“Un mondo da scoprire! “, la stagione 2022-23 del Teatro Vittoria

Parte il 20 settembre 2022 la nuova stagione del Teatro Vittoria di Roma. In cartellone 25 spettacoli in linea con cinque grandi temi: i giganti del Novecento, donne protagoniste, Musica, sostenibilità ambientale e metateatro. Tanti volti noti e anche nuovi talenti perchè il Teatro Vittoria vuole dare da sempre spazio ai giovani. Tra i numerosi titoli torna in scena “ Rumori fuori scena”, cavallo di battaglia della compagnia Attori& Tecnici. E sul palco torna la danza....

“Una stagione ricchissima quella del Vittoria che stiamo presentando. E lo dico con orgoglio e con entusiasmo. Dopo due anni di pandemia e sofferenza, si respira fermento nel settore, un grande risveglio , una maggiore consapevolezza dell’importanza del teatro. E confido che anche il pubblico senta la stessa spinta e abbia lo stesso ottimismo, per rinnovare il legame tra platea e palco. Perchè  questa è la magia del teatro”.

Con queste parole Viviana Toniolo, direttrice artistica del Vittoria, ha presentato il 10 giugno scorso , tra tanti amici e protagonisti della scena, quasi in una festa del teatro e per il teatro, il cartellone della prossima stagione:  bello, variegato, intenso, e attuale. Un percorso che alterna tradizione e scenari contemporanei per offrire al pubblico l’opportunità di sentirsi coinvolti e di riflettere, di vivere il teatro come occasione di crescita e condivisione, senza tralasciare il puro intrattenimento. Tranne alcune eccezioni, la scelta dei titoli della programmazione teatrale seguono cinque temi “ ai quali tengo molto”, come ha sottolineato Toniolo: i Giganti del 900, Donne protagoniste, Musica, Sostenibilità ambientale, Metateatro.

Il sipario del Teatro Vittoria si aprirà su  nuovi talenti, per incoraggiare i giovani e il teatro del futuro, e  su  tanti volti noti ,  protagonisti del teatro italiano, alcuni quasi di casa al Vittoria, altri che per la prima volta solcheranno questo palco. Tra loro Maria Rosaria Omaggio, Paolo Rossi, Claudia Gerini, César Brie, Mariangela D’Abbraccio, Giuseppe Pambieri e Carlo Greco, Maddalena Crippa, Paolo Hendel, Edoardo Siravo, Margherita di Rauso, Sara Valerio, Mario Incudine, Marco Simeoli, Piergiorgio Odifreddi. TRa i registi nomi come Monia Ovadia, Nicola Pistoia, Sergio Maifredi, Giovanni Anfuso, Gioele Dix, Peppino Mazzotta e Alessandro Benvenuti.

Ad ottobre, come di consueto, il Teatro Vittoria ospiterà gli spettacoli di Roma Europa Festival. E nel mese di maggio, per una settimana, il Teatro si colorerà idealmente di verde, con la 2° Edizione di “Una goccia nel mare?”. Un progetto ideato da Viviana Toniolo per promuovere la cultura della sostenibilità ambientale attraverso rappresentazioni, proiezioni e incontri di grandi personalità del mondo della scienza, della cultura e dello spettacolo. La stagione, inoltre, come sempre, comprende l’appuntamento pomeridiano del venerdì con i “Tè letterari”, condotti dal Prof. Marcello Teodonio.

 

Uno sguardo agli spettacoli

2022

Dal 20 al 25 settembre  , va in scena Il Colloquio, scritto e diretto da Marco Grossi , una commedia divertente e dissacrante sul mondo del lavoro, interrogandosi fino a che c siamo disposti ad arrivare per ottenere ciò che vogliamo....

Dal 23 settembre al 2 ottobre  , con regia di Cristiano Fagioli, coreografie Cristina Ledri e Cristiano Fagioli, arriva uno spettacolo di grande danza, Canova Svelato, una esperienza visionaria, una creazione ispirata all’arte del Canova (produzione RBR Dance Company).

Dal 4 al 9 ottobre , in programma L’inizio del buio, ispirato all’omonimo romanzo di Walter Veltroni, adattamento teatrale di Sara Valerio, regia di Peppino Mazzotta. Un lavoro centrato sulla vicenda di Alfredino Rampi e quella di Roberto Peci, e una analisi della tv del dolore.

Dall’11 al 16 ottobre viene riproposta una commedia divertentissima e piena di ritmo ...ma che fa anche riflettere: Non ti scordar di me, scritta e diretta da Chiara Bonome con Stefano Messina, Marco Simeoli e altri artisti. Un ‘opera che ruota sulla funzione della memoria ...perchè noi siamo quello che ricordiamo.

Dal 25 al 30 ottobre,   Certi di esistere, testo, regia e idea scenica di Alessandro Benvenuti. L’ambiente è il teatro e le sorprese sono tante...

Dall’1 al 6 novembre , atto unico di Paolo Coletta, una operetta buffa, con musica dal vivo a cura del Susette Bon Bon Jazz Trio, Napoli 1915.

Dall’8 al 13 novembre il palco si riempie di musica, quella del maestro Califano, con Claudia Gerini e i Solis String Quartet: Qualche estate fa, il titolo.  Vita, musica poesia del grande artista.

Dal 15 al 20 novembre N.E.R.D.s, testo e regia di Bruno Fornasari, battute sagaci e trovate sceniche senza esclusione di colpi....la famiglia e il rovescio della medaglia.

Dal 22 novembre al 4 dicembre Teorema Rana, di N. L. White. Cosa succede in un teatro in tempi di pandemia ? Dove potrebbero andare a finire i sussidi ?

Dal 6 all’11 dicembre, in scena la storia di “Musica Simeoli”, il negozio più famoso di Napoli con l’opera di Marco Simeoli Manca solo Mozart. Un racconto che abbraccia le storie di chi quel negozio l'ha frequentato. Matilde Serao, Muti, Murolo, Carosone, Totò. Una pièce divertente seppur condita dalla malinconia regalata dalle note. Una storia vera, grazie al nonno di Marco Simeoli.

 

2022-2023

 

Dal 15 dicembre all’8 gennaio, a grande richiesta , torna  in scena , per il 36 anno di repliche , l’inossidabile cavallo di battaglia della Compagnia Attori & Tecnici Rumori fuori scena. Una compagine di attori alle prese con uno spettacolo da mandare in scena tra equivoci, gag, dietro le quinte. Tra i protagonisti anche Viviana Toniolo , con la regia di Attilio Corsini.  Nel cast attori che hanno recitato questa opera da anni e anche esordienti.

Un viaggio tra parole, musica e immagini, per raccontare che il Pianeta Terra è la nostra Casa e soprattutto che ne siamo parte integrante. Testi e musiche da occidente a oriente e sullo sfondo foto e video per un’esperienza indimenticabile. Dal 10 al 15 gennaio di e con Maria Rosaria Omaggio.

Dal 17 al 29 gennaio 2023 Nota Stonata, di Didier Caron con Giuseppe Pambieri e Carlo Greco ,regia di Moni Ovadia: un incontro in camerino tra uno spettatore e un grande maestro d’orchestra, una crescente e inaspettata tensione drammatica fino al colpo di scena.

Dal 31 gennaio al 5 febbraio Anima Latina con Mariangela D'Abbraccio, che ci conduce in un viaggio musicale nel Sud del mondo, da Napoli a Buenos Aires, accompagnata al pianoforte da Massimiliano Gagliardi .E la musica incontra anche i grandi poeti.

Dal 7 al 12 febbraio è la volta di Barbablù, con Mario Incudine, regia di Moni Ovadia ...una favola antica ..ma anche la storia di un personaggio realmente esistito.

Dal 14 al 19 febbraio Attori& tecnici in Le sfacciate meretrici, Donne del Risorgimento Italiano, scritto e diretto da Chiara Bonome, un omaggio a tutte le donne che hanno contribuito a questo grande momento storico.

Pane e Libertà con Paolo Rossi, dal 21 al 26 febbraio , sogni e storie che aiutano a fare le proprie scelte. O non scelte.

Dal 28 febbraio al 5 marzo va in scena Boccascena di Cesar Brie e Antonio Attisani, testo scritto durante la pandemia, protagonista il teatro e la sua necessità.

Dal 7 al 12 marzo l’ironia di Paolo Hendel in La Giovinezza è sopravvalutata, per la regia di Gioele Dix. Riflessioni dolci amare sugli anni che passano.

Dal 21 al 26 marzo Una storia semplice di Leonardo Sciascia con Giuseppe Pambieri, Luciano Roman e Stefano Messina .Un giallo, un lavoro intenso e impegnativo che invita a una nuova consapevolezza.

Poesie, lettere e altre cianfrusaglie , un viaggio intorno alle opere di Wislawa Szymborska, poetessa polaca, Premio Nobel 1996. Con Maddalena Crippa, 27 marzo.

Dal 28 marzo al 2 aprile Il grande racconto dell’Astronomia per bocca di Piergiorgio Odifreddi, protagonista Albert Einstein. Edoardo Siravo in Falstaff e le allegre comari di Windsor, di William Shalespeare, versione e adattamento di Roberto Lerici ...ambientazione anni 20, un grande ritmo e musica....

Da 2 al 7 maggio in scena Marocchinate di Ariele Vincenti, di Simone Cristicchi e Ariele Vincenti: un viaggio nella Ciociaria del 1944 tra le violenze subite dalle donne dalle truppe marocchine grazie al “ diritto di preda”. Testimonianze, passato e presente...Regia Nicola Pistoia. 

Dal 9 al 14 maggio l’esordio dello spettacolo teatrale vincitore della Rassegna Salviamo i Talenti 2022 , obiettivo salvare il teatro di domani: Meridiani , con la regia di Chiarastella Sorrentino, incontri nel tempo... amicizia ....

 

Ester Ippolito

www.teatrovittoria.it

credit foto di scena 

Manuela  Giusto, Ruby Falomi, Pino Lepera 

 

E sulla pagina FB diBallareviaggiando.it  le foto  della presentazione della stagione 

https://www.facebook.com/ballare.viaggiando/posts/5481445968567642

 


Stampa  
P.IVA 11198081009
crediti