Mary Poppins, una storia inglese con un po' di 'cuore' italiano

La prima produzione italiana del musical “Mary Poppins” debutta al Teatro Sistina, 'tempio' della commedia musicale a Roma, dopo il grande successo dello scorso anno a Milano. “Confrontarsi con la grande offerta di spettacoli della capitale non è facile, ma i segnali sono fortemente positivi, con oltre 20 mila biglietti già venduti “, ha anticipato il produttore Alessandro Padovan durante la presentazione alla stampa dello spettacolo, che sarà in scena nella capitale dal 17 ottobre al 6 gennaio, per poi tornare a Milano (Teatro Nazionale CheBanca!) dal 30 gennaio al 15 marzo 2020.

Tra i fiori all'occhiello della versione italiana ci sono gli effetti speciali e la scenografia, ma anche l'inserimento di canzoni originali, di due nuovi personaggi femminili nati con l'edizione romana del musical, e le coreografie curate da Gillian Bruce (nella foto accanto al regista e al produttore), inglese sposata con un italiano. “Sono inglese come l'autrice del libro, colei che ha inventato questa storia indimenticabile – sottolinea la coreografa – e all'inizio ero molto spaventata perchè nel mio paese Mary Poppins è davvero importante. Ho cercato di miscelare nelle giuste dosi le caratteristiche inglesi del romanzo e il 'cuore' tipicamente italiano”. Con sette mesi di programmazione, 200 repliche e 200.000 spettatori nella sola città di Milano, “Mary Poppins” è stato il musical di maggiore successo dell’ultima stagione teatrale. La versione italiana del musical è prodotta da WEC (World Entertainment Company), con un cast di 32 attori e ballerini selezionati con un’audizione nazionale e una grande orchestra dal vivo diretta da Andrea Calandrini. Ha debuttato a Milano al Teatro Nazionale CheBanca! ed è stato in scena dal 13 febbraio fino al 13 maggio 2018 e dal 5 ottobre 2018 al 27 gennaio 2019.

In questo spettacolo, frutto di un grande lavoro di squadra, c'è qualcosa in più rispetto al film 'storico'rileva il regista Federico Bellone, che ha al suo attivo spettacoli di grande successo nonostante la giovane età -. Oltre alle canzoni create ad hoc per il musical, che si aggiungono a quelle famosissime della versione cinematografica, abbiamo tra i punti di forza gli effetti speciali che riusciranno a stupire il pubblico, la scenografia simile ad un acquerello che prende vita, e anche due nuovi personaggi interpretati da due grandi attrici romane, Donatella Pandimiglio e Simona Patitucci, due camei che arricchiscono e danno carattere allo show. Tutti hanno bisogno di amore: questa è la chiave di lettura che ho voluto dare al mio show, pensando soprattutto ai racconti di Pamela L. Travers.

Ad interpretare la bambinaia più famosa del mondo è la giovane Giulia Fabbri (nella foto con Davide Sammartano, che interpreta Bert): “Il ruolo è molto impegnativo – commenta l'attrice -, anche perchè è impossibile prescindere dal film, di cui sono una grande fan e che conosco a memoria”. Un personaggio totalmente nuovo, creato per lo spettacolo di quest'anno a Roma è quello della “vecchietta dei piccioni”, interpretato da Donatella Pandimiglio (nella foto con Simona Patitucci durante la presentazione alla stampa). “ E' un piccolo ruolo - commenta l'attrice – ma sono davvero contenta di esserci”. Soddisfatta anche Simona Patitucci, che porta nel musical un tocco di 'romanità': “il mio personaggio, mrs. Corry, è nel libro ma non nel film – precisa l'attrice -. Una partecipazione divertente, nella quale utilizzo un linguaggio particolare, creato ad hoc per questo ruolo”. Nella parte dei bambini della famiglia Banks, al centro della storia di Mary Poppins, Margherita Rebeggiani e il piccolo Riccardo Antonaci, entrambi già volti noti di televisione, teatro, cinema e musica.

Un racconto intramontabile, dal primo libro della Travers al Sistina, passando per Disney

Saranno in molti a lasciarsi affascinare dalla magica storia della tata più celebre del mondo in uno show  ricco di effetti speciali e coreografie, ma anche di celeberrime canzoni come “Supercalifragilistichespiralidoso”, “Cam caminì”, “Com'è bello passeggiar con Mary” e “Un poco di zucchero”. La versione teatrale di Mary Poppins è un riadattamento dei racconti di P.L. Travers e dell'amato film di Walt Disney con Julie Andrews del 1964, che vinse ben 5 Oscar e che ha avuto un suo sequel nel 2018. Il musical è stato co-creato da Cameron Mackintosh con un libretto firmato da Julian Fellowes (Oscar® per “Gosford Park” e creatore di “Downton Abbey”). Alla colonna sonora di Richard M. Sherman e Robert B. Sherman si sono aggiunti nuovi brani e testi per la trasposizione teatrale dai compositori George Stiles e Anthony Drewe (entrambi vincitori dell’Olivier Award). Mary Poppins è prodotto da Thomas Schumacher per Disney Theatrical Productions, la divisione di Disney che ha portato a teatro i grandi classici “The Beauty and The Beast”, “The Lion King” e “Aladdin”, e da Cameron Mackintosh, produttore inglese noto per spettacoli come “Cats”, “The Phantom of The Opera” e “Les Misérables”. Disney Theatrical Productions e Cameron Mackintosh hanno supervisionato ogni aspetto anche di questa versione italiana del musical.

Il regista Federico Bellone ha già curato “Newsies” della Disney, “Dirty Dancing” in Inghilterra, “A Qualcuno Piace Caldo”,mentre la coreografa Gillian Bruce ha al suo attivo “Newsies” della Disney, “Frankestein Jr.” “La Vedova Allegra” per il Teatro alla Scala. La produzione italiana dello show, WEC - World Entertainment Company, ha già prodotto le versioni in lingua italiana di “Newsies” della Disney, “American in Paris” e “West Side Story”, e presentato in Italia show internazionali come “Cats”, “Parsons Dance”, “Il Lago dei Cigni on Ice”, “Matthew Bourne’s Sleeping Beauty”. La produzione originale di “Mary Poppins” ha debuttato nel West End nel 2004 e a Broadway nel 2006. Lo show è andato in scena anche in Australia e Nuova Zelanda e una versione tour ha girato negli Stati Uniti e in Gran Bretagna. Lo spettacolo è stato visto da più di undici milioni di persone e da ottobre 2019 tornerà nuovamente nel West End.

“Mary Poppins” racconta la storia della famiglia Banks che vive in una casetta a Londra in Cherry Tree Lane. Il signore e la signora Banks attraversano un momento difficile perché i figli, Jane e Michael, sono incontrollabili e hanno bisogno una nuova tata. Jane e Michael hanno le idee chiare su quella che dovrebbe diventare la loro bambinaia ideale, mentre i genitori e, in particolare, il signor Banks esigono una persona molto rigorosa e severa. Quando una giovane donna misteriosa di nome Mary Poppins appare alla porta di casa, la famiglia scopre rapidamente che è la risposta a tutte le loro preghiere, anche se nel modo più originale. Mary Poppins accompagna i bambini in tante avventure magiche e indimenticabili, ma Jane e Michael non sono gli unici a trarre beneficio dalla sua presenza. Anche gli adulti possono imparare una lezione o due da questa bambinaia molto speciale, ricordando che tutto puo’ accadere se ci credi!

Livia Rocco

 

(foto di scena di Alessandro Pinna, foto della conferenza stampa di Ballareviaggiando) 

info marypoppinsilmusical.com

facebook marypoppinsil musicaloff

instagram marypoppinsilmusical/

 

 


Stampa