Legge Delega Turismo. Verso il fare?

  Passi importanti per La legge Delega per il Turismo approvata giorni fa alla Camera.

" Un giorno importante per il Turismo italiano. E' stata approvata alla Camera la legge Delega al Turismo che contiene importantissimi emendamenti, fondamentali per tutto il settore, da troppi anni senza una visione strategica e programmatica all'altezza. Grazie al lavoro portato avanti dal mio Ministero, all'impegno profuso e agli spunti di riflessione dei colleghi in Parlamento e della relatrice e capogruppo in commissione Attività produttive, on. Giorgia Andreuzza, l'Italia si potrà finalmente dotare di una legge sul turismo che darà uno slancio concreto a quello che ritengo essere uno dei settori più importanti del nostro Paese e concretizzare quanto fatto tutti insieme in questi mesi". E' quanto ha dichiarato il Ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Sen. Gian Marco Centinaio sull ’approvazione nei giorni scorsi della Legge Delga al Turismo.

"Abbiamo deciso di guardare alle categorie deboli, al territorio, in tutte le sue declinazioni, alle radici, solo per citare alcuni provvedimenti, per poter dare un indirizzo specifico e non più astratto a tutto il comparto. Il turismo accessibile, il turismo rurale, il turismo sanitario e termale, il turismo esperienziale, l'itti turismo, e il turismo delle radici, potranno ciascuno rispondere a esigenze, caratteristiche e peculiarità di ciascun viaggiatore, senza lasciare più nulla al caso. In meno di un anno abbiamo portato a casa il codice identificativo, la carta del turista, la tax credit" - continua il Ministro Centinaio  - "Stiamo continuando a lavorare su importanti accordi di promozione internazionale, abbiamo rilanciato l'Enit, oggi è la volta della legge delega sul turismo. Continuiamo a lavorare con serietà per portare a casa provvedimenti concreti, non vuote promesse, che porteranno il turismo, a diventare sempre di più uno dei settori trainanti del sistema Italia".

Anche per Confindustria  Alberghi si tratta di un “ segno importante”. “Con l’approvazione alla Camera avanza rapidamente il percorso della legge Delega per il che va incontro alla richiesta che avevamo avanzato in audizione sottolineando l’esigenza di un’azione veloce capace di rispondere – finalmente – ai cambiamenti intervenuti sul mercato turistico nazionale e internazionale. Molti gli interventi attesi contenuti nel provvedimento, dall’attenzione ai temi dell’accessibilità e più in generale della sostenibilità, al codice identificativo ed al riordino delle diverse tipologie di ricettivo. Misure queste che contrastano l’abusivismo, ma renderanno anche l’offerta italiana più chiara, trasparente e competitiva”.

Soddisfazione da parte di Federturismo.“L’approvazione alla Camera della Legge Delega sul turismo – le parole della  Vice presidente di Federturismo Marina Lalli - rappresenta un primo passo fondamentale verso il riordino complessivo ed organico della normativa per la valorizzazione e lo sviluppo del settore. Siamo soddisfatti che tra i settori turistici emergenti sia stato incluso anche il turismo sanitario e termale, un sistema dalle enormi potenzialità che, combinando l’offerta sanitaria e di benessere termale con gli attrattori culturali, paesaggistici ed enogastronomici presenti nei territori termali contribuisce a far crescere i flussi turistici nei mesi di bassa stagione, favorendo la destagionalizzazione. Così come accogliamo con favore, tra le varie disposizioni, l’introduzione del Codice Identificativo Nazionale per le strutture ricettive e per le agenzie di viaggio, uno strumento indispensabile per favorire la trasparenza e combattere ogni forma di abusivismo. Si tratta di un importante segnale di interesse da parte delle istituzioni verso il settore che si accompagna ad un programma di interventi su questioni ritenute ormai improrogabili che sollecitiamo da tempo. Ora attendiamo il passaggio in Senato, auspicando che l'iter si concluda il prima possibile”.


Stampa