Stefano Campagna , la forza della pizzica per tornare a danzare tutti insieme

Un bellissimo sorriso, energia ed eleganza nei movimenti, disponibilità e cuore aperto, la danza popolare come passione e la pizzica a testimonianza di energia vitale da trasmettere :potrebbe essere questo il biglietto da visita di Stefano Campagna, giovane danzatore di danze tradizionali italiane, che ha già un percorso intenso da raccontare.

Tante esperienze, dai laboratori alle performance su palchi italiani e internazionali, le piazze, danzatore de La Notte della Taranta  (prossima edizione in calendario il 22 agosto 2020 ndr )per quattro edizioni (dal 2016), e anche insegnante con corsi a Roma , Castro dei Volsci , Carsoli e altre sedi, nei quali , partendo sempre dalla pizzica - tradizione , ritmica, gestualità, improvvisazione- si procede anche a far apprendere le altre Danze del sud , sottolineandone le differenze e i vari significati legati ai rispettivi  territori (tammurriate, tarantelle).

Ma come sta superando un giovane danzatore questo periodo così sospeso ,così immoto, fatto di attesa,  a causa del Covid19?

“Stiamo vivendo tutti indistintamente un periodo veramente difficile! –le sue parole. “Prendere questa lunga pausa da tutto quello che è la nostra vita, la danza, lezioni, spettacoli e tournée bloccate. Molto spesso abbiamo dei ritmi che non ci concedono di riflettere e concentrarsi su noi stessi, bene ora è il tempo di farlo. Per quanto mi riguarda ,cerco di mantenermi il più possibile attivo fisicamente e mentalmente in allenamento. Al momento tutti progetti in fieri sono sospesi e in stand-by, e sarà così fino a che non si stabilizzerà questa situazione.

B&V- Qual è il tuo messaggio di speranza da affidare ai giovani che ti seguono in attesa di tornare nelle piazze e nei teatri a danzare?

Campagna- Dobbiamo vivere questa realtà come una crescita personale , e, fortunatamente possiamo affidarci a un’ arma molto forte, la danza e la musica, che ci consente di combattere questo momento così delicato, che ci aiuta a mantenerci attivi e propositivi sul futuro, ognuno nella propria dimensione. È sicuramente un ‘arma vincente...con la consapevolezza che appena sarà tutto passato, avremo così tanta voglia di abbracciarci e danzare e condividere insieme tutte quelle emozioni che solo la danza può darci! E ne avremo tante di emozioni da scambiarci!

B&V- Cosa ti manca di più in questi giorni ?

Campagna- La cosa che mi sta mancando in assoluto in questi momenti, oltre ovviamente alla bellezza degli spettacoli e dei tour, è soprattutto il calore e quell'atmosfera di condivisione che ho con i miei allievi. Lo sento particolarmente nel cuore. Con il team de La Notte della Taranta c’è poi un contatto virtuale ,e attraverso alcuni video Ndt cerchiamo di trasferire a chi guarda, un po' di serenità , anche se per pochi minuti, e riportare un’ atmosfera di gioia e spensieratezza.

B&V- Notte della Taranta. Di questi anni di esperienza di Ndt , cosa ci puoi raccontare? Emozioni, incontri, atmosfere, edizioni rimaste più impresse .....

Campagna- Ebbene si, sono passati già quattro lunghi anni dalla mia prima uscita sul palco di Melpignano nel Concertone de La l Notte della Taranta. Un palco unico ed inimmaginabile, che regala così tante emozioni concentrate, che risulta quasi difficile estrapolarle e raccontarle singolarmente. La Notte porta con sè un ‘energia e un’atmosfera pazzesca, ogni anno come fosse la prima. Non penso di riuscire a dire quale di queste edizioni sia stata la preferita o la migliore. Ognuna mi ha segnato particolarmente in modo diverso, attraverso soprattutto il lavoro svolto con grandi coreografi del mondo della danza in Italia. Posso comunque ricordare l’edizione 2017 con il coreografo e regista Luciano Mattia Cannito che ha visto ospite l'Etoile della Scala di Milano "Nicoletta Manni" , e quella del 2018 , coreografo Massimiliano Volpini, con Super Ospite la cantante LP .

B&V- Con Ndt hai fatto anche bellissimi viaggi e solcato palchi unici ( Mosca, Seoul...)

Campagna- Ho avuto la fortuna nel vivere grandi esperienze attraverso le tournée, portando in giro la cultura  della pizzica,musica e danza. Ho un ricordo molto molto vivo del viaggio in Corea del Sud nel febbraio 2018, in occasione delle Olimpiadi Invernali di Pyeongchang. Una cultura così distante, un popolo così diverso... Ma in quel momento eravamo tutti così vicini, così uguali, tutti uniti da questa grande forza della Pizzica! Ricordo ancora di aver danzato con una bambina del posto. Si percepiva così tanta gioia e apprezzamento, lo ricordo come fosse ieri.

B&V- Come insegnante di pizzica e dintorni , qual è il tuo metodo e approccio agli allievi ?

Campagna- Quello che trasmetto e cerco di trasferire nelle lezioni ai miei allievi è la semplicità e la naturalezza del movimento che rendono uniche queste Danze, partendo da movimenti appunto naturali e semplici , come vuole la tradizione. Poi il mio obiettivo è far acquistare anche consapevolezza di come la danza può evolversi e contaminarsi con i giorni nostri.

B&V-Tornando indietro, come ti sei avvicinato alle danze popolari ?

Campagna- La mia passione per la danza tradizionale si è accesa davvero per caso. Inizialmente erano i miei genitori che mi spingevano, contro la mia voglia, a seguire il gruppo folkloristico del mio paese, Castro dei Volsci, all'età di 7 anni. Pochissimi anni dopo rimasi abbagliato da uno stage sulla pizzica tenuto da Franca Tarantino che si tenne proprio nel mio paese. Da lì è scattato tutto....

B&V- Quali sono stati i docenti di danza e musicisti più importanti nel tuo percorso e gli spettacoli più significativi prima di approdare alla Ndt ?

Campagna- Molto importante per me, sia per la mia crescita personale e artistica, è stato sicuramente l'incontro successivo con Francesca Trenta, una bellissima persona ed artista. Ricordo ancora il mio primo debutto su un palco molto importante, il Teatro Brancaccio a Roma nel 2014, in occasione dello spettacolo del maestro Ambrogio Sparagna. Da lì poi si sono susseguite moltissime collaborazioni insieme (da Ballo! a il Carnevale e altro ). A Trenta e Sparagna devo molto. Non meno importante, un grande amico e un grande ispiratore nei miei primi anni e primi passi in questo settore che ricordo ora guardando il cielo: Ernesto de Giuli.

Ester Ippolito

 

Le danzatrici che appaiono nelle foto sono Laura Boccadamo e Michaela Coluccia,NdT

STEFANO CAMPAGNA-Danzatore, insegnante di danza tradizionale del centro-sud Italia. Sviluppa fin da piccolissimo una grande passione per l'arte espressa nelle sue varie forme avvicinandosi anche al teatro ( dal 2003 al 2014). Una spiccata attitudine per la danza e l'amore per le tradizioni della propria terra di origine lo avvicinano giovanissimo al folklore e alla danza tradizionale .Prosegue con passione lo studio delle tradizioni popolari dell' Italia centro meridionale, grazie anche all' incontro con Francesca Trenta con la quale condivide numerose collaborazioni, laboratori e spettacoli. Calca palchi di grande rilievo nazionale ed internazionale con coreografi ,registi ed artisti internazionali ricevendo nel 2017 un riconoscimento di valore dall'ANMB ( Associazione nazionale maestri di ballo) quale AMBASCIATORE DELLA PIZZICA NEL MONDO" per l'importante opera di valorizzazione e conoscenza della danza Pizzica nei diversi contesti Italiani ed internazionali, in occasione del World Dance Festival. Sempre nel 2017 è ospite alla danza nel programma televisivo "UNO MATTINA IN FAMIGLIA", RAI 1. Dal 2016 entra a far parte del 'Corpo di Ballo' de "LA NOTTE DELLA TARANTA" con il coreografo RAI Fabrizio Mainini. Nel 2017 è riconfermato, dal coreografo e regista Luciano Mattia Cannito , e nel 2018 con il coreografo Massimiliano Volpini. Nel 2019 viene riconfermato dal maestro Davide Bombana per la 22esima edizione, in diretta RAI 2.Tutt'ora fa parte del cast " Notte della Taranta" in tournée nelle diverse città d'Italia. Nel febbraio 2018 con L'Orchestra della 'Notte della Taranta' viene selezionato a rappresentare la cultura Italiana nell'ambito Internazionale delle Olimpiadi invernali di Pyeongc­hang in Corea, presso l'Olimpic Festival Park e presso la Biblioteca Starfield di Seoul. Tra gli altri eventi di rilievo: Edizione 2014 Taranta D'Amore - Teatro Brancaccio di Roma " dir. art M° Ambrogio Sparagna con OPI e Coro del Parco della Musica di Roma; Edizione 2014 Orvieto Umbria Folk Festi­val - dir.art. M° Am­brogio Sparagna con i Solisti dell'OPI ; Edizioni 2015/2016­/2017 "BALLO! Le danze popolari italiane" , evento prodotto dalla Fondazione Musica per Roma - Cavea del Parco della musica di Roma , un progetto di Ambrogio Sparagna, con Coro e Orchestra Popolare Italiana, ricostruzione etnocoreografica e coreografia di Francesca Trenta; Edizione 2015 /101° Congresso della società Italiana di Fisica in collaborazione con il gruppo "Etnomusa Sapienza"; Edizione 2015 Roma for Dancing in collaborazione con Francesca Trenta e " I Passi della Tradizione" ; Edizione 2016 "Tra Anguille e Tarante" a Comacchio per Ravenna Festival - dir. art. Ambrogio Sparagna etnocoreografia di Francesca Trenta con i Solisti dell 'Orchestra Popolare Italiana del Parco della Musica di Roma; Edizione 2016 IMUN­(Italian Model United Station) ospite come danzatore nello spettacolo - Auditorium della Conciliazione di Roma; Edizioni 2015/2016/­2017 DIF Danza in fiera,Firenze - Teatro Ronda- con Francesca Trenta e "I Passi della Tradizione" ,in collaborazione con Ballareviaggiando.it. Spettacoli e laboratori; Edizione 2018 ' La Tarantella nel Carnevale' progetto di Ambrogio Sparagna , Auditorium Parco della Musica di Roma.

Stefano Campagna è su FB https://www.facebook.com/stefano.campagna.16


Stampa