Ricordando Mario Zelinotti

Un ricordo per  Mario Zelinotti, rappresentante egregio della musica degli anni 60, scomparso il primo febbraio 2013. I suoi maggiori successi “Bada Bambina“, “Cuore matto”,  “Piccola”, “Cammelli e Scorpioni”, “Luisa”

di Elio Ippolito

Vogliamo ricordare Mario Zelinotti, uno  dei protagonisti dei ruggenti anni 60,  che se ne è andato silenziosamente  il primo febbraio. Nella Chiesa di Santa Barnaba a Marino, Roma,  piena di amici e  parenti,  è stato  dato l’ultimo  saluto a un personaggio che ha lasciato la sua traccia  e che nell’ultima intervista rilasciataci mesi fa nel suo buen retiro di Albano,  ci parlava di nuovi progetti  in veste di compositore  che volevano uscire fuori dalla etichetta degli anni 60. I suoi maggiori successi “Bada Bambina“, “Cuore matto”,  “Piccola”, “Cammelli e Scorpioni”, “Luisa”. La sua carriera professionale annovera   partecipazioni al  Festival degli Sconosciuti, al Festival di Sanremo (1967 e 1969), al Cantagiro (1966 e 1967), al Festival delle Rose, insomma i  cult  dell’epoca.

Tra gli amici che  sono stati  presenti al suo ultimo saluto ricordiamo  l'amico d'infanzia  professor Armando Lauri, Giancarlo Del Frate, collezionista di tutti i dischi incisi da Zelinotti, anche quelli in linguia straniera,  e  l’amica Marina, che in onore di Mario ha  cantato splendidamente al termine della funzione religiosa  "Un colpo al cuore". Quel colpo che ha lasciato uno splendido ricordo nella mente dei cultori della buona musica.

Per rileggere l 'intervista a Mario Zelinotti http://www.ballareviaggiando.it/musica-parole/501-per-mario-zelinotti-i-fiori-di-sanremo-non-profumano-piu.html

Nella sezione Video i video correlati


Stampa