Portogallo, il paese del Fado. Lisbona e Coimbra

Uno scialle, una chitarra portoghese, una voce e sentimento...è quanto basta per descrivere uno dei simboli che contraddistinguono il Portogallo, elemento fondamentale della tradizione del paese: il Fado. Una musica così particolare e diversa da tutte le altre che nel 2011 è stata riconosciuta come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Il Fado è strettamente legato alla storia della cultura portoghese e va ricordato che ai suoi inizi era una danza, il cui ritmo sembra sia giunto a Lisbona dal Brasile ai primi dell'ottocento nei locali malfamati per passare nei salotti borghesi agli inizi del novecento. E’ una musica che viene dall’intimo dell’animo portoghese. Le suoi origini non sono però tuttora chiare ed esistono diverse versioni , potrebbe derivare canzoni cantate dai marinai, che assomigliano molto al fado, e che venivano cantate in occasioni di lunghe partenze da chi vedeva i proprio cari partire per mare senza avere certezze sul loro ritorno. Attraverso il Fado si esprimono pene d’amore, nostalgia per qualcuno che è partito, ma anche la vita quotidiana e le conquiste. Ed è così che attraverso le canzoni del Fado, gli artisti raccontano la storia di Lisbona e del Portogallo, con le sue cicatrici e le sue glorie. E come ha scritto Fernando Pessoa” Il fado è la stanchezza dell’anima forte che confida nel Destino...”.

Due le città privilegiate dal Fado,  mete in cui ci si può avvicinare e godere di questo patrimonio culturale : Lisbona e Coimbra ( anche se si parla anche di un Fado di Oporto caratterizzato da un andamento più mosso e recentemente rivalutato). 

Lisbona è un ottimo luogo dove immergersi per andare alla scoperta della storia del Fado. Si può cominciare dal Museo do Fado , situato all’Alfama, noto quartiere storico della capitale con edifici antichi che popolano strette vie, dove  i turisti possono addentrarsi e conoscere meglio questa musica e la sua storia . Il Museo è stato creato in stretta collaborazione con i protagonisti della storia del Fado, che hanno donato numerosi oggetti personali oggi esposti nelle sale del museo. Aperto nel 1998, è stato nominato come Miglior Museo Portoghese da APOM, l’associazione portoghese di museologia. Qui è possibile ammirare spartiti e strumenti musicali, costumi e oggetti di scena, licenze, contratti, riviste, film, poster, ma anche moltissimi oggetti e memorabilia appartenuti a celebri compositori, musicisti, cantanti (Alfredo Duarte, Amália Rodrigues, Ercília Costa, Berta Cardoso, Raul Ferrão, Frederico Valério, Alberto Janes, Alain Oulman...) e a chiunque abbia avuto un ruolo importante nel mantenere viva la secolare tradizione del Fado come i fabbricanti di strumenti musicali, ricercatori e studenti. Oltre alle mostre permanenti e temporanee, vengono organizzati seminari, workshop, esibizioni, presentazioni di dischi e libri. Il museo infatti non è solo uno spazio espositivo: è anche scuola, centro di documentazione, sala prove ed auditorium (90 posti a sedere). Se poi si ha la fortuna di arrivare negli orari giusti, è possibile assistere a un concerto gratuito.

Per assistere a concerti live in città da non mancare a la Casa del Fado ,dove si può vivere un’autentica esperienza lusitana a ritmo di Fado: tra un’atmosfera particolare , spazi intimi e cene a lume di candela, ascoltare il Fado diventa un vero e proprio piacere indimenticabile.

Da Lisbona a Coimbra, nota città universitaria nella regione del Centro. Qui il Fado viene solitamente cantato da una voce maschile, in particolare dagli studenti della città; alcuni di loro hanno fatto del fado la loro vita: Adriano Correia de Oliveira e José Afonso sono due voci molto rinomate. A differenza del fado di Lisbona, a Coimbra i temi delle canzoni sono i ricordi della vita da studente, gli anni della gioventù e gli amori non sempre corrisposti. Il momento migliore per ascoltarlo in tutta la sua bellezza è la Queima das Fitas, ovvero la festa di congedo dall’anno accademico, che avviene nel mese di maggio.

Di seguito i link di alcune  canzoni di cantanti di Fado, tra cui Amália Rodrigues, una delle maggiori voci portoghesi di fado, per continuare a scoprire il Portogallo e le sue meraviglie.

Una casa portuguesa – Amália Rodrigues https://www.youtube.com/watch?v=-ziG1M5ZWUc Estranha forma de vida - Amália Rodrigues https://www.youtube.com/watch?v=VGgIlLfVEmQ Fados de Coimbra – Adriano Correia de Oliveira https://www.youtube.com/watch?v=nJG7MX7Ea8k&list=OLAK5uy_nCEU22mld4r0AAdG6v3VvDXqa3wFE71z8 Finalmente – Cuca Roseta https://www.youtube.com/watch?v=qm30XV8ZvGY

https://www.museudofado.pt/

www.visitportugal.com/it

 

 

Credit foto

1- Paulo Maghales

2 e 3- Museo del Fado

4- Arch. Tdp


Stampa