“ Qualche estate fa”, Claudia Gerini canta e racconta Franco Califano...quasi una carezza

Tre serate al Teatro Vittoria di poesia, emozioni e bella musica, con lo spettacolo “ Qualche estate fa” (11-12-13 novembre) , un omaggio a Franco Califano con la musica splendida del Solis String Quartet e i monologhi intensi e il canto di Claudia Gerini : storie al femminile che si intrecciano con momenti di vita del maestro e con le sue canzoni più belle.

Uno spettacolo dolce, ricco di poesia e  di emozioni, un canto avvolgente  pieno di espressione e arrangiamenti musicali notevoli. Grande  l' apprezzamento del pubblico per la performance “ Qualche estate fa” con Claudia Gerini, che con grande eleganza, passando da un tailleur nero a un abito rosso da gran sera, accompagnata dagli archi del Solis String Quartet, ha voluto fare un  omaggio sincero al maestro Califano e alle sue composizioni, ricordandolo con tenerezza e ammirazione , e regalandogli quasi una carezza.

Anni  luce  lontano da altri spettacoli dedicati al maestro che si impigliano in imitazioni di voce e battute in memoria dell’artista. 

Lo spettacolo si è rivelato una  pagina fresca di musica e di teatro,  basato  su una accurata scelta delle canzoni messe in pista , intorno alle  quali sono nati i testi ; nove i quadri e i brani proposti più una per il saluto , il bis ....

Da un Tempo Piccolo a Un’estate fa , da Io non Piango a Minuetto, dalla Nevicata del 56 a La Musica è finita , da Io M’embriaco a La mia libertà, da Tutto il resto è noia a Roma Nuda in finale ( “ è la canzone che preferisco- ha detto la Gerini) ... si attraversa un mondo di  umanità, di pensieri, di storie , di sensazioni e percezioni , di poesia in musica. Nei nove monologhi Claudia Gerini dà vita a personaggi tutti femminili, di fantasia ,  che accompagnano lo spettatore a scoprire momenti importanti della vita dell’artista o  a scoprire tratti e caratteristiche della sua personalità. Ecco la madre  che vede il figlio distruggersi con l'alcol, la sedicenne  che ancora ricorda l'amore con quel ragazzo tanto bello, divenuto cantante,  giusto qualche estate fa , la prostituta piena di amore, la barbona che raccoglie le confidenze del maestro, l'impiegata dell'hotel di Sanremo che prese l'ultimo messaggio di Luigi Tenco per il Califfo .....E poi, quasi condotti per mano, si arriva alle canzoni , tutte interpretate con maestria, padronanza ,e qualcosa di ammaliante, dall’attrice.

 e.p.i

 Da un’idea di Solis String Quartet, regia Massimiliano Vado, soggetto e testo di Stefano Valanzuolo canzoni Franco Califano, arrangiamenti Antonio Di Francia produzione IMARTS - International Music & Arts


Stampa  
P.IVA 11198081009
crediti