" La Chiave", a Canale Monterano. Tra eros e introspezione. Regia di di Tiziana Biscontini

 

In scena a Canale Monterano, al Teatro Maurizio Fiorani, sabato 5 novembre ore 21,00 e domenica 6 novembre ore 17,30 " La Chiave ", regia e adattamento di Tiziana Biscontini. Una chiave lasciata in bella vista chiude il cassetto dove Alberto nasconde il suo diario contenente tutti quei desideri carnali che non ha mai osato dire a Iris

 

Le corde poetiche e drammaturgiche di questa messinscena vibrano dell’eleganza e della profondità della scrittura di Jun'ichiro Tanizaki, autore del romanzo erotico “La chiave”, (da cui è stato tratto il famoso film di Tinto Brass) , testo che ha ispirato questo adattamento teatrale. Lo spettacolo è sì erotico, ma di alta introspezione psicologica; è a tratti drammatico, ma con un’istanza trasgressiva ed estetica di grande finezza. L’incomunicabilità, categoria base del lavoro teatrale, si trasforma nel suo potente contrario, diventando veicolo narrativo che svela le zone voluttuose più nascoste dei due protagonisti.

Una chiave lasciata in bella vista chiude il cassetto dove Alberto nasconde il suo diario contenente tutti quei desideri carnali che non ha mai osato dire a Iris. Quel diario che vuole disperatamente che sua moglie legga per farle conoscere le sue fantasie, i suoi pensieri più nascosti, le sue perversioni che prenderanno vita con un esito morbosamente intrigante. Alberto è un uomo con fantasie molto particolari, innamoratissimo di sua moglie, donna passionale e lussuriosa, che non riesce a soddisfare le proprie pulsioni con un marito che non ha mai amato.

La storia è alquanto ambigua, i due personaggi non manifestano mai apertamente le proprie idee, tutto è il contrario di tutto. I loro diari diventano un modo indiretto per comunicare e poter dire cose che non riuscirebbero a dirsi a voce. Ma in realtà, se il coniuge effettivamente legga il diario dell’altro non ha importanza, è piuttosto essenziale il meccanismo che si innesca nelle loro menti. Alberto è un feticista, ama osservare e fotografare nei minimi dettagli il corpo nudo di Iris mentre dorme profondamente. È un uomo che sta invecchiando e che soffre nel non poter soddisfare le esigenze della giovane moglie e allora.. quale miglior afrodisiaco per lui della gelosia? E qui entra in gioco Carlo, elemento chiave di tutta la pièce, che per scelta registica non compare mai sulla scena.

In questo lavoro, come in quasi tutti gli spettacoli di Tiziana Biscontini, è presente quell'elemento comunicativo di rottura attraverso il quale i personaggi si rivolgono inaspettatamente al pubblico, rendendolo complice con le loro confidenze. Una vicenda sensuale, torbida, a tratti anche tragica, ma densa di ironia, elemento imprescindibile per la regista. Il clima musicale anni 40 crea un’atmosfera di leggerezza, anche scenografica e di costume.

La Chiave

Adattamento e regia TIZIANA BISCONTINI con ROSMUNDA D'AMICO, FAUSTO CASSI

abiti di scena SYLWIA DOMBROWSKA, elementi scenografici ANTICO RIGATTIERE Chieti, Abruzzo foto di scena

Ass.Cult. FotografiAmo, Produzione Associazione Culturale Il Salto

05-06 NOVEMBRE 2022 sabato ore 21.00 domenica ore 17.30

TMF TEATRO MAURIZIO FIORANI, il teatro comunale di Canale Monterano in Via della scuola materna

SI CONSIGLIA LA PRENOTAZIONE 3286748785 3804620311


Stampa  
P.IVA 11198081009
crediti