La musica del CGS a Londra al Royal Albert Hall

Un anno d’oro, costellato di recensioni entusiaste sulla stampa estera, partecipazioni ai festival più prestigiosi e un titolo da Oscar - quello di “Miglior gruppo di world music al mondo” ai Songlines Music Awards 2018 - che nessun italiano aveva conquistato prima. Per il Canzoniere Grecanico Salentino, tra i più importanti e riconosciuti gruppi di world music, è il momento di festeggiare.

Tra le tappe più prestigiose del tour - anche grazie al sostegno di Puglia Sounds Export – il gruppo approda mercoledì 4 settembre alla Royal Albert Hall di Londra, tempio della musica inglese, per i BBC Proms, storica stagione concertistica fondata nel 1895. Il CGS sarà affiancato dal chitarrista inglese Justin Adams, storico collaboratore di Robert Plant, e dal maestro maliano della kora Ballaké Sissoko. La partecipazione dei due ospiti al concerto - inizio programmato alle 23.15 ora italiana con diretta su Bbc 3 - è stata preparata con un lavoro ad hoc e per l'occasione l'organizzazione del festival ha deciso di rimuovere tutti i sedili dalla platea per trasformarla in una grande arena per ballare ai ritmi indiavolati del Canzoniere. Naturalmente ci sarà spazio per l’ultimo album, “Canzoniere” (etichetta Ponderosa), al quale Adams ha collaborato.

Un concerto che arricchisce un lungo tour internazionale, realizzato grazie al costante accompagnamento di Puglia Sounds. Ben tre tappe al Womad, il prestigioso festival fondato da Peter Gabriel con due date in Cile (febbraio); tre in Australia (marzo); per proseguire in Inghilterra al Charlton Park di Malmesbury il 26 luglio. Un lungo viaggio intorno al mondo che li ha portati a giugno al San Francisco Jazz Festival (SFJAZZ), punto di riferimento per il jazz e ogni sua diversa espressione contemporanea.

Ma le novità del CGS non finiscono qui. Dopo il remix del producer e dj salentino Andrea Mangia aka Populous del brano “Ientu”, è in arrivo, per la formazione salentina, anche un docufilm firmato dal regista Davide Barletti che, con il suo ultimo film “La guerra dei cafoni”, ha ottenuto due candidature ai Nastri d'Argento e una ai David di Donatello.

Durante la serata londinese il gruppo proporrà, tra gli altri, i brani di Canzoniere, album uscito nel 2017 che è stato un successo internazionale. Un groove percussivo di tamburi a cornice che sembra arrivare dall’elettronica di una drum machine. È Lecce che incontra New York, in una splendida fusione di stili e influenze in cui gli strumenti della tradizione salentina si prestano a un sound più moderno e contemporaneo, tra incursioni di chitarra elettrica e synth bass. The Guardian ha dedicato ben due recensioni al disco, sottolineando che “La pizzica vince ancora” e che “Le Star pugliesi sono una bomba”; fRoots ha parlato di un “trionfo totale”; World Music Central ha trovato il disco “strabiliante” mentre la rivista Songlines ha ribadito che “Le superstar della pizzica sono tornate. Coraggioso e audace, Canzoniere è il suono della pizzica che si apre al mondo come mai prima”.

 

Fondato nel 1975 dalla scrittrice Rina Durante, il Canzoniere Grecanico Salentino è il più importante gruppo di musica popolare salentina, il primo ad essersi formato in Puglia. 44 anni di storia che lo hanno visto crescere e rinnovarsi e oggi raccogliere i frutti di un lavoro che non ha mai smesso di guardare coraggiosamente al futuro. Guidato dal tamburellista e violinista Mauro Durante, che ha ereditato la leadership dal padre Daniele nel 2007, la formazione è oggi composta da Alessia Tondo (voce e percussioni), Silvia Perrone (danza), Giulio Bianco (zampogna, armonica, flauti e fiati popolari, basso), Massimiliano Morabito (organetto), Emanuele Licci (voce, chitarra, bouzouki) e Giancarlo Paglialunga (voce, tamburieddhu).

 


Stampa