TUTTO IL FOLK del Civitella Alfedena Folk Festival

Sedicesima edizione per  il Civitella Alfedena Folk Festival, nel Parco nazionale Abruzzo lazio e Molise, da domenica 21 a sabato 27 agosto 2016, pronto a offrire, sotto la direzione artistica di Marco Delfino, una offerta musicale di alta qualità  proponendo un programma molto variegato  tra " tradizione e innovazione”, dando la possibilità allo spettatore di spaziare tra molteplici influenze di stili e generi, ascoltare gruppi provenienti da diverse aree geografiche italiane ed estere, iscriversi ai laboratori sugli strumenti tradizionali come organetto, tamburo e zampogna, di canto e   danza, e  partecipare attivamente alla Notte dei tamburi ,un corteo sonoro, guidato dallo storico trampoliere Pompeo, formato da  musicisti, musicanti, ballerini, allievi dei seminari, e pubblico a seguito,   ballando   fino a notte tarda.

Per la danza segnaliamo i i laboratori A piccoli passi -Dipingiamo la danza condotti da Francesca Trenta per bambini in età scolare (infanzia e primaria) basandosi sugli elementi coreutici e ritmi della danza di musica popolare italiana. "La danza è un quadro da dipingere: i bambini imparano i passi attraverso i colori, e nella scatola trovano il pennello del pittore! " Per gli adulti laboratori di ballo sulla zampogna sempre  condotti da Francesca Trenta con la partecipazione di Marco Tomassi per un viaggio fra le danze dell'Appennino centro meridionale : saltarella, ballarella, tarantelle del sud saranno non solo conosciute dal punto di vista coreutico ma anche in relazione al tipo di sonata eseguita e di strumento utilizzato. La finalità di questo progetto didattico di Francesca Trenta, è mettere in condizione il danzatore o l'appassionato di riconoscere il " suono", e il " ritmo" nella convinzione che la danza non possa distaccarsi dalla musica, dalla ritmica e dalla poesia del canto tradizionale.

Sempre sul fronte danza  Alessandro Calabrese e Cristina Falasca presentano laboratori sul   Saltarello di Amatrice (Alta valle del Velino) e La Spallata di Schiavi di Abruzzo, danza di sfida e di corteggiamento diffusa nell'Italia centro meridionale ed in particolare tocca le regioni di: Abruzzo, Molise e Campania, in un vasto territorio che all'epoca era abitato dal popolo dei Sanniti.

Molto ricco il programma tra concerti e d eventi , con protagonisti importanti della musica popolare provenienti da più regioni.Tra questi dalla Calabria il gruppo Bashkim; dal Lazio ControCorente, un omaggio alle melodie e alle arie, note e meno note, della tradizione musicale e poetica di Roma e del Lazio; il duo CimaFina(Emilia Romagna - Svezia), un originale mix tra la musica tradizionale della Emilia Romagna e le melodie tradizionali svedesi . E ancora dal Veneto Roberto Tombesi , uno degli storici protagonisti del folk revival italiano, con il Trio In 'sta via; dalla Liguria l’Orchestra Bailam con un viaggio nella musica suonata a corte dal Sultano nei primi del ‘600 sino a quella dei locali notturni musicali del medioriente ottomano del '900; dal Trentino , Veneto e Alto  Adige l'Orchestra popolare delle Dolomiti (OPD); I Briganti dell’Appia con l’atmosfera delle feste popolari tra Saltarello ciociaro, Ballarella aurunca, Tammurriate campane, Tarantelle napoletane e calabresi, fino ad arrivare alla Pizziche pugliesi ed alla Taranta salentina. Infine I SoniCanto che puntano soprattutto sull’Italia Centro – Meridonale, dalla zona romano-laziale, fino alla Puglia, alla Calabria ed alle Isole   tra tarantelle, tammurriate, pizzica pizzica, saltarelli, quadriglie e valzer canti sia di lavoro che di passione, alle serenate e a i canti da osteria, alla canzone folk d’autore.

http://www.comune.civitellaalfedena.aq.it/eventi/folk.php

http://mantice.net/index2.html

https://www.youtube.com/watch?v=vAGpGZ3X-Sw


Stampa