Debora Caprioglio è la Locandiera. Tra Goldoni e Moliere, tra seduzione e libertà

Frizzante e seduttiva, profonda e riflessiva ...una donna moderna che ama amare ed essere amata ma sogna e insegue la libertà. E' La Locandiera - Sogno teatrale. Da Goldoni a Moliere... un assolo creativo , protagonista Debora Caprioglio, penultimo appuntamento (27 agosto) della Rassegna di teatro e musica E...state al Wood, Parco Avventura di Fregene, direzione artistica Claudia Campagnola

Teatro puro, un testo complesso ,  proposto o in anteprima nazionale, nato dalla fusione tra La Locandiera , scritto da Carlo Goldoni nel 1750, e il Don Giovanni di Moliere, commedia rappresentata per la prima volta nel 1665, per la regia di Tiziana Biscontini che spiega..." La mia Locandiera vuole tradurre e di conseguenza tradire il personaggio convenzionalmente definito; quindi metto in scena una donna dal profilo fortemente inafferrabile ma che si distanzia dall'aspetto tragico del Don Giovanni mozartiano, esaltando invece quelle prerogative ludiche, vitali, istintive e della spietata seduzione che diventano tipiche di un carattere senza dubbio femminile".

Tra voci di sottofondo , intarsi musicali di pregio, una scenografia essenziale  fatta di un simbolico cavaliere e  panni bianchi,  simbolo del lavoro della locandiera , e che grazie al vento spontaneo della serata, hanno respirato di vita propria, la Caprioglio ha fatto rivivere al pubblico l'atmosfera della locanda , frequentata da nobili e cavalieri dediti al corteggiamento facile. Corteggiamento che  che Mirandolina gradisce ma che sa gestire benissimo senza cadere in nessuna rete .... perchè amare sì ma mai essere imprigionata.

Mirandolina, con la sua crinolina  e corpetto,  si rivela una donna con i suoi lati frivoli, che non accetta che un cavaliere  mostri distanza dal fascino femminile, ma che tiene fortemente alla sua identità e personalità. La sua personalità si confonde armoniosamente con la figura del Don Giovanni che ama con freddezza. Ma Mirandolina non ama il piacere per il piacere ma ama e rispetta se stessa.

La Caprioglio, in questa veste ,  si esprime al meglio , con passione e partecipazione , dialoga con verve, lancia messaggi e lezioni al femminile, accenna piccole coreografie, si muove sulla scena con destrezza da vera padrona della locanda. E della sua vita. " Da veneziana amo molto Goldoni , che ho interpretato spesso, e riconosco nei suoi personaggi femminili aspetti concreti e modernissimi.- ci racconta l'artista  a rappresentazione conclusa dopo aver fatto un bel pieno di applausi (nella foto con Claudia Campagnola, direttore artistico). " Così come è moderno il mio personaggio , rispetto ai tempi in cui è stata scritta l'opera , e rimane sicuramente un ever green. Il ruolo è senza dubbio impegnativo e affronto un testo molto vario con citazioni che vanno da Goldoni a Moliere a Kirkeegard. La nostra speranza è che i teatri torninoa riempirsi perchè  non esiste teatro senza pubblico".

Ester Ippolito

Foto Ballareviaggiando.it by Elio Ippolito

Video intervista  B&V

https://www.youtube.com/watch?v=ij6CbDWTKnY&list=UU8TXHHpDKXuQOiATky0hcfw&index=2&t=23s

L'ultimo appuntamento della stagione di E..state al Wood  sotto le stelle, sarà   il 4 settembre con Michele  la Ginestra in " M'accompagno da me".

www.parcoavventura.it


Stampa