Bruno Filippini, 50 anni di carriera e un nuovo singolo…dedicato a Roma

Bruno Filippini, la voce del “Sabato sera”, festeggia  50 anni di attività, di musica e di canzoni. “Per me la musica è tutto- dichiara-. E lancia  un nuovo singolo dedicato a Roma presentato in anteprima a Gold Tv, Festival Italia in Musica


di Elio Ippolito


1963-2013: 50 anni di carriera  musicale per Bruno Filippini,la voce che sorride”, star degli anni 60.  Ha iniziato da giovanissimo  a calcare i palcoscenici musicali più importanti, dal Festival di Castrocaro (1963) a Sanremo (1964 e 1965), a Un Disco per l'estate (1964), al Cantagiro (1968)... coltivando il suo talento naturale con un curriculum di studio di tutto rispetto (Scuola di Santa Cecilia). La sua voce è ancora oggi  intatta, bella e fresca, e caratterizzata da timbri di tenore leggero che gli consentono l'interpretazione di brani ad altissimo livello. Dalla famosissima “Sabato sera”, considerata dallo stesso Filippini “ un marchio di fabbrica”, tanto è stato costruito dal cantante romano che, oltre al mondo della canzone leggera,  ha attraversato il mondo del cinema partecipando  ad alcuni importanti film come cantante ed attore (" Romeo e Giulietta" di Franco Zeffirelli, "Le streghe" di Luchino Visconti) e ha prestato la sua voce nei doppiaggi di famosi lungometraggi animati della Disney, come Biancaneve e i sette nani, nel ruolo del Principe, e La spada nella roccia, nel ruolo del bardo che introduce col suo canto la narrazione. "Romeo e Giulietta di Zeffirelli è stato un autentico capolavoro e per me è stato  un onore parteciparvi " . La storia di Romeo e Giulietta, nella sua universalità, è rimasta nel cuore di Filippini che non si è fatto sfuggire l’occasione di vedere al Gran Teatro  di Roma la versione di Zard della bella  storia d’amore.  “Sono venuto appositamente per andare indietro nella memoria a quando cantavo  nel film di Zeffirelli  alla festa dei Capuleti “Ai giochi addio”, con la musica di Nino Rota, e per rivivere quelle atmosfere".

L’attività del cantante continua a essere intensa dopo moltissimi anni di piano bar  in località di prestigio come  Cortina,  al Vip Club, e  Portorotondo all'Hotel Sporting. E recentemente lunghe estati passate a cantare in Puglia (Riva dei Tessali)  con grande soddisfazione, più serate e passaggi televis : ultima recente apparizione su Rai 1, Uno Mattina Magazine, con Lorella Landi (foto in apertura) con la canzone “Sabato Sera” scritta da Pallesi/Malgoni e una presenza quasi costante a Gold Tv  nel programma Festival Italia in Musica, dove ha presentato  in novembre in  anteprima il suo nuovo singolo dedicato a Roma “Roma sempre de più”.  La canzone è stata riproposta  presso il ristorante “Il Fontanone”, Eur, gestito da Bruna Francesconi, nel corso di un concerto che  ha dato   il via  ai festeggiamenti  dei  suoi primi 50 anni. Filippini ha parlato di sé,  dei suoi successi e dei suoi tanti viaggi, offrendo al pubblico tanta musica: da “Sabato  Sera” , “La felicità", a “L’amore ha i tuoi occhi”,  da classiche canzoni americane a famosi brani  italiani fino agli  immancabili anni 60,  scatenando le danze degli appassionati.  "Per me cantare è tutto, non potrei farne a meno- sottolinea il cantante- e amo regalare la musica al mio pubblico, perché la musica è di tutti. Sono molto felice di questa ultima canzone, la prima da me dedicata alla bellezza della mia città (“Roma sempre de più”) , su musica mia e del maestro Puglisi che ha curato anche gli arrangiamenti nuovissimi  e parole  dell’amico Gualtiero Bruno, autore di sonetti romani. E’ una canzone molto sentita, coinvolgente, con una gran bella melodia e  bellissime parole”. Progetti e nuove idee, dunque, ma anche una serena nostalgia degli anni 60 riportati alla mente  nella loro freschezza proprio dagli interventi recenti di Rita Pavone in televisione (“Porta a Porta”) ricordando il suo  flirt giovanile con Filippini. “Rita Pavone  è stata la mia prima fidanzatina -rimarca il cantante- e mi ha fatto piacere che  abbia ricordato questo momento. Tra di noi ci fu un lungo scambio di corrispondenza, in quegli anni internet e telefonini erano al di là di ogni immaginazione. Sono tornato indietro a un periodo pieno di  entusiasmo e  aspettative".

Bruno Filippini  è  su facebook

Videocorrelati in Video Gallery, sezione Musica


Stampa