Teatro Vittoria, un viaggio nel tempo con " Un amore a Roma tra il diavolo e l'acquasanta"

In scena fino al 25 ottobre al Teatro Vittoria “Un amore a Roma tra il diavolo e l’acquasanta”, scritto e diretto da Carlo Lizzani, una produzione Attori e Tecnici. Un lavoro impegnativo , frizzante e profondo , un viaggio tra varie epoche e amori, e sullo sfondo una Roma dalle mille sfumature. 

Un omaggio a Roma, un omaggio al teatro, spazio di gioco, di vita, di ruoli, di mille reinterpretazioni, e all’amore che, grazie a magie ed esoterismo, ma non solo,  riesce a travalicare i confini dello spazio e del tempo. Attraverso una recitazione scoppiettante e intensa , attori che danno vita a più personaggi,  scenografie essenziali ma  originali, giochi di ombre, un accompagnamento musicale di gran qualità, si snoda la storia di “Un amore a Roma tra il diavolo e l’acquasanta”, scritto e diretto da Carlo Lizzani, dal 1988 attore, scrittore e insegnante di teatro della compagnia Attori e Tecnici del Teatro Vittoria di cui lo spettacolo, in scena al teatro Vittoria fino al 25 ottobre è una produzione.

La pièce propone un viaggio nel tempo , dal 1300 in poi, tra amori collegati tra loro da magie e misteri, sotto l’egida dell’incontro con Mefistofele. Fausto e Margherita, la Papessa Giovanna e Frate Gilberto, Euridice ed Orfeo, due Maialini al Mattatoio, queste le coppie protagoniste. Il filo rosso è un legame eterno tra due anime innamorate che si cercano e si rincorrono  per l’eternità, assumendo nei secoli personalità caratteri e corpi diversi. Ma l’amore vero non resiste allo sguardo....e si riconosce.....

Sullo sfondo una Roma dai vari colori, frutto di storia e leggende: la Roma dei poveracci, i conventi, il Papato, il Carnevale e le sue maschere , il Mattatoio, il quartiere Testaccio fino al ritorno al teatro Vittoria, punto di riferimento del quartiere. Tutto torna al Teatro , realtà viva e che fa vivere , unisce attori e pubblico in tante avventure  e,  oggi, più di ieri , a rischio quotidiano per le incognite delle scelte istituzionali per il Covid.

Lo spettacolo , che unisce recitazione, musica, passi di danza, e una carrellata di epoche e personaggi, è il secondo spettacolo della ricca stagione del teatro Vittoria che ha scelto come tema dominante Roma e la romanità, per creare una vicinanza con il pubblico romano, incentivare la sua presenza e partecipazione e “ riaprire insieme il sipario” dopo mesi di silenzio.  

Infatti lo slogan che caratterizza la nuova stagione è proprio “Riapriamo insieme il sipario”. “ E’ una richiesta ai cittadini romani di sostenere la cultura e i teatri della loro città. Noi, per ricambiare, proponiamo la prima parte di stagione interamente dedicata a questa città reinterpretata e ricordata in vari generi  - le parole di Viviana Toniolo, direttrice artistica dello storico teatro.

Ester Ippolito

Foto Ballareviaggiando by Elio Ippolito

teatrovittoria.it 

 

UN AMORE A ROMA TRA IL DIAVOLO E L’ACQUASANTA Viaggio dell’amore, attraverso i secoli, tra i misteri e le magie della Città Eterna. scritto e diretto da Carlo Lizzani con Simone Balletti , Valerio Camelin , Chiara David,  Virginia Della Casa,  Stefano Dilauro

coreografie e costumi di Maria Grazia Sarandrea

aiuto regia Sergio Gallone ,luci Alessandro Pezza

dal 17 al 25 ottobre 2020 (h 21.00, domenica 18 e 25 h 17.30, mercoledì 21 h 17.00)


Stampa