Eros e bellezza...la danza di Sergio Bernal

 

Un evento unico a cura di Daniele Cipriani ha inaugurato il 28 agosto scorso la rassegna “sotto l’Angelo di Castello”, progetto culturale voluto dal Direttore dei Musei statali della città di Roma, Mariastella Margozzi, con la cura e realizzazione di Anna Selvi. Un intreccio tra musica, danza e poesia  in una location speciale.

 

"Sul mio letto, lungo la notte, ho cercato l’amore dell’anima mia; l’ho cercato, ma non l’ho trovato. Mi alzerò e farò il giro della città per le strade e per le piazze; voglio cercare l’amore dell’anima mia. L’ho cercato, ma non l’ho trovato". Cantico dei Cantici

Una cornice magica- il Cortile di Alessandro VI all’interno di Castel Sant’ Angelo, bastione sotto al quale si stende una Roma stupenda e illuminata- il suono trascinante del violino e quello dolce dell'arpa a cura di Giulio Plotino, musicista dalla carriera internazionale , e di Augusta Giraldi ( musiche di Heinrich Ignaz Franz von Biber, Claude Debussy, Jules Massenet, Niccolò Paganini, Camille Saint-Säens, Pablo de Sarasate). I versi d'amore appassionato declamati da Eleonora Albrecht., da Catullo ad Alda Merini, da Jacques Prévert e Saffo fino al Cantico dei Cantici attribuito a Salomone. E poi la danza ricca di energia, di pathos, di bellezza , di tensione del danzatore spagnolo Sergio Bernal in assoli unici , attrattori di attenzione , simboli di bellezza : dal ritmo fiammeggiante dei suo zapateados all'espressivo Cigno (mus. Saint Saëns, cor. Ricardo Cue).

Questi gli ingredienti speciali che hanno dato vita il 28 agosto scorso allo spettacolo Eros ,serata di danza, musica e parola , a cura di Daniele Cipriani, che riserva sempre delle sorprese di alto valore . L'evento , che ha emozionato e strappato applausi a non finire , ha inaugurato la rassegna “sotto l’Angelo di Castello”, progetto culturale voluto dal Direttore dei Musei statali della città di Roma, Mariastella Margozzi, con la cura e realizzazione di Anna Selvi.

Eros è " desiderio, forza vitale " e bellezza - e mai come in questo periodo ne sentiamo il bisogno - e questo è quanto arrivato al pubblico grazie alla musica, alla poesia e alla danza perfetta e virtuosa di Bernal , alla sua passione e tensione che esprime dal palco , al magnetismo che incanta . Bernal, uno degli artisti più fedeli ai Gala di Cipriani Les Etoiles, stella della danza internazionale, già primo ballerino del Balletto Nazionale di Spagna, è un artista completo che affianca in modo armonioso all’arte del flamenco quella del balletto classico, e nella sua arte la perfeziione  non è mai fredda tecnica. Nei quadri proposti anche lo Zapateado presentato a Les Etoiles 2020' indossando il prezioso costume disegnato dal celebre  Roberto Capucci , "uno scambio" tra la sua arte di stilista  e quella del danzatore che imprime la vita al costume stesso.

 Ho trovato i colori della Spagna, rosso e oro , e della vita, ideali per dare ulteriore energia al mio Zapateado. La forma del pantalone mi ha ricordato il toreador e questo mi darà una spinta nuova in scena “ . Queste le parole di Bernal tempo fa commentando questo miracolo d'arte che ha incantato il pubblico ancora una volta.

Ester Ippolito

La rassegna " Sotto l'Angelo di castello" prosegue con interessanti appuntamenti fino al 29 settembre

www.direzionemuseistataliroma.beniculturali.it

Le foto relative allo spettacolo Eros sono di Massimo Danza 

 


Stampa