Olimpico, musica, danza e vita con Shine Pink Floyd Moon

Rock ,danza di livello, teatro, vita e morte, quadri onirici, luci psichedeliche e le note della musica dei Pink Floyd: tutto questo racchiude Shine Pink Floyd Moon, opera rock di Micha van Hoecke ,protagonisti i Pink Floyd Legend e la Compagnia Daniele Cipriani. In scena al Teatro Olimpico dal 3 all’8 marzo. Giornate della Danza dell’Accademia Filarmonica Romana e Teatro Olimpico .

“Non abbiate paura, venite a teatro. Si sta creando un clima di terrorismo che induce a rinunciare in primis al luoghi di piacere come appunto il teatro” .Con queste parole Daniele Cipriani , presidente e direttore artistico della Daniele Cipriani Entertainment, ha aperto la conferenza stampa di presentazione dell’opera rock SHINE Pink Floyd Moon, di Micha van Hoecke , creata sulle canzoni della leggendaria band inglese – eseguite dal vivo dai Pink Floyd Legend ed interpretate dai ballerini dalla Compagnia Daniele Cipriani – in arrivo a Roma Teatro Olimpico dal 3 all’8 marzo nell’ambito delle Giornate della Danza dell’Accademica Filarmonica Romana, realizzate in collaborazione con il teatro capitolino.

Grande l’attesa nella capitale dopo il successo di pubblico e critica alla prima mondiale tenutasi al Ravenna Festival nel giugno 2019 e durante la recente tournée che ha toccato varie città italiane con “ veri sold out” e un “ mare di applausi”. “ Uno spettacolo di altissimo livello- come è stato sottolineato da più parti in conferenza che ha visto anche la presenza di Lucia Bocca Montefoschi ,direttore artistico del Teatro Olimpico, e Andrea Lucchesini, direttore artistico dell’Accademia Filarmonica Romana.

 L’opera parte dalla musica dei Pink Floyd , colonna sonora della vita del coreografo / regista russo-belga, “ canzoni senza tempo... ponte tra rock e musica classica”. “Una musica che ha un’anima e che, nell’immaginario collettivo, è legata alla giovinezza interiore di tutti noi- sottolinea Micha. In scena l’unione di eccellenze: l’arte del regista coreografo, la compagnia di Daniele Cipriani, la musica dei Pink Floyd con l’interpretazione dell’ensemble Pink Floyd Legende. E la fusione di tre arti: musica, danza e teatralità. Gilda Petronelli , presidente e direttore artistico di Menti Associate, ha rimarcato come questa opera unisca musica rock e balletto portando lo spettatore in un viaggio nella vita, dalla nascita alla giovinezza fino alla morte e a una spazio di speranza. “ E’ stata fatta una accurata scelta dei brani musicali affinchè questi andasserro a compore il fil rouge della vita- le parole di Fabio Gastaldi, direttore musicale e bassista dei Pink Floyd Legend. “Ci saranno tanti temi ,interpretati dalla danza e musica in una perfetta interazione, come i soldi, la droga, l’incomunicabilità....”Partecipare a questo progetto- ha spiegato il giovane danzatore Mattia Tortora- ha rappresentato una esperienza molto diversa da altri lavori.L’obiettivo è stato quello di mettere parole e musica in movimento e,oltre alla preprarazione della danza, abbiamo studiato molto i testi pima di interpretarli . E ottimo è stato il rapporto che si è instaurato tra tutti noi musicisti, danzatori , ci siamo venuti incontro per creare un grande quadro. E ho sentito tutti i temi trattati come  attuali ".

Ospite protagonista Denys Ganio, già étoile del Balletto di Marsiglia ed interprete dal famoso Pink Floyd Ballet di Roland Petit, balletto cult che debuttò nel 1973, in piena epoca pop, con la band inglese che suonava dal vivo. “ Mi ha convinto Micha a partecipare a questo evento, che ha una natura diversa dallo spettacolo degli anni 70,.Per me rappresenta davvero un viaggio del passato grazie a una musica però assolutamente contemporanea”. “ Questo lavoro- il commento del regista coreografo- celebra l’unione della musica e della danza, non si tratta di un accompagnamento ma di una fusione e scambio continuo. Grande la soddifazione per la professionalità e bravura mostrata dai componenti della compagnia Cipriani: ognuno ci mette l’anima , il suo essere, interpreta il testo senza entrare nella routine. Ogni sera ognuno  vive lo spettacolo e, proprio per questo, ci potrebbe essere anche qualche sfumatura diversa. Importante anche il ruolo dei cantanti che si ispirano alla gestualità dei danzatori."

Punto di partenza nella creazione di SHINE Pink Floyd Moon è il celeberrimo brano Shine on You Crazy Diamond in cui i quattro Pink Floyd – al secolo Roger Waters, Nick Mason, Richard Wright e David Gilmour – rendevano omaggio al loro compagno Syd Barrett che si era perso nelle regioni sconosciute della “luna”, intesa come malattia mentale. In SHINE Pink Floyd Moon, Syd è interpretato da Denys Ganio, che ha un alter ego giovane e guizzante, il ballerino Mattia Tortora. Musicisti, vocalist, ballerini intrecciano sapientemente le loro arti in palcoscenico sicché lo spettatore ha realmente l’impressione (prendendo in prestito una massima di Micha van Hoecke) che “il canto è una danza che si sente e la danza è un canto che si vede”. La simbiosi tra gli artisti in scena è totale. A mezzo secolo dall’allunaggio “fisico”, un sapiente gioco di luci, laser e videoproiezioni trasforma lo spazio scenico di SHINE Pink Floyd Moon in una surreale luna abitata da personaggi come il “doppio” di Syd, una specie di Pierrot Lunaire, l’essere crepuscolare che catturò la fantasia di Arnold Schoenberg. Visioni oniriche che s’incrociano per creare mondi siderali, eppure molto vicini… forse perché dentro di noi? “È la mia autobiografia che racconta anche la vita di ogni uomo”, conclude Micha van Hoecke .-La storia delle nostre vite che procedono a cicli, con un movimento circolare come quello della musica e della danza delle stelle, della rotazione della luna: un moto scandito da un continuo processo di nascita-morte-rinascita.

SHINE Pink Floyd Moon, con un cast complessivo di una trentina di componenti, è prodotto da Daniele Cipriani Entertainment s.c. e Menti Associate di Gilda Petronelli, in coproduzione con Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi.

Teatro Olimpico -Da martedì 3 a domenica 8 marzo (tutti i giorni ore 21, domenica 8 marzo ore 18)

SHINE PINK FLOYD MOON

Coreografia e regia Micha van Hoecke -Direzione Musicale Fabio Castaldi- Costumi Anna Biagiotti -Luci Alessandro Caso Audio Maurizio Capitini- Musiche dal vivo Pink Floyd Legend

COMPAGNIA DANIELE CIPRIANI

Guest Denys Ganio

Solisti e corpo di ballo Davide Bastioni, Alessandro Burini, Francesco Cipriani, Francesco Curatolo, Susanna Elviretti, Maria Vittoria Frascarelli, Ilaria Grisanti, Mattia Ignomiriello, Marco Lo Presti, Noemi Luna, Lara Rocco, Mattia Tortora Maître de ballet Stefania Di Cosmo Assistenti al coreografo Miki Matsuse, Stefania Di Cosmo e Riccardo Di Cosmo

PINK FLOYD LEGEND Fabio Castaldi basso, voce Alessandro Errichetti c hitarra, voce Emanuele Esposito b atteria Simone Temporali tastiere, voce Paolo Angioi chitarra acustica, elettrica e 12 corde, basso, voce con Maurizio Leoni sassofono, Nicoletta Nardi, Sonia Russino, Giorgia Zaccagni 

 

 Credit foto: Massimo Danza e  Malcom Levinkind

 


Stampa