Roma, Auditorium,a settembre La Puglia suona bene, sound tradizionale e di tendenza

Una tre giorni all'insegna del sound pugliese, pizzica, taranta e contaminazioni all'Auditorium di Roma (8-10 settembre) con l'evento La Puglia suona bene: è quanto propone  Fondazione Musica per Roma in collaborazione con Puglia Sounds, il programma della Regione per lo sviluppo del sistema musicale del territorio.  Musica tradizionale e tendenze contemporanee, influenze culturali tra le più varie, colore e ritmo in una cavea  addobbata come una piazza di paese in festa, un invito a ballare e  a unirsi in un unico sound, a prezzi popolari da 5 euro, e   con un  gran finale  che vede protagonista Caparezza (sabato 10 settembre a 18 euro, Sala Santa Ceclia ).


Tra i protagonisti della kermesse  gruppi emergenti  e consolidati  con  Erica Mou, Radiodervish, Officina Zoe' (in scena l'8 settembre), Nidi d’Arac, Boomdabasch, Salentini Generali (il 9 settembre)Après La Classe e Mama Marjas(il 10 settembre).

Erica Musci, in arte Erica Mou, è una delle giovani leve del cantautorato italiano, nata a Bisceglie nel  1990, scrive e compone da sempre la propria musica.  Quest'anno  Erica Mou si è sibita  su alcuni dei palchi italiani più prestigiosi: da quello del Primo Maggio all’Arena di Verona per i Wind Music Awards passando per l’Heineken Jammin’ Festival e gli MTV Days di Torino. Inoltre è tra gli artisti confermati per la terza  edizione di Hit Week , il più grande festival di musica italiana in America, che si svolgerà dal 9 al 16 ottobre 2011 tra New York, Los Angeles e Miami, insieme a Subsonica, Caparezza, Nicola Conte, Casino Royale e Apres La Classe.Recentemente è anche stata premiata dal MEI come miglior talento dell’anno.

I Radiodervish rappresentano un gruppo schierato dalla parte di un’Italia multietnica,meticcia, terra di frontiera tra Europa e Mediterraneo. Nati in Puglia dal sodalizio artistico tra Nabil Salameh e Michele Lobaccaro, i Radiodervish cantano di uomini e donne appartenenti a spazi, culture e tempi differenti alla ricerca di varchi e passaggi tra Oriente e Occidente. In 12 anni di attività i Radiodervish hanno interagito con numerosi musicisti tra i quali Noa, Franco Battiato, Orchestra Araba di Nazareth, Jovanotti, Stewart Copeland, Caparezza, Nicola Piovani, Giuseppe Battiston, Carlo Lucarelli, Valter Malosti. Sono stati ospiti dei più importanti palcoscenici italiani (Premio Tenco, Festival di Villa Arconati, Primo Maggio, Arezzo Wave, La Notte dellaTaranta, Auditorium Parco della Musica, Blue Note, Salone internazionale del libro diTorino) e internazionali (Gerusalemme, Il Cairo, Beirut, Bruxelles, Atene, Betlemme,Tel Aviv e Parigi al Théatre de l’Olympia).

L´Officina ZOE´ nasce nei primi anni novanta da una feconda idea di Lamberto Probo, Donatello Pisanello e Cinzia Marzo e diviene subito forza motrice del movimento di riscoperta della Pizzica, la più antica e travolgente forma di ritmo e danza popolare del Salento. Oggi ne rappresenta uno dei volti più noti, anche a seguito del successo e dei riconoscimenti ottenuti dai film del regista salentino Edoardo Winspeare,“Sangue Vivo” e “Il Miracolo”, a cui il gruppo ha prestato alcuni suoi componenti in veste sia di attori che di autori delle colonne sonore originali.


I Nidi d’Arac sono un  gruppo salentino che da sempre sperimenta la tradizione della propria terra attraverso le macchine e gli strumenti del nuovo millennio, creandosonorità ricercate tra folk ed elettronica e offrendo spettacoli per intenditori e non solo, e proponendo un concerto insolito.

BoomDaBash nasce nel 2002 come un classico jamaican sound system, fondato e messo al mondo da Blazon, attuale dj, sound engineer e produttore del quartetto.  Ciò che colpisce è la freschezza dello stile, il modo innovativo di guardare al reggae, le produzioni ricercate e la scelta di usare contemporaneamente due lingue, il patois jamaicano ed il dialetto salentino, peresprimersi e comunicare.

Con i Salentini Generali arriva a Roma il  sapore unico di una notte salentina. Il capitano Andro.id (Andrea Mariano dei Negramaro) ha coinvolto alcuni tra i più interessanti protagonisti della scena creativa e musicale del Salento, preparando uno spettacolo fatto di suoni, visioni, atmosfere.
La band salentina degli Après La Classe nasce nel 1996 e subito si afferma nei vari live club sparsi in Puglia. Nel 2002 nasce il primo lavoro discografico “Après La Classe”.  Il loro ultimo album si intitola “Mammalitaliani”.  Il loro singolo “Caravan”, tratto da Mammalitaliani, è un inno dedicato alle notti d’estate dai profumi d’Africa dove musica, passione, balli, aria, mare, si mescolano e si confondono.

Maria Germinario, in arte Mama Marjas è una ragazza classe 1986 nata da papà barlettano e mamma tarantina. Voce vibrante dal timbro molto forte, caldo e grave, ha iniziato con la Reggae Music per poi iniziare a scrivere e a cantare le sue canzoni.

Gran finale con Caparezza (in apertura Antonello Papagni ), con una scaletta   che  stupisce per il susseguirsi di emozioni, tra i brani del nuovo pluripremiato album “Il sogno eretico” e i suoi precedenti lavori.

www.auditorium.com


Stampa