Torna "E...state al Wood” Fregene 20.20. Dal 10 luglio al 7 agosto

Il Teatro è una zona franca della vita, li si è immortali“ ( Vittorio Gassman). Nella giornata della riapertura  dei teatri, 15 giugno, dopo il lungo periodo di buio, Parco Avventura di Fregene e Ass.cult. Rondini annunciano la seconda edizione di “E...state al Wood” Fregene 20.20, al Parco Avventura di Fregene, nota località marina a pochi km da Roma. Una rassegna di teatro e musica che illuminerà  , dal 10 luglio al 7 agosto, di colore, emozioni e note il litorale tirrenico. Direzione artistica Claudia Campagnola.

In totale cinque spettacoli, dal 10 luglio al 7 agosto, che animeranno  le magiche notti d’estate di turisti e residenti. Come lo scorso anno, in una suggestiva cornice tra gli alberi della grande pineta di Fregene vanno in scena il teatro e la musica, con una rassegna che si riveste di particolare simbologia per gli artisti coinvolti e per il mondo dell’intrattenimento dal vivo. In un periodo cosi complesso e delicato, quest’anno più che mai, da parte di tutti, c’è il desiderio, ma anche il bisogno, di passare qualche ora spensierata e condivisa, nel rispetto delle regole rese necessarie dal desiderio di offrire la massima sicurezza. Su questo aspetto ha particolarmente lavorato tutta l’organizzazione della rassegna- direzione artistica Claudia Campagnola-  mettendo a punto un’ospitalità attenta ad ogni minimo dettaglio, che sarà in grado di accogliere il pubblico con il piacere di sempre e la certezza di passare belle serate, serene e divertenti, come ci si aspetta da uno spettacolo estivo.

La rassegna partirà il 10 Luglio con un’anteprima nazionale, “Chiamatemi Mimì“ , omaggio alla grande Mia Martini. Il testo è stato scritto da Paolo Logli, raccontato da Claudia Campagnola e coraggiosamente cantato per la prima volta da una voce maschile, quella di Marco Morandi.

Il 17 luglio sarà la volta di Andrea Perrozzi e del suo “Cantastelle” , scritto insieme a Manuela D’Angelo. Un cantastorie tra i grandi cantautori, un viaggio emozionante tra gli astri della musica italiana.

La manifestazione proseguirà poi venerdì 24 luglio con “Domani si recital“ , spettacolo interpretato da Marco Morandi e Claudia Campagnola, con il maestro Giorgio Amendolara al piano. Un cantante e un’attrice raccontano in chiave ironica la preparazione di un imminente debutto.

Venerdì 31 luglio andrà in scena “Così è la vita” con Roberta Albanesi, anche autrice assieme a Bruno Stanzione e Angelo di Palma. Un recital con brani inediti e non che consacrano il sodalizio di Roberta Albanesi con il Puff di Lando Fiorini.

La rassegna si chiuderà il 7 agosto sotto le stelle, nel preludio della notte di San Lorenzo, con lo show dei Favete Linguis . Stefano Fresi, Toni Fornari ed Emanuela Fresi si propongono al pubblico con il loro “meglio di”. Sketch comici e acrobazie vocali di tre meravigliosi artisti costantemente acclamati dal pubblico.

 

Parco Avventura, Via della Veneziana snc, a Fregene, info e prenotazioni 3245576210 prenotazione online sul sito www.parcoavventurafregene.it (voce acquista biglietti)

Spettacoli ogni venerdì, dal 10 luglio al 7 agosto 2020. Biglietto unico: 12 euro, ingresso omaggio per bambini al di sotto dei 140 cm. Per ulteriori informazioni contattare la mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

"Restaurare la tela A New York, in un tardo pomeriggio, vado a prendere un tè con un’artista piuttosto singolare, che lavora in una banca d’affari a Wall Street. Un giorno, ha fatto un sogno: doveva recarsi in 12 differenti luoghi del pianeta e, nella natura di ciascuno di essi, realizzare un’opera pittorica o una scultura. Finora ha portato a compimento quattro opere. La donna mi mostra le foto di una di esse: un indio scolpito in una caverna in California. Mentre attende di ricevere i segnali attraverso i sogni, continua a lavorare in banca, in modo da procurarsi il denaro necessario per viaggiare e terminare la propria impresa. Le domando perché lo faccia. “Per mantenere il mondo in equilibrio“ risponde. “Può sembrare una stupidaggine, ma esiste un sottile elemento che unisce tutti gli esseri umani, e noi possiamo migliorare o peggiorare il suo stato attraverso i nostri comportamenti. Possiamo salvare o distruggere moltissime cose con un’azione, con un semplice gesto apparentemente inutile. Magari i miei sogni sono soltanto delle stupidaggini, Tuttavia non voglio correre il rischio di non seguirli: per me le relazioni fra gli uomini sono come un’immensa e fragile ragnatela. Con il mio lavoro, io tento di rammendarne alcune parti”.

Paulo Coelho Sono come il fiume che scorre Pensieri e riflessioni 1998-2005


Stampa