Il Cerchio dell’Amicizia…quando la vita è folk

Danze popolari internazionali al centro delle attività de Il Cerchio dell’Amicizia-Onlus di Roma con una spiccata attenzione al mondo mediorientale. Attività didattica, feste, spettacoli, gite e tante iniziative dove la danza popolare  assume il ruolo di strumento di aggregazione sociale

“Le danze popolari   internazionali  possono  essere un formidabile  strumento di aggregazione  sociale“. E’ stata questa la spinta che ha animato  nel  2000 un gruppo di persone  appassionate  dei balli popolari a  organizzare Il Cerchio dell’amicizia- Onlus   a Roma- presidente e  direttore artistico Paola Pagliani- un punto di riferimento per la conoscenza, pratica e  diffusione  delle danze tradizionali legate ai vari paesi con un’attenzione particolare  al repertorio mediorientale, dalla terra d’Israele all’Iraq, dalla Siria allo Yemen alla Palestina….

Il Centro si caratterizza per un calendario  di attività annuali  molto ricco: laboratori nelle scuole da gennaio a maggio, corsi di danze israeliane, corsi di danze internazionali, laboratori con persone anziane, con disabili, laboratori gruppi integrati, e ancora feste, spettacoli, gite, eventi di socializzazione …   "Le danze popolari  internazionali rappresentano  un repertorio ricco e suggestivo, molto coinvolgente e in larga parte accessibile a tutti. Sono danze dall’andamento circolare, che prevedono un contatto con l’intero gruppo dei ballerini – sottolineano  gli animatori del Cerchio dell’Amicizia. Numerose le iniziative  particolari  che arricchiscono  ulteriormente l’agenda del Cerchio, come “ Estate sotto il Campanile di San Paolo”, e  “Roma Scuole in Folk”. La prima, da non perdere, è programmata  tutti i lunedì da giugno a settembre: si tratta di incontri gratuiti di Danze di tutto il mondo al parco Schuster (Basilica di San Paolo) dalle 21,00, un momento  di grande divertimento e socializzazione per gli appassionati e un'occasione per tutti di entrare in contatto con un mondo nuovo  di armonie e passi. “Roma Scuole in Folk-Danze senza frontiere” è, invece, un Festival mirato alla diffusione e alla pratica della Danza Popolare  nelle scuole di vario ordine e grado quale strumento di socializzazione  e integrazione sociale e culturale. La manifestazione  intende dimostrare  quanto la danza popolare  faciliti la piena integrazione dei bambini disabili e dei bambini stranieri. Durante il festival ogni scuola di esibisce in una danza popolare di differente tradizione folklorica in un’atmosfera di grande allegria e amicizia. L’edizione 2012, l’ottava,  si svolgerà  il 24 maggio prossimo al Paladanubio di Fiumicino.

Per contatti:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.danzepopolari.com

info: 3497316962


Stampa