Cuba a Roma, il gruppo Compay Segundo accende Villa Ada

Grande successo per il concerto a Villa Ada del gruppo Compay Segundo: energia, allegria, voglia di stare insieme, libertà . E una grande tradizione musicale  che si rinnova sempre  e coinvolge  il pubblico.

 

 Roma ha abbracciato Cuba e Cuba ha abbracciato Roma coinvolgendola  nei ritmi dell'Isla Grande , offrendo la sua tradizione musicale , i canti dei campesinos, il son, l'anima dell'isola, la salsa, trasmettendo allegria e voglia di stare insieme. Questo è successo il 21 luglio a Villa Ada nell'ambito della rassegna " Villa Ada incontra il Mondo"  con il concerto del Gruppo Compay Segundo ,l'ensemble di nove elementi, tutti musicisti raffinati e virtuosi, che da anni portano in giro la mitica musica del cubano Compay Segundo ,pseudonimo di Máximo Francisco Repilado Muñoz , " riscoperto" e reso ancor più famoso nel 1997 grazie al film Buena Vista Social Club di Wim Wenders.

Il maestro Cumpay Segundo ha dedicato la sua vita alla divulgazione della musica tradizionale cubana fin dagli anni 50 , con il gruppo Compay Segundo y sus Muchachos. E dopo alcune interruzioni ha ripreso a fare concerti internazionali fin dagli anni 90. Dopo la sua morte nel 2003, il gruppo ha continuato a portare questa musica nel mondo con il nuovo nome, Compay Segundo, in memoria del grande artista . Del gruppo fanno parte due dei suoi figli, Salvador e Basilio ai quali Compay stesso prima della sua morte ha affidato ufficialmente il compito di divulgare il grande patrimonio  della la tradizione cubana .

Grande energia  si è sprigionata dal palco al suono della clave , al ritmo  di una musica che prende il cuore  con tutta la magia degli strumenti , una grande storia, e un grande cantante e " padrone di casa" quale Hugo Guerzon. Mani alzate, passi di danza , anzi la pista pian piano si è riempita di ballerini tra son, salsa e cha cha finale con Guantanamera. Un bellissimo e ricco  repertorio tra " sabroso" e romantico, da uno struggente Besame Mucho al El carretero, da Yo Tengo una pena a Sabroso fino alla mitica Chan Chan ,insieme a tanti altri brani che compongono la grande leggenda  della musica cubana.

La band ha accompagnato nel tempo  artisti del calibro di Silvio Rodríguez, Omara Portuondo, Eliades Ochoa, Charles Aznavour, Pío Leyva, Teresa García Caturla, Isaac Delgado, Santiago Auserón (Juan Perro), i cantanti di flamenco Martirio e Raimundo Amador, Lou Bega e Khaled.


Stampa