Tammurriata di Scafati, ritmo e coivolgimento

Il ritorno de la Tammurriata di Scafati , uno dei gruppi storici del folk e della world music italiana guidato da Nando Citarella sul palco dell'Auditirium di Roma il febbraio scorso, dopo 15 anni di assenza.  Lo spettacolo si è inserito nel  ciclo del Finisterre Festival , ovvero musica senza confini ....


Musica , canto e danza, una banda improvvisata, una festa, il ritmo forte della tammurriata, riti  propiziatori, la saggezza degli anziani.. .con il monologo di Zi Fonzie .....succede di tutto  con la Tammurriata di Scafati, uno dei gruppi storici del folk e della world music italiana, sul palco dell'Auditorium di Roma il febbraio scorso, dopo 15 anni di assenza.  Guidata da Nando Citarella (voce, chitarra, tamburello) e Antonio ‘O Lione (tammorra), che per l'occasione ha cantato e anche  ballato,  la Tammurriata di Scafati ha coinvolto  efficacemente il  pubblico con storie e canti del Vesuvio , dove la tammurriata è la musica e la danza più importante di tutte le feste, con l'accompagnamento  di tanti  strumenti  a percussione.  Oltre alla tammorra, putipù, triccheballacche, castagnette, scetavajasse, tromba de’ zingari in una confusione festosa di ritmo, tra canzoni classiche e improvvisazioni,  e un invito al ballo e al suo significato sacro e profano. Vasto il repertorio proposto : tammurriate e fronne,  tarantelle delle altre  provincie campane con esempi dal Cilento, dal Sannio Beneventano, dall’Irpinia, dal Matese casertano,  canti di lavoro, serenate e  macchiette napoletane nel puro stile della posteggia  e una grande pizzica finale alla quale pochi  possono resistono.

L'eco dello spettacolo risuona tutto in BUM, il disco di recentissima pubblicazione che  raccoglie vecchie voci e nuove avventure musicali del gruppo. Lo spettacolo si è inserito  nel  ciclo del Finisterre Festival ,ovvero musica  senza confini  " soprattutto ora che le culture musicali si mescolano senza pregiudizi e che il prodotto di quelle fusioni diventa spesso la colonna sonora del nostro quotidiano." Finisterre 2014  ha proposto   quattro nuove produzioni e progetti “in cammino” attraverso concerti dal tono intimo e sognante, come quello del Rocca-Benigni Duo o di Francesca Incudine, o pieni di suggestioni di terre esotiche, come lo Yasaman di Mish Mash, o di frenesia ritmica e sensuale, come quello conclusivo di Tammurriata di Scafati.

e.i.

VIDEO CORRELATO IN VIDEO GALLERY http://www.ballareviaggiando.it/video/9-danze-nel-mondo/1223-tammurriata-di-scafati-auditorium-14-2-2014.html

I protagonisti

Sul palco con Citarella e Antonio ‘O Lione   Erasmo Treglia (ciaramella, violino, percussioni), Clara Graziano (organetto, voce, ballo), Zi Fonzi (voce), Raffaella Coppola (ballo, tamburello).



Stampa