Solo Blue, Solo Baglioni

Uno spettacolo  unico, organizzato dalla compagnia aerea italiana  Blue Panorama,  che ha richiamato  il cantante sul palcoscenico  dal suo “buen retiro” dopo il   lungo tour mondiale. Una bellissima musica tra presente e passato.

di Ester Ippolito

Luci soffuse, sfumature blu cielo, un pianoforte, due chitarre, una pianola, e silenzio. Ma tutto  si anima all'istante  con l'arrivo  di Claudio  Baglioni  sul palcoscenico  che inizia  a cantare  e suonare, passando con disinvoltura da uno strumento all'altro, e a parlare di sé  e del mondo, delle cose semplici che ispirano  talvolta  una canzone, delle cose  più  pesanti che affliggono  il mondo di oggi. Con affabilità, disponibilità  e spirito. “Solo” Baglioni,  con tutto il suo pubblico. 

E' “ Solo Blue”, uno spettacolo esclusivo, organizzato dalla compagnia aerea italiana  Blue Panorama (Auditorium Santa Cecilia, Roma, 24 febbraio) per i suoi amici, passeggeri e ospiti, per regalare un altro volo, oltre a quelli che il vettore offre costantemente al pubblico  per raggiungere i posti più belli del mondo. Un volo musicale “altrettanto imprevedibile e affascinante” come il volo  aereo. E come  sottolinea lo stesso Baglioni: “Poche cose hanno così  tanto in comune  quanto una canzone e un volo. Suonare (così come ascoltare  musica), in fondo, è solo un altro modo di volare”.
Lo show  è stato  il   frutto di un forte legame   di amicizia  e di collaborazione tra il cantante e la compagnia aerea, nato  e consolidato in vista  del progetto O'SCia a Lampedusa, appuntamento annuale voluto da Baglioni per richiamare l'attenzione di istituzioni e politici sul tema dell'immigrazione. “Un modo per stare insieme, per una serata di grandi emozioni, come solo sa dare  la musica di un compositore che ha fatto la storia della musica italiana. Nel Mondo e Per il Mondo -  ha sottolineato  per l'occasione il presidente di Blue Panorama Franco Pecci. 

 Esclusivo ed eccezionale

Lo spettacolo, oltrechè esclusivo, è stato  anche eccezionale perchè  ci ha concesso di ascoltare il grande Baglioni nonostante il suo periodo di ritiro, annunciato al concerto di Capodanno a Roma,  per  pensare a nuovi progetti, un cd di inediti, e del quale dice:  "Sono chiuso in casa e dentro me da un po' di tempo". La decisione di un periodo di  fermo e riflessione  è nato   dopo l'impegno della sua  lunga  tournée mondiale “Per il mondo” dei mesi scorsi, che lo ha portato a cantare  in trenta città  di venti paesi paesi diversi,  e in cinque continenti: da Montreal  a Bruxelles, da Buenos Aires  a Bogotà, da New York a Pechino, da Melbourne a Vienna, dal Cairo a Dubai....  Frutto di questo giro del mondo  un grande bagaglio umano  e un cd registrato nel tempio della musica rock, il Royal Albert Hall di Londra. “ Un' esperienza  irripetibile - afferma Baglioni. "Andare per il mondo vuole dire  portare via sguardi della gente e lasciare qualcosa di sé.  Irripetibile – aggiunge - anche perché  è stata  una grande ammazzata: 140.000 chilometri in 292 giorni ...”

Musica, tra presente e passato

E  via con la musica, una voce calda  e in armonia, una incursione  nel  presente, e una nel passato che non deve mai essere abbandonato...   E tu come stai,  Poster,  Avrai, la canzone dedicata al figlio... “ E meno male - commenta  Baglioni - che  noi cantanti siamo in generale poco prolifici...”. E ancora la mitica “Signora Lia”, la prima canzone firmata Baglioni, Niente Più, Con tutto l'amore che posso, Mille giorni di te e di me, Porta Portese, La vita è adesso, Amore bello, Questo Piccolo grande amore...  parole e musica che ti riportano indietro. Stupenda, poi, l' interpretazione di alcuni brani anni 60, già  oggetto di un  Cd del cantante di qualche anno fa dove  aveva raccolto i brani più belli degli artisti del tempo. “Rinnovo l'omaggio  alla tradizione italiana di questi anni, ricchi di dinamicità e  di una musica  semplice e genuina”.
Ed ecco le note di Sergio Endrigo, Pino Donaggio,  Luigi Tencotra i personaggi più sensibili”, e “Se telefonando” di Morricone.

Un solo mondo

Tra tanta bellissima musica, infine, un momento di riflessione  sul  mondo  che ci  circonda  con i suoi echi di guerra, le sue lotte, le  sue difficoltà, con la sua    “ emergenza drammatica che sconvolge il Mediterraneo e molti popoli vicini di casa”. "Questi non sono momenti del tutto sereni - afferma Baglioni dal palcoscenico - dobbiamo uscire dal nostro giardinetto, prestare attenzione agli altri, anche se è davvero difficile  essere  un solo mondo”. Da qui un canto appassionato  e beneaugurante, Buona Fortuna, dedicato  all'umanità.     

 --------------------------------------------
Le destinazioni raggiunte  da  Blue Panorama: Cuba, Messico,Repubblica Dominicana,
Aruba, Antigua, Curacao, Giamaica, Thailandia, Egitto, Kenya, Myanmar, Zanzibar.
Blu Express, marchio low cost del gruppo, vola  da Roma a Catania, Palermo, Lamezia Terme, Brindisi, Torino, Genova, Nizza, Istanbul. Da Milano  per Istanbul, da Torino a Roma, da Catania a Roma , Bari e Cagliari.  E per l'estate 2010   altri voli da Roma per Lampedusa e  Pantelleria, Spagna,  Baleari, isole Greche.  
 


Stampa