Nemi in Folk .. l’allegria della Tarantella di Montemarano e la saltarella di Amatrice

Il Centro Storico di Nemi, nel cuore dei Castelli Romani, borgo di valore artistico e culturale che   si specchia nel suo omonimo lago, terra di miti e leggende e anche   culla del Museo delle Navi Romane, rinnova il suo appuntamento - 28 maggio e  3 giugno prossimi - con l’evento Nemi in Folk, una occasione di incontro  con le altre  regioni italiane e con le loro tradizioni da vivere tutti insieme in musica e in danza.

L'evento è curato da Terra Nemorense, sostenuto dal Comune di Nemi su progetto dell'Associazione Culturale "Il flauto magico" , che diffonde la cultura e la tradizione popolare.  Presidente dell'associazione  Francesca Trenta, ricercatrice,  danzatrice e docente di  danze popolari.

 

Per il 2017 Nemi In Folk si svolgerà in due giornate di Festa Musica Danza Folklore Solidarietà che culmineranno nel finale del 4 giugno, Sagra delle Fragole. Quest'anno l'evento prende il nome di “Nemi In Folk ITALIA Centrale”, perchè  le attività culturali che caratterizzano le giornate sono dedicate alla promozione della raccolta fondi già in essere da dicembre in scorso per sostenere le zone  colpite  dal terremoto. Saranno predisposti contenitori ad hoc nel borgo per raccogliere offerte spontanee e volontarie.

 

Due le giornate  in programma, dunque.  Domenica 28 Maggio 2017 Nemi incontra la Campania , l'Irpinia, Montemarano in particolare con la sua vivacità e ricchezza culturale: protagonista   il gruppo di cultura e folklore “Zompa Cardillo” che farà risuonare nelle stradine del  borgo di Nemi   allegria, energia, ironia, tutto quanto caratterizza  la tarantella montemaranese, emblema del suo storico Carnevale.    Un suono inconfondibile ed indimenticabile con clarinetti, fisarmoniche, tamburelli e tante castagnette suonate dai danzatori con  costumi tradizionali e il bianco e rosso del Caporabballo che con il suo uncino di nastri colorati guida i passaggi della danza.  Il ballo, nel suo complesso di movenze,  esprime memorie  di   riti propiziatori  e liberatori  legati al mondo pagano, di  riti  legati all'agricultura, insieme  a uno spirito di grande allegria che si manifesta nei lunghi cordoni di coppie che attraversano le strade in un flusso continuo e  nella creazione di grandi cerchi a esorcizzazione del male.

 

Il gruppo "Zompa Cardillo" nasce nel 1984 per iniziativa dell'Associazione Pro-Montemarano con l'intento di far conoscere le antiche tradizioni della nostra terra,il profondo radicamento culturale di questa  tradizione.   Con tutti loro, il popolo di Nemi e tutti gli ospiti partecipanti potranno avvicinare e godere   di momenti   divertimento  e socializzazione. La giornata si articola in  una visita guidata del borgo in musica e festa in piazza con danze tradizionali.

 

Sabato 3 giugno Nemi incontra invece  l’Alto Lazio , con il   gruppo di cultura e folklore “ Ma-trù” di Amatrice, provincia di Rieti, che rappresenta il territorio reatino fin dal 1989 in festival Internazionali  come membro del CIOFF ( Conseil Intermational des Organisations de Festivals de Folkore et d'Arts Traditionnels) proponendo forme espressive della tradizione dell'Alta Sabina  e delle aree appenniniche . Alcuni componenti del gruppo saranno senza costumi tradizionali perchè rimasti sotto le macerie del terremoto. In   scena La saltarella, l’organetto due bassi, le ciaramelle e la poesia in ottava rima per una  una giornata d’incontro e conoscenza anche con laboratori tenuti dai suonatori tradizionali del gruppo . E la sera in piazza “ In Festa! Amatrice nel cuore dell’Italia”, un concerto di musica popolare con musicisti professionisti  coinvolgendo il pubblico con canti e danze dal Nord al Sud Italia. Partecipano MeRitmiRì - tradizioni del sud Italia -Zampognera Fiumerapido, Danze condotte da Terra Nemorense per il coinvolgimento del pubblico, in collaborazione con I Passi della Tradizione. La raccolta fondi, iniziata il 28 maggio, contribuirà  ad avviare nuovamente l'opera di ricerca e diffusione delle tradizioni da parte del Gruppo musicale. Nella giornata del 4 giugno, Sagra delle Fragole, sarà presente anche il sindaco di Amatrice .

Nemi in Folk, nelle passate edizioni,  ha incontrato l'Abruzzo" I colori del territorio", Molise "Fontana Vecchia", Puglia Festa d'Autunno "Carlo e Moana Casciaro", Natale di zampogne con "Antonio Critelli Danilo Gatto Salvatore Megna" Calabria, Marco Tomassi e Marco Iamele Ciociaria - le ciaramelle di Amatrice Franco Moriconi, Luigi Quintiliani, Andrea Delle Monache. Feste a ballo con Gian Franco Santucci, Saltarelli e canti nelle visite guidate nel borgo con Luca Stoppolone condotte da Sara Scarselletta con Terra Nemorense.

IL PROGRAMMA DELLE DUE GIORNATE

 

DOMENICA 28 MAGGIO dalle ore 11,00 
Nemi e la Campania con l'allegria della Tarantella, i colori dei costumi dei danzatori del gruppo montemaranese " Zompa Cardillo".Presentazione del progetto

Raccolta Fondi Italia Centrale

15,30- Passeggiata musicale del Borgo, visita guidata condotta dalla

dottoressa Sara  Scarselletta in compagnia delle danze di Terra Nemorense e dei suoni di Montemarano in un incontro armonico fra tradizioni.

16:30- Inaugurazione della mostra “ Immagini delle sagra dal 1930 ad oggi". Sala dei

Piccoli  Comuni e Piazza Umberto  I  con il gruppo folk di Montemarano Zompa Cardillo

con il coinvolgimento del pubblico.

 

 

SABATO 3 GIUGNO dalle ore 11,00

12,00- Passeggiata  musicale del borgo guidata dalla dottoressa Sara Scarselletta,  in compagnia dei suoni dlla tradizione romana e dell'Alto Lazio  con Terra Nemorense e  il gruppo Ma-trù

 

Dalle 16,30 Laboratori  per conoscere l'organetto   due  bassi, le ciaramelle

e la poesia in ottava rima

 

20,30- Concerto in Piazza Umberto  I "Amatrice nel cuore d'Italia " con canti

e danze dal nord al sud

 

Info programmi : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 


 

Stampa