Per la rassegna Mosaico di Arti e Culture ( LUG, Corsano), in scena Veleno, teatro danza , Tarantarte, e il libro Tarantismo Mediterraneo di Vincenzo Santoro

Presso il LUG, Centro Culturale ex Macello di Corsano, un appuntamento molto speciale nell'ambito della rassegna " Mosaico di Arti e Culture": sabato 26 giugno (ore 19:30 - ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su bit.ly/Veleno_26giugno) lo spettacolo di danza teatro, sullo sfondo del tarantismo,  “Veleno” , della compagnia Tarantarte, guidata da Maristella Martella, e la presentazione in anteprima del volume "Il tarantismo mediterraneo. Una cartografia culturale" di Vincenzo Santoro.  Il progetto "Mosaico di arti e culture", è promosso da Tarantarte, con il sostegno della Regione Puglia nell’ambito del Programma Straordinario 2020 in materia di Cultura e Spettacolo.

La serata si aprirà nel giardino con la prima presentazione de "Il tarantismo mediterraneo. Una cartografia culturale", nuovo libro di Vincenzo Santoro, in uscita per Itinerarti edizioni. Lo studioso di musica popolare e responsabile del Dipartimento Cultura e Turismo dell'Anci - Associazione nazionale dei Comuni italiani, dialogherà con la giornalista e storica dell'arte Maria Agostinacchio e con il giornalista e critico musicale Eraldo Martucci. A sessant’anni dalla pubblicazione della celebre monografia che Ernesto de Martino dedicò al fenomeno, nel confronto con le acquisizioni delle ricerche più recenti, il volume intende tracciare i confini di una cartografia storica del tarantismo mediterraneo, perché è proprio sulle rive di questo mare antico, e in particolare sulle sponde occidentali, che tale “istituto culturale” sembra avere la sua prevalente area di diffusione, secondo un movimento che si realizza a partire dal XVII secolo, coinvolgendo, dalle origini pugliesi, tutto il Sud d’Italia, le grandi Isole e la Spagna.

Un viaggio affascinante lungo le coste di un mare che si conferma elemento di connessione e propagazione di culture. Una rete rituale mediterranea che dal tarantismo eclettico delle fonti antiche giunge alla formazione di uno stereotipo etnico, attraversando l’esteso interesse che il morso della tarantola e i suoi effetti sorprendenti hanno suscitato e continuano a produrre: particolare ed esemplare caso della risposta dell’uomo ai continui accidenti che la natura gli procura.

A seguire, dalle 21, nella sala interna del LUG, Tarantarte proporrà (con tre repliche per 25 spettatori a turno) lo spettacolo "Veleno" con Alessandra Ardito, Laura De Ronzo, Giulia Piccinni, Manuela Rorro per la regia di Maristella Martella. La nuova produzione della compagnia salentina di danza, tratta dal racconto prodotto nell'ambito di Indovina Chi Viene a (S)cena, format del Teatro Pubblico Pugliese da un’idea di Giulia Delli Santi, in collaborazione con il Comune di Galatone, arriva finalmente “in presenza”, davanti al pubblico.

In scena quattro donne, quattro storie. Ognuna a narrare la propria versione di sé, tra le diverse possibili. Corpi di donne che si fronteggiano e che si sostengono, donne con braccia forti che possono colpire ma che sanno anche cullare, corpi che talvolta cadono ma che sempre si rialzano. Donne che sono prima di tutto umane, contraddittorie, autentiche, incastrate in uno spazio claustrofobico, sospese nel tempo dell'inquietudine. Donne ieratiche e seduttive, come sacerdotesse custodi di un culto misterico prima che misterioso, conducono lo spettatore alla sua iniziazione. Il racconto di un malessere contemporaneo ..ma anche antico.

“Mosaico di arti e culture” proseguirà per tutta l’estate con spettacoli, concerti laboratori e altre attività. Prossimo appuntamento della rassegna giovedì 29 luglio sempre al Lug – Centro Culturale Ex Macello di Corsano, con la presentazione del libro “I nuovi salentini. Storie di chi è arrivato nel tacco d’Italia” di Giorgia Salicandro per Tau Editrice e con il concerto del duo Rachele Andrioli e Rocco Nigro.

Tarantarte nasce nel 2009 a Bologna dall’incontro di danzatrici di diversa formazione e si occupa di promuovere e approfondire lo studio delle danze popolari del Sud Italia e del Mediterraneo. L’associazione porta avanti attività di formazione, produce performance e spettacoli, propone animazione di comunità, cura una ricca progettazione e programmazione di eventi e rassegne artistico-culturali. L’associazione, inoltre, è capofila dell’ATS Ex-Macello che dal 2018 gestisce il Centro Culturale LUG - Ex Macello di Corsano, in provincia di Lecce. Il Centro è un laboratorio di comunità poli-artistico con sale prove dedicate a musica, teatro e danza, un bar, una sala per incontri, concerti e spettacoli e un ampio giardino. Il LUG ospita anche l’archivio D.A.M.A. con una selezione di libri, cd, tesi di laurea, articoli, dvd dedicati alla musica e alla cultura salentina. Tarantarte è attiva anche come compagnia composta da Silvia De Ronzo, Manuela Rorro, Laura De Ronzo e Alessandra Ardito e diretta da Maristella Martella. Con la sua danza teatrale, Tarantarte incrocia passato e presente, classico e contemporaneo, elementi popolari del sud Italia con elementi del mondo mediterraneo e propone una ricerca teatrale ed espressiva sul Tarantismo salentino e il mistero della trance. La compagnia negli anni ha realizzato le proprie performance in luoghi non convenzionali, antichi e a volte abbandonati, come vecchie masserie, ajare, chiostri, anfiteatri, teatri greci e romani, siti archeologici, attivando un’interazione tra luogo, performance e pubblico.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su bit.ly/Veleno_26giugno Info 3492561471 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.tarantarte.it

 


Stampa