"NERO...COME UN NOIR", IMPROVVISAZIONE E SUSPENCE

" Nero ...come un noir", spettacolo di improvvisazione teatrale, a cura della compagnia Alkimedia,  in scena al Teatro Testaccio  di Roma il 22 marzo: suggestioni, atmosfere metropolitane, bische, misteri, detective e lady dark. Tutto in un gioco di squadra , un quartetto di attori che improvvisa creando storie ispirandosi  ai classici film noir anni 40. Nebbie, buio, luci notturne e sfocate  e il suono di un sassofono....

“Nebbie dense, luci notturne, vicoli bui, bische clandestine, fumo di sigaretta, cocktail e pistole alla mano, detective alla ricerca della verità e seducenti dark lady, musica di sottofondo, un sax allusivo e malinconico per un cocktail nero...come un noir.” E’ questo l’ambiente dello spettacolo di improvvisazione teatrale “ Nero...come un noir”, in scena al teatro Testaccio venerdì’ 22 marzo (21,30) a cura della compagnia Alkimedia , da un progetto di Luciano Riviello. Ispirandosi all’atmosfera dei   classici noir americani, sotto l’onda della passione per questo genere intrigante, nascono sul palcoscenico storie che che si m odellano piano piano scaturendo dalla creatività e arte degli attori e che coinvolgono il pubblico e che lo sorprendono.....  “ L’improvvisazione teatrale è un’arte molto completa e complessa- ci racconta Marta Nuccetelli ,una delle attrici Noir della compagnia Alkimedia. ”Prevede che ogni singola persona sia allo stesso tempo, e in tempo reale, regista, attore, scenografo e anche sceneggiatore di quanto accade sulla scena insieme ai suoi compagni. Un gran bel gioco di squadra”.

Alkimedia Teatro- ancora Marta- è una compagnia teatrale composta da quattro attori/ improvvisatori, due donne e due uomini, tutti con caratteristiche artistiche composite. Il progetto Nero come un Noir nasce nell’aprile dello scorso anno, da un laboratorio condotto a Firenze da Andrea Mitri. Da qui l’idea e la messa in opera di questo spettacolo , già andato in scena a dicembre al teatro di Porta Portese , durante la rassegna Magma, con un buon successo di pubblico. Per questo, spinti dalla nostra passione, torniamo in scena al teatro Testaccio, abbiamo in agenda altre date per culminare nella partecipazione al Festival del noir di Tolfa il prossimo ottobre”.

Un programma denso sulla scia della suggestione del noir ..” Sulla base di una passione proviamo il gusto della sperimentazione e della narrazione improvvisata che si fa sempre più ampia. Personalmente amo molto questo genere di film, li ho visti fin da piccola con grande attenzione e gusto,per questo la possibilità di creare una storia con queste suggestioni mi ha appassionato subito. Quelle atmosfere, i personaggi, le dinamiche e le modalità con la quale i dialoghi vengono costruiti, tutto questo rappresenta una grande sfida”.

Il genere noir, che fiorisce negli anni 40, delinea   "un mondo dove le ombre si addensano e rubano terreno alla luce, e le apparenze nascondono spesso realtà ben diverse.. .Si privilegiano location esterne, strade, città, la recitazione diventa più nervosa e realistica, e si fa luce su due nuovi caratteri: l’investigatore privato, che si porta dietro il peso di un passato di delusioni ma che non vuole arrendersi di fronte all’immoralità e all’irrazionalità del mondo, e la dark lady, tentatrice fascinosa" ( fonte Beatrice Balsamo)..

Pronti a condividere una storia piena di suspence di cui non possiamo anticipare niente? Colonna sonora il suono di un sassofono (Natalino Frijia) che accompagna  le avventure noir ....

e.i.

SPETTACOLO DI IMPROVVISAZIONE TEATRALE

22 marzo 2019

ore 21.30

Teatro Testaccio

Via Romolo Gessi 8

da un progetto di Luciano Riviello

con

Chiara Benvenuti

Enrico D'Agata

Marta Nuccetelli

Luciano Riviello

Accompagnati dalla voce jazz del sassofono di

Natalino Frijia

alla tecnica

BarbaraSperandii

Barbara Bevilacqua

Fotografie

Eliana Lacopo

Info e prenotazioni:

https://goo.gl/forms/YW23noq0QgDCxgy22

388 98 24000 (anche via sms)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prezzo 8€ + 2€ (tessera del teatro)


Stampa