Folk Nostrum alla conquista del Mediterraneo

Si è conclusa con successo e con la soddisfazione di docenti e allievi la prima edizione  di Folk Nostrum, l’originale crociera di formazione musicale e di danza sulla rotta Roma  Barcellona, svoltasi dall’8 all’11 ottobre a bordo della Cruise Barcelona della flotta Grimaldi. Iniziativa nata  dal musicologo Nando Citarella con l’organizzazione tecnica di Elly Travel di Roma. Un tuffo nel Mediterraneo  tra tarantella e flamenco… e nuovi   ritmi   in arrivo  con la prossima  edizione

di Ester Ippolito


"La  musica è gioco, e la vita è bella perché si abballa…" (Nando Citarella)

Il suono delle chitarre, nell’aria una tarantella calabra  rafforzata da un organetto…  tamburelli e castagnette  si animano, il capoballo  entra e scompiglia la scena invitando  tutto il cerchio a ballare. Solo un attimo e lo  spettacolo cambia: si accendono le note del flamenco, le ballerine avanzano decise ed energiche  accompagnate dal tocque  delle danzatrici precedenti. Una integrazione perfetta tra musica, percussioni, danza popolare e  flamenco, tradizioni che si rincorrono …e il mare nostrum intorno.


Si è conclusa così, con un  "divertissement",come ha detto il maestro Citarella, e con il pieno  coinvolgimento di allievi e docenti, la prima edizione di Folk Nostrum, la crociera formativa che, in un viaggio  simbolico verso la Spagna, sulla rotta Civitavecchia Barcellona (8/11 ottobre ), ha offerto in quattro giorni corsi di ballo (danze popolari e flamenco), di chitarra e percussioni, un breve corso principianti di spagnolo, uno stage  di finger food ispirato  alla terra verso la quale si approdava, e la visita a  Barcellona, città ricca di emozioni e di arte. Più  uno  spettacolo molto intenso, sempre a Barcellona, prima di ripartire alla volta  dell'Italia, grazie all' esibizione  della ballerina di flamenco Cristina Benitez (nella foto), accompagnata da  Juan Cristobal Sanchez, percussioni, Oliver Haiton, chitarra, e Raul Levia Amador, canto. Momenti forti, pieni di passione e di ritmo che hanno  messo in scena tradizione e modernita del baile spagnolo. Il  tutto  negli spazi della motonave Grimaldi invadendo con i ritmi mediterranei ora il bar,ora la discoteca...

Danza e percussioni la lingua comune del  Mediterraneo

L’idea di Folk  Nostrum è nata dal musicologo Nando Citarella che da tempo coltiva  un progetto  legato al Mediterraneo, alla sua  ricchezza di tradizioni  musicali e di danza,  al patrimonio  di  “questa grande vasca in cui tutti  mettiamo i piedi”, come dice  lo scrittore Camilleri citato dallo stesso Citarella. Un progetto che ha compiuto  il suo primo passo,  scegliendo di approdare  in Spagna, proprio con la prima edizione di  Folk Nostrum, alla quale Ballare Viaggiando ha partecipato in prima persona. La prima avventura si è appena conclusa e già  è scattata la molla  per dare  un  seguito …Grecia, Nord  Africa, Francia ….chissà, l’importante è che Folk Nostrum continui a inseguire  un ritmo del Mare Nostrum. “La lingua comune del Mediterraneo di una volta - ricorda Citarella - era il ballo, il ritmo dei piedi e il tamburello a cornice e il nostro obiettivo è  proprio compiere questo lungo viaggio. Nel caso di Folk Nostrum parlerei più che di "approccio" alle danze di  "approdo" a un nuovo porto e a una nuova cultura. In queste ore di lezione, dedicate  in particolare alla tarantella calabrese della zona Jonica ( da Crotone a Reggio), evidenziando  qua e là le alcune reminiscenze africane e greche, i nostri salti  ci  hanno fatto dimenticare anche la forza  del mare". L'evento  ha  infatti  superato le perturbazioni meteo e il mare agitato… e i ballerini hanno tenuto  ben salde le piste da ballo. Un'occasione in cui ballo e viaggio  si sono  rivelati  davvero un binomio felice e significativo. E come  ha osservato  anche la  docente ballerina di flamenco  Maria  Josè Leon Soto (nella foto con alcune allieve) “questa iniziativa si è rivelata originale e interessante, una spinta all'incontro di diverse culture attraverso  il simbolo metafisico del viaggio ".


A bordo la condivisione di più passioni

Grazie a Folk Nostrum a bordo della Grimaldi  si è concretizzata davvero  la  condivisione di più passioni  attraverso  l’incontro di  radici e tradizioni antiche. Forte  l' impegno  profuso dai docenti : Nando Citarella, artefice dell’iniziativa e docente di danze popolari e percussioni, e il maestro di chitarra Francesco Taranto che, a conclusione dello stage, ha offerto una ricca di esibizione  di pezzi d’autore, propri e  alcuni composti dagli stessi allievi. E ancora la coppia  spagnola composta  dalla  ballerina  Maria  Josè Leon Soto  e da Josè Salguero, chitarra, canto e tocque, che hanno regalato a tutti  l’ atmosfera vibrante del flamenco. Valentina  Moriconi, che ha offerto i primi rudimenti della lingua spagnola, e  last but non least  Eleonora Cesarini  (Arte del Gusto), che per la prima  volta ha tenuto i suoi corsi di finger food su una nave con tutte le difficoltà del caso.“ Una esperienza davvero  nuova, impegnativa ma di  grande soddisfazione - come lei stessa ha commentato.


Il viaggio  motivazionale e tematico  è il futuro

Per quanto riguarda l'organizzazione tecnica, il pacchetto  viaggio e tutti gli  aspetti logistici  della minicrociera sono stati  curati  dalla romana Elly Travel, agenzia Fiavet che dal 2004 opera nella doppia veste di agenzia di viaggi dettagliante e di tour operator (MTB Management of Tourism e Biodiversity), attraverso proposte alternative e rispettose dell'ambiente. “L'iniziativa Folk Nostrum rientra nella nostra linea di proporre un turismo diverso. Per questo abbiamo subito aderito all'idea del maestro  Citarella, mettendo a disposizione la nostra esperienza - afferma Cristina Compagno, general manager Elly Travel. "Abbiamo cercato di comporre dei pacchetti easy e a prezzi accessibili,  contemplando le esigenze degli accompagnatori e dei bambini ai quali è stato dedicato un laboratorio musicale e di danza. Ci siamo impegnati nel superare  le problematiche del mare agitato e i ritardi conseguenti cercando di evitare, per quanto possibile,  disagi ai partecipanti. E a conclusione dell'avventura  possiamo dire di essere  soddisfatti . Dai questionari raccolti sul livello di gradimento  dei partecipanti  abbiamo registrato pareri  positivi, tra il buono e l'ottimo, e l'interesse a ripetere l'esperienza in questo stesso periodo dell'anno. Per la prossima edizione cercheremo naturalmente di  perfezionare il format, di creare maggiori momenti di condivisione  tra i partecipanti dopo  le attività  del giorno,  di articolare  i corsi in base e avanzati aggiungendo anche interventi  teorici legati alla cultura dei paesi verso i quali  si sta navigando. Siamo  sempre più convinti - conclude Compagno - che il viaggio  motivazionale e a  tema dominerà  il futuro  dell'industria turistica, dando risposte  alle  aspirazioni e interessi dei clienti e  mettendo a frutto creatività  ed esperienza degli addetti ai lavori". I pacchetti Folk Nostrum sono stati commercializzati i anche dalle agenzie di viaggi.
L'eco di Folk Nostrum risuonerà ancora a Roma nello spettacolo di  Nando Citarella e la Compagnia La Paranza del 22 ottobre  al Teatro Italia,  "TT&T...ovvero Taiko-Tamburi del Vesuvio &Takadum Orchestra".

Hanno  collaborato all'evento Folk Nostrum la compagnia La Paranza (fondata sempre da Nando Citarella), e l'associazione Mitinitaly, che opera nel campo degli eventi culturali legati al madeinItaly.

www.folknostrum.org; facebook: Folk Nostrum

Video Gallery: intervista a Nando Citarella (interviste); prove in alto mare, saggio finale Folk Nostrum, spetttacolo  di flamenco di  Cristina   Benitez (danze nel mondo)

Articoli correlati:

Home page: Folk Nostrum, il Mediterraneo tra musica e danza
News: Nando Citarella...Tamburi ,Etnie e Folk Nostrum
Eventi: Conto alla rovescia  per Folk Nostrum : danza e cultura del Mediterraneo
News:  Folk Nostrum...pronti a salpare


Stampa