STRAVINSKY’S LOVE in scena a Pordenone. Una produzione Daniele Cipriani

Dopo i successi di quest’estate a Roma (Accademia Nazionale di S. Cecilia), Nervi (Nervi Music Ballet Festival 2021), Ravenna (Ravenna Festival) e Stresa (Stresa Festival), e dopo essere stato al centro di un programma su RAI 2, STRAVINSKY’S LOVE andrà in scena al Teatro Verdi di Pordenone il 15 ottobre alle 20.30.

Spiccano nel cast Beatrice Rana, una delle più apprezzate pianiste sulla scena musicale internazionale odierna, e la violinista olandese Simone Lamsma che suona il pregiato Stradivari “Mlynarski” del 1718. Completa il cast musicale un secondo pianista, Massimo Spada. Per il balletti Apollo ascolteremo invece un’incisione storica diretta dallo stesso Stravinsky. Ritorna in scena l’étoile internazionale Vladimir Derevianko, già primo ballerino del Bolshoi di Mosca, nei panni di Igor Stravinsky; con i suoi natii accenti russi, rievocherà ricordi e aneddoti, molti dei quali legati al periodo dei Ballets Russes in cui ritroviamo personaggi come Picasso e Diaghilev, Nijinsky e Balanchine. Derevianko/Stravinsky suona alcuni passaggi al pianoforte, esegue alcuni passi di danza, e introduce i brani della serata.

La sceneggiatura di STRAVINSKY’S LOVE è firmata dal giornalista e scrittore Vittorio Sabadin (già autore di diverse biografie sulla famiglia reale britannica) e si basa su scritti del compositore stesso. Di grande impatto il nuovo balletto firmato da John Neumeier su Divertimento, brano per violino e pianoforte tratto da Le baiser de la fée, il balletto composto da Igor Stravinsky in omaggio a Pyotr Ciaikovsky. Non a caso il lavoro del coreografo americano s’intitola Peter and Igor; è stato creato per Jacopo Bellussi e Alessandro Frola dello Hamburg Ballet. Nel cast tersicoreo anche il bailaor spagnolo Sergio Bernal (già Ballet Nacional de España) e Ana Sophia Scheller (già New York City Ballet, compagnia che vanta un legame storico con Stravinsky). Con la partecipazione di Tommaso Beneventi (Reale Balletto Svedese), Mattia Tortora, e di danzatori della Compagnia Daniele Cipriani.

Nel programma brani tratti da: Histoire du soldat (danze create appositamente da Sergio Bernal che ne è anche l’interprete accanto a Ana Sophia Scheller); Apollo (il passo a due di Apollo e Tersicore tratto dalla coreografia originale di George Balanchine, per concessione di ©The George Balanchine Trust, interpreti Bernal con la Scheller); Suite italienne - Pulcinella (coreografia di Léonide Massine, ripresa da Vladimir Derevianko in collaborazione con Stefania Di Cosmo) con Francesco Curatolo e Noemi Luna. Per La Sagra della primavera è stata scelta la versione di Uwe Scholz, ricostruita da Giovanni di Palma, il ballerino italiano per cui il balletto era stato creato. Sarà interpretata al Teatro Verdi da Mattia Tortora. Danzatori della Compagnia Daniele Cipriani sono gli interpreti di alcuni brani di Petrushka – Francesco Curatolo (Petrushka), Susanna Elviretti (la Ballerina) con Tommaso Beneventi (il Moro) del Reale Balletto Svedese – nella coreografia storica di Mikhail Fokine. Il ruolo del Prestigiatore, che alla prima nel 1911 fu del leggendario ballerino e maestro di ballo Enrico Cecchetti, sarà interpretato da Derevianko. Speciale attenzione è data ai costumi, a cura di Anna Biagiotti. I costumi di Pulcinella sono stati ricreati da disegni originali di Pablo Picasso. I costumi di Petrushka sono ricreazioni dai bozzetti originali di Alexandre Benois. La messa in scena è di Anna Maria Bruzzese, le luci di Alessandro Caso.

Il 22 febbraio 2022 Stravinsky/Vladimir Derevianko farà ritorno nella sua patria d’origine: infatti lo spettacolo STRAVINSKY’S LOVE, in versione russa, sarà ospitato a Winter Sochi Festival (a Sochi, sul Mar Nero), di cui è direttore artistico il celebre violinista Yuri Bashmet. 

Con il patrocinio della FONDATION IGOR STRAVINSKY presieduta da Marie Stravinsky nel cinquantesimo anniversario della morte di Igor Stravinsky

STRAVINSKY’S LOVE a cura di Daniele Cipriani, consulenza musicale di Gastón Fournier-Facio , testo di Vittorio Sabadin produzione , realizzata con la FONDAZIONE TEATRO CARLO FELICE DI GENOVA per il Nervi Music Ballet Festival 2021. Vladimir Derevianko, narratore , Beatrice Rana, pianoforte, Simone Lamsma, violino ,Massimo Spada, pianoforte. Danzatori : Sergio Bernal (già Balletto Nazionale di Spagna) ,Ana Sophia Scheller (già New York City Ballet) ,Jacopo Bellussi (Hamburg Ballet), Alessandro Frola (Hamburg Ballet) con Tommaso Beneventi (Reale Balletto Svedese) , Francesco Curatolo, Susanna Elviretti, Maria Vittoria Frascarelli, Noemi Luna, Mattia Tortora (Compagnia Daniele Cipriani) . Costumi di Anna Biagiotti con alcune ricostruzioni dai disegni originali di Alexandre Benois, Pablo Picasso . Messa in scena: Anna Maria Bruzzese. Maître de ballet: Stefania Di Cosmo Ufficio stampa/consulenza storica: Simonetta Allder .Acting coach: Paolo Triestino Assistente DCE: Silvia Stoppani Luci/direzione tecnica: Alessandro Caso Trucco Giulia Ferruzzi Si ringraziano: John Neumeier Ellen Sorrin, Administrator/Foreign Licensing The George Balanchine Trust Nadja Kadel Künstlermanagement Ricardo Cue Fondazione Teatro dell’Opera di Roma Compañía Nacional de Danza de España.

 Credit foto Paolo Laudicina e Zani Casadio

 


Stampa