Maristella Martella, Creta in tour a Madrid e Tangeri

“Le dee antiche non sono scomparse, esse rappresentano degli archetipi potenti ai quali ispiriamo e contro i quali lottiamo per evolverci e per trasformarci”. Continua il tour di Creta , spettacolo di Maristella Martella, danzatrice e coreografa, e Gabriele Panico, musicista e compositore, con tappa venerdì 29 novembre a Tangeri, Marocco, e e domenica 1 dicembre a Madrid, con il supporto del programma Puglia Sounds Export 2019.

Si è appena conclusa  la residenza artistica di Martella, Panico e Tea Primiterra al Teatro Comunale di Nardò, realizzata in collaborazione con Terrammare Teatro, durante la quale gli artisti hanno sviluppato l’allestimento dello spettacolo CRETA nato nel 2018. In forma di primo studio, lo spettacolo è già andato in scena in Italia e all’estero (Germania, Giordania, Egitto) grazie al supporto di Puglia Sounds Export. A Tangeri lo spettacolo andrà in scena a TABADOUL (https://www.tabadoul.org/), uno spazio polivalente nato per promuovere artisti contemporanei e scambi culturali tra Tangeri, Marocco, Europa e il resto del mondo. Tabadoul è l’unica sala indipendente di Tangeri che da 5 anni lavora su scambi internazionali, soprattutto nel campo della musica, sviluppando anche recentemente il polo danza.

A Madrid lo spettacolo verrà presentato in un teatro indipendente El Montacargas, situato nel centro della città.

CRETA è una creazione originale di danza e musica che si ispira al mito di Cassandra, indagato nei saggi di Christa Wolf. Per analizzare la società in cui viviamo è utile scavare nei miti e nei riti del Mediterraneo. Cassandra, veggente e profetessa, è il sublime personaggio tragico e il nume ispiratore di CRETA. La sua condizione è quella dell’esule, in un altro luogo e in un altro tempo. Maristella Martella, attraverso il mito di Cassandra, interpreta il dramma delle donne di oggi, ancora ai margini di società, sfruttate e violentate, nonostante il progresso del mondo moderno. E il mito è uno specchio che ci aiuta a comprendere noi stessi e la realtà odierna. I temi indagati in CRETA hanno portato Martella a lavorare con le donne in diverse parti del mondo. In occasione del tour in Egitto, Maristella Martella ha condotto un workshop indirizzato a donne egiziane, migranti e rifugiate (“Malazy. My Peaceful space”). Il workshop ha promosso l’interconnessione tra la cultura del Sud Italia e le musiche tradizionali dei popoli del Sud dell’Egitto, del Sudan e di altri paesi del resto di Africa. Il workshop è stato indirizzato alle donne vittime di violenza con l’obiettivo di utilizzare le tecniche della musica e della danza come supporto ai processi di integrazione delle popolazioni migranti provenienti da contesti di guerra. Il lavoro finale del workshop è stato integrato allo spettacolo CRETA. Il progetto è stato organizzato in collaborazione con Tadamon – The Egyptian Multicultural Council for Refugees e IICI Consulting Company, con il contributo dell’Istituto Italiano di Cultura de Il Cairo. Lo spettacolo realizzato in Egitto è stato inserito nella programmazione Puglia Sounds Export 2018. A Calcutta (India) Maristella ha condotto workshop con le artiste del Tantidharti Festival diretto da Parvathy Baul e le donne indiane partecipanti alla residenza. Il festival Tantidhatri fa parte del progetto Magdalena, una rete interculturale di teatro e spettacolo femminile.

Link utili:

 Evento Madrid: https://www.facebook.com/events/462469041282393/ Teatro El Montacargas: http://www.teatroelmontacargas.com/ https://www.facebook.com/TeatroMontacargas/ Evento Tangeri: https://www.facebook.com/events/1844223775722673/ Tabadoul: https://www.facebook.com/tabadoul.tanger/ https://www.tabadoul.org/

Video promo dello spettacolo CRETA: https://vimeo.com/320454400

www.maristellamartella.it

Foto apertura  Ginevra Helena Caggiula


Stampa