondo Eurostat, l’Italia si attesta quarta nella classifica europea, registrando dati di crescita in termini di numero di pernottamenti rispetto al 2018: si passa infatti da 429 milioni a 433 milioni nel 2019 (+0,9%). Il podio spetta alla Spagna con 469 milioni (+0,5% sull’anno precedente), la seconda posizione è occupata dalla Francia con 446 milioni (+0,8%), cui segue ora la Germania con 436 milioni di pernottamenti (+4% rispetto al 2018). Malgrado la perdita di una posizione, l’incoming italiano presenta numeri in aumento, un andamento positivo registrato anche da BitMilano che vanta l’importante ritorno della Regione Piemonte, oltre all’incremento nell’offerta delle destinazioni presentata dalle Regioni Veneto, Lazio, Liguria, Marche, Sardegna e Sicilia. Presenti, come sempre, la Regione Lombardia, una conferma di grande valore in virtù del legame in essere con la città di Milano e tutto il territorio lombardo, ed Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Puglia, Toscana e Umbria. Tra le novità, alcuni territori che hanno deciso di enfatizzare la loro visibilità e rafforzare la partecipazioni diretta: Pompei, Maratea, Polignano a Mare e La Maddalena, oltre a Favignana, San Vito Lo Capo, Erice e Castellammare queste ultime attraverso il consorzio West Sicily.

 Le Associazioni 

Considerevole, inoltre, la presenza degli operatori privati, tra cui nomi di spicco come Best Western Palace, Blau Hotels, La Compagnia del Relax, Hertz, IVH, Madagascar Destination, NH Hotel Group, Nicolaus Tour, QC Terme, Gruppo Una, I Viaggi di Maurizio Levi. Anche il mondo associativo conferma l’interesse nei confronti dell’appuntamento meneghino: infatti, dopo alcuni anni di assenza, torna in Bit ASTOI Confindustria Viaggi, la realtà che raggruppa oltre 60 nomi del tour operating italiano: sarà presente con una propria lounge e uno spazio riservato in cui gli associati terranno incontri mirati. Nel corso della manifestazione l’Associazione convocherà l’Assemblea Straordinaria del Fondo ASTOI, nato per consentire agli associati di offrire ai propri clienti una garanzia in caso di insolvenza e fallimento. FTO, la Federazione del Turismo Organizzato, ha scelto la fiera milanese per organizzare la FTO Travel Academy, l’attività formativa rivolta sia agli associati che a tutte le AdV in programma il 10 e l’11 febbraio con focus su legalità, fiscalità, digital marketing e coaching motivazionale.

Le aree tematiche 

Sono confermate le aree tematiche, a partire da Bit4Job, lo spazio destinato al recruiting per il settore turistico: tre giornate dedicate alla selezione di personale qualificato, incontri legati alla formazione professionale e seminari inerenti al mondo del lavoro. Sono circa 20 le aziende che ricercano personale e che hanno confermato la propria partecipazione all’area: Club Esse, Costa Crociere, Club Med, I Grandi Viaggi, Hertz, Gruppo UNA, Best Western Hotels & Resorts, QC Terme, Blu Hotels, Marriott. Le principali posizioni ricercate, oltre 1000 offerte in tutto, sono relative ai settori ricevimento, sala, bar, cucina e pasticceria, animazione e sport, SPA e benessere, management e direzione.. BeTech è l’area rivolta al mondo digitale e alla tecnologia: saranno 37 startup innovative selezionate dall’Associazione Startup Turismo, che forniranno la loro testimonianza e che racconteranno come il turismo traina anche la nascita di idee innovative. Negli speech si alterneranno responsabili di aziende quali Homeaway, Kigo, Avantio, Sysdat e verranno trattate tematiche utili ad affrontare le nuove prove che il mercato turistico propone, dall'importanza della marketing automation ai nuovi sistemi di customer relationship management alla vendita diretta online di camere, tour e attività. Sempre al padiglione 4 l’area I love Wedding, con tutti i servizi per coppie di futuri sposi e planner, che sarà presidiato da Musement, e da alcuni dei migliori Personal Travel Agent specializzati in viaggi di nozze. Nell’area si svolgeranno una serie di presentazioni dedicate alle destinazioni più in voga per il viaggio di nozze, come Maldive, Seychelles, Polinesia, Madagascar, Mauritius, Australia, Dubai ed Emirati Arabi.

MICE e  turismo LGBT

BitMilano è l’unica fiera italiana di settore che può vantare uno spazio interamente dedicato al mondo degli eventi e dei convegni: il MICE Village conta circa trenta espositori che presentano prodotti e servizi dedicati ai buyers nazionali e internazionali della meeting industry; e in collaborazione con Federcongressi&Eventi, associazione di riferimento, l’11 febbraio è in programma il seminario “Prendiamoli per la gola! Come organizzare il servizio catering e contribuire al successo dell’evento”. Inoltre, particolare enfasi è riservata al tema del turismo LGBT, in vista della 37° convention annuale IGLTA - International Gay & Lesbian Travel Association, l’appuntamento in programma dal 6 al 9 maggio a Milano, location selezionata anche grazie alla promozione congiunta fatta da BitMilano nelle scorse edizioni. E proprio la fiera milanese è stata scelta per il convegno dal titolo “Fluo is OUT. I trend reali del turismo LGBTQ+. Tutto quello che dovresti sapere in occasione di MILANO IGLTA 2020 Global Convention” dove verrà presentato l’andamento del settore con uno speciale focus sull’appuntamento di maggio. BitMilano 2020 ospiterà una delegazione di Ambassadors IGLTA provenienti da tutta Europa guidata dal Vice Presidente IGLTA Clark Massad che renderà onore all’Italia per questo importante evento. Il mondo LGBT rappresenta una fetta di mercato che registra numeri importanti: secondo i dati UNWTO, i turisti del settore sono 35 milioni nel mondo, viaggiano più frequentemente con un potere d’acquisto maggiore della media. E’ stato calcolato che la spesa generata da questo segmento di mercato ammonti a 211 miliardi l’anno nel mondo, e in Italia 2,7 miliardi di fatturato. 

(Foto Puglia, Franco Cappellari)

www.bitmilano.it @bitmilano #bit2020


Stampa