Arte- Omaggio al Palladio, Villa Thiene: mostra personale di Roberta Gulotta

Nei giorni scorsi, in un press lunch, Roberta Gulotta, pittrice e scultrice, testimonial dell’Annuario del Cinema Italiano & Audiovisivi , artista originale e sensibile , ha annunciato con emozione e un pizzico di orgoglio la sua prossima mostra personale a Villa Thiene (Quinto Vicentino), patrimonio UNESCO dal  1996, costruita da Andrea Palladio verso la fine del 1500.

La Mostra, che ha il titolo "Omaggio al Palladio, dall'architettura al colore, da Picasso e Warhol ai contemporanei”, si terrà dal 1° al 7 luglio 2021 (inaugurazione: giovedì 1° luglio 2021 dalle ore 19.00 alle 20.30 presso Villa Thiene, piazza IV Novembre 2, Quinto Vicentino (VI)). La personale della Gulotta propone cinque opere pittoriche, tutte in tempera acrilica del diametro di 100 cm. ciascuna: "IL GIURAMENTO DI IPPOCRATE”, "IL VOLO DI VENERE”, "CRYPTO”, "FRETI VOLUBILIS FATUM”, "VIDES PRESENTE”. Roberta Gulotta porta con le sue opere la sua visione onirica, il simbolismo, l'oro bizantino che caratterizzano le sue creazioni , la lettura della realtà...

 

" Le opere degli artisti riflettono la realtà di cui facciamo parte e ne sono testimonianza- sottolinea l'artista, che sta collezionando mostre prestigiose in location altrettanto prestigiose.

Il Direttore del Museo MIIT  Guido Folco organizza questo evento per celebrare l’arte moderna e contemporanea con una selezione di grandi maestri del Novecento e una attenta scelta di maestri contemporanei. Villa Thiene, sede dell’Esposizione, è monumento storico della città di Quinto Vicentino, e una delle più interessanti visioni del genio di Andrea Palladio, divenuta Patrimonio UNESCO nel 1996 e sede municipale dal 1871. L’esposizione presenterà  anche una selezione accurata di artisti italiani e internazionali che proporranno i loro lavori realizzati all’insegna della sperimentazione, dell’innovazione, della ricerca su colori, materiali, forme e gestualità, tra figurazione e astrazione, tra colore e volume, fotografia e scultura. Uno spaccato della creatività contemporanea che, come ai tempi del Palladio, si nutre di idea, fantasia, sogno, visione, rigore, progettualità: elementi che ancora oggi raccontano e formano lo stile degli artisti più validi, attenti alla storia, ma pronti alla sfida con le nuove ricerche.

Orario visite: venerdì sabato e domenica 15.30-18.30; lunedì-martedì-mercoledì su appuntamento per gruppi, visite guidate, scolaresche.

 

Roberta Gulotta- Sin da piccola nell'ambiente dell'arte avendo avuto il nonno pittore, la mamma scultrice e pittrice, frequenta il Liceo Artistico fino ad approdare all'Accademia di Belle Arti di Roma.Da subito si dedica alla pittura figurativa, interpretata in una visione onirica, in talune opere surreale, dove il color oro presente sugli sfondi, è quasi una sorta di ispirazione bizantina moderna, che dona sacralità all'opera d'arte.Influenzata dai suoi viaggi che già da piccola l'hanno portata nei posti più esotici, vive in Africa in particolare in Botswana, Zimbabwe e Sud-Africa i primi anni della sua vita, sino al ritorno in Italia dove continua gli studi artistici. Prosegue a viaggiare per l'Europa in particolare in Francia per approdare in Asia. Curiosa di filosofie orientali, predilige simbologie del mondo naturale e concetti filosofici. Studia l'arte astratta, quella surreale, per giungere alla comprensione del futurismo e dell'arte impressionista dal quale rimane affascinata. A causa della sua visionaria passione per la luce e per i Viaggi ama i colori decisi, usando tecniche come la tempera acrilica, in una costante ricerca di equilibri tra colore, movimento e concetto. Ha realizzato bozzetti ed illustrazioni per alcune case editrici.  Pittrice, scultrice e fotografa ha esposto le sue opere, partecipando a Rassegne d'Arte Internazionali. In collaborazione con l'Annuario del Cinema Italiano e Audiovisivi, ha ideato creato e realizzato lo specifico Trofeo che l'Annuario assegna ad un personaggio che si sia particolarmente distinto per il suo percorso professionale, nel mondo dello spettacolo e del cinema, diventando così "Testimonial" della prestigiosa pubblicazione.


Stampa