La sesta edizione del festival flamenco tra innovazione e tradizione

Esibizioni di alto livello in prima nazionale sono protagoniste del festival del flamenco, ospitato all'Auditorium della capitale dal 5 all'11 ottobre, con un'anteprima del bailaor Israel Galvan l'8 settembre. La sesta edizione - a dieci anni dal debutto della rassegna romana - punta sul connubio tra tradizione e innovazione, proponendo un viaggio nel ballo, nella musica e nel canto gitano-andaluso, aperto a contaminazioni ed esperimenti


di Livia Rocco

Il flamenco torna al centro della scena all’Auditorium Parco della Musica di Roma, dal 5 al l’11 ottobre, con la sesta edizione di ¡Flamenco! La maggior parte degli spettacoli sarà rappresentata in prima nazionale, e in occasione della kermesse gli artisti Dias & Riedweg, per la prima volta a Roma, esporranno le loro opere con la mostra Peñas de Pena, negli spazi dell’AuditoriumArte dal 2 all’11 ottobre.

Come anteprima della rassegna dedicata all’arte gitano-andalusa, una serata d’eccezione martedì 8 settembre: Israel Galván con il suo nuovo “Solo”, in prima italiana. Il grande bailaor, che incarna appieno la ricerca d’avanguardia condotta sul flamenco classico, si esibisce negli spazi insoliti del Foyer Sinopoli. “Solo” è una personalissima riflessione sul ballo flamenco totalmente priva di musica e canto. Galván si fa protagonista di un’esperienza radicale, tra innovazione e tradizione, in cui il bailaor è il solo e unico signore del palcoscenico, senza nessun altro supporto. Ballando per 50 minuti da solo, mi sento completamente libero – commenta Galvan - . E’ un’esibizione pura, vera, in cui utilizzo il mio corpo come strumento musicale e mi apro a tutto ciò che accade intorno a me. E’ anche un modo per essere più vicino al pubblico e guardare le persone negli occhi, cosa che sul palcoscenico non si può fare”.

Il Festival, prodotto dalla Fondazione Musica per Roma con il sostegno dell’INAEM Instituto Nacional de las Artes Escénicas y de la Música, sotto la direzione artistica di Juan Angel Vela del Campo, propone anche quest’anno un cartellone con nomi di assoluto prestigio e prime esecuzioni, confermandosi come una delle maggiori manifestazioni internazionali legate alla cultura popolare spagnola. Quest'anno si è deciso di puntare su artisti emergenti e proposte innovative ma rispettose della tradizione.

“Apre le danze la storica Casa Patas – il Tablao di riferimento di Madrid – con uno straordinario quintetto che rende omaggio all’essenza del flamenco: canto, ballo, e chitarra – illustra il direttore artistico del festival, Juan Angel Vela del Campo -. Sara Calero è una figura rappresentativa delle ultime generazioni di danzatori. Miriam Mendez combina il flamenco con Bach, Mozart e generi musicali più audaci. Ma non è tutto, perché insieme a lei andrà in scena una bailaora italiana da togliere il fiato: Irene, la Sentìo. Rosario la Tremendita e Mohammad Motamedi fondono con fantasia e rigore il flamenco e la musica persiana in una coproduzione tedesco-olandese. Il pianista Pablo Ruben Maldonado sorprende gli spettatori nei concerti di ‘Flamenco en el backstage’ ospitati dal mercato madrileno di Anton Martin. A Roma è accompagnato dalla ballerina messicana Karen Lugo. Le Ninjazz Tap Toc uniscono jazz, flamenco e tiptap con l’aiuto di un percussioista romano. E per finire Maria Gallardo del Rey e Miguel Angel Cortés – due geni della chitarra classica e flamenca – uniranno le proprie forze in una serata destinata a lasciare il segno. I due musicisti ospiteranno la celebre cantaora gitana Esperanza Fernandez, che aveva inaugurato l’edizione del 2007 con un recital memorabile”.

A dieci anni dal debutto della rassegna romana, il viaggio nel cuore del flamenco continua!

 

Programma

 

Anteprima del Festival Flamenco

8 settembre

Foyer Sinopoli

Israel Galván

“Solo” - Prima italiana

Festival 5 -11 ottobre

Sala Petrassi, ore 21

5 ottobre

Casa Patas a Roma.

Una muestra autentica de tablao flamenco

6 ottobre

Sara Calero

"El mirar de la maja" - Prima italiana

7 ottobre

Miriam Mendez

“Flamenco’s Seduction” - Prima italiana

8 ottobre

Rosario La Tremendita y Mohammad Motamedi

“Qasida” - Prima italiana

9 ottobre

Pablo Rubén Maldonado

“Fuera de la realidad” - Prima italiana

10 ottobre

NinJazz -Tap toc

Armonie Jazz e ritmi flamenchi - Prima italiana

11 ottobre

Miguel Ángel Cortés y José María Gallardo el Rey

“Lo Cortés no quita lo Gallardo” - Prima italiana

Mostra

Dias & Riedweg

“Peñas de Pena”

Mauricio Dias & Walter Riedveg espongono per la prima volta a Roma

2 – 11 ottobre

AuditoriumArte

Info: www.auditorium.com

06-80241281


Stampa