Maria Strova, una nuova edizione del suo libro "Il linguaggio segreto della danza del ventre"

Arriva per le appassionate della danza orientale una nuova edizione ampliata e aggiornata di un classico che fin dalla sua uscita, 16 anni fa ,è diventato un riferimento prezioso per danzatrici e insegnanti. Una nuova veste grafica, 12 schede di approfondimento in pdf e 7 video didattici di danza per " Il linguaggio segreto della danza del ventre" di Maria Strova. Una lettura affascinante   e una esperienza a 360 gradi .....

Un nuovo regalo da parte di Maria Strova, una delle insegnanti più proficue e innovative di danza orientale, conosciuta a livello internazionale, danzatrice,  e scrittrice. Macro Edizioni ripropone, infatti, la sua pubblicazione , divenuta un classico, "Il linguaggio segreto della danza  del ventre" con grandi arricchimenti, da una nuova veste grafica a 12 schede di approfondimento in pdf e 7 video didattici di danza. Il cuore del libro rimane l’immaginario della Danza del Ventre, la sua simbologia antica ancorata nei simboli della vita e della fertilità, il rispetto e il valore dell'essere donna.

La nuova edizione, che porta la prefazione di Martinica Strova Ferrara, la figlia di Maria, che segue le sue orme, è diviso in quattro parti: L'andare oltre, Le radici segrete e i simboli, Danza del ventre : gravidanza e sessualità. La crescita della danza orientale.

"Il sapere antico di questa danza ci aiuta a coltivare le nostre intuizioni, ad ascoltare le voci sagge che ci arrivano da lontano nel tempo e che, come un’eco del vento, ci sussurrano, ispirando il corpo a svegliarsi e avvicinandoci al nostro talento: è la musica dei simboli- viene sottolineato. "Nella danza del ventre la sensualità può essere un’esperienza non disgiunta dal sacro. Attraverso la scoperta del suo linguaggio segreto, ognuna è chiamata a esprimersi oltrepassando i luoghi comuni o le aspettative altrui".

Questo libro aiuta a rispondere a più domande relative a questo genere di danza ma più universalmente alla vita e  alle aspirazioni della danzatrice : "Come trovare un antidoto al veleno che accompagna l’immaginario orizzontale di questa danza, abitato da odalische silenziose e disponibili? Come scoprire le radici dimenticate di quest’arte, il suo linguaggio originario, per dare nuova linfa alla nostra danza oggi? Come creare senza paura e silenziare il nostro giudice interiore? Come può questa danza aiutare nella formazione della nostra identità nel corso della vita?"

Maria Strova è  impegnata da anni nello sviluppo dell'identità culturale della Danza del Ventre, contro ogni stereotipo, e nel rivolgere messaggi , attraverso il suo insegnamento , spettacoli e opere, alla  femminilità e unicità della donna. Grazie a una esperienza trentennale con i suoi gruppi di studio, è giunta ad affinare un metodo di studio e di ispirazione che porta proprio il suo nome- Metodo Strova- in cui confluiscono elementi di danza classica e di altri stili, la respirazione yoga e tecniche di recitazione per la danzatrice. È stata la prima insegnante a proporre la danza del ventre per la gravidanza e per la preparazione al parto in Italia. Nota per la Danza del Velo e la sua particolare predilezione di veli e tessuti per la danza, tra cui le Ali di Maria, create dall’artista nel 2007. Tra le sue attività pionieristiche figura anche la produzione del primo VHS didattico di danza del ventre italiano,  cui poi sono seguiti DVD di studio e documentari di ricerca, come Cercando Sheherazade, Da Ishtar a Salomè e Danza per me Salomè. Dirige la scuola Omphalos e il Teatro del Respiro a Fiano Romano dove tiene i suoi laboratori e spettacoli di danza e teatro. E' autrice dei volumi Il Linguaggio Segreto della Danza del Ventre, Salomè. Il mito, la Danza dei Sette Veli e Burka.

La sua attività di scrittrice è strettamente legata al suo essere danzatrice. "Scrivere - racconta- è un verbo, una azione e coinvolge il corpo come la danza. Quando scriviamo usiamo parole, frasi, virgole e punti, pause simili al linguaggio di una coreografia che è fatta di gesti, di frasi musicali, d’accenti del corpo, di sospensioni e pause. Scrivere che è un azione di solito sedentaria chiama la danza per la sua completezza e danzare che è centrato sul movimento chiama al corpo di fermarsi e ponderare, costruire pensiero e senso con il linguaggio delle nostre parole come nel scrivere. Io scrivo per capire e gioire quando danzo. Non scrivo perché la danza sia accademia e conoscenza di pensiero ma soprattutto perché è per me, conoscenza e esperienza personale di tutti i contenuti che vengono fuori quando indago sulla danza".

"...Non abbandonate la danza, anche se avete una buona scusa per ritirarvi, poiché nei momenti più difficili, dai quali nessuno è libero, risiede il lavoro più profondo. Danzare è capire, gioire, a volte soffrire e superare, ma anche stare con gli altri, mettersi in relazione. Danzare può essere la tua medicina dinamica!”. Maria Strova

 

 

PROMO LANCIO - Per l'ordine  delle prime 100 copie è possibile avere una copia  autografata dall'autrice,  una sorpresa e un coupon per un seminario di danza con Maria Strova.

Acquisto in pre-vendita e spedizione con raccomandata €33,90

 

Per l'acquisto https://www.danzadelladonna.it


Stampa