Un corso di fotografia ...e sboccia il ballo

Ragazzi di una scuola media del nord Italia e un architetto che dà il via a  un laboratorio fotografico "creativo“ che sia “un invito all’osservazione, e anche all’emozione”, richiamandosi come esperienza e modello a fotografi di fama come Elliott Erwitt, il fotografo del quotidiano, ritrattista, capace di cogliere momenti particolari della vita delle persone in scatti in bianco e nero.

La fantasia e l’applicazione, l’interesse suscitato da alcune immagini hanno condotto alcuni dei ragazzi a scegliere  proprio il tema del ballo, e a produrre alcune foto spontanee e suggestive- ci spiega l’architetto Giancarlo Sottoriva, il loro insegnante di "Arte e Immagine",  che ha tenuto il corso presso l’ Istituto Paritario Teresianum, Corso Vittorio Emanuele II, 126 , Padova, Scuola secondaria di I grado, che ha una sede anche a Roma, in via Valcannuta, 134.

Le immagini fanno parte del lavoro svolto dagli alunni di terza media, relativamente al laboratorio di fotografia svoltosi all’interno del corso di “arte e immagine. Gli alunni che si sono dedicati al tema del ballo sono Foresta Sara, Aurora Lotto, Alberto Minetto, Riccardo Mazzucato, Anna Pandolfo. Il corso è nato dal presupposto che la fotografia può essere un mezzo prezioso per educare i ragazzi a guardare il mondo da nuovi punti di vista, ad osservare con occhi diversi, per imparare le varie sfumature di ciò che ci circonda e superare quindi forme di stereotipi e pregiudizi".

I ragazzi, colpiti dalle belle  immagini di Erwitt, hanno ricreato l'ambiente, il senso del ballo, della festa, o il tema più intimo della della vicinanza e della improvvisazione,  come nel   momento di danza nella cucina.

 

"Il progetto- ancora Sottoriva- non voleva limitarsi ad una mera acquisizione tecnica degli strumenti utilizzati, ma avviare i più giovani a un impegno verso l’osservazione, all’ analisi, all’ apprezzamento della realtà che li circonda, sollecitandoli a cogliere e comunicare, secondo la loro personalità e sensibilità, ciò che percepiscono. In realtà le esercitazioni dovevano essere relative al ritratto, partendo dall’analisi delle immagini dei grandi fotografi e da qui scegliere, inquadrare, scattare, considerando la posizione, la luce, le ombre, e gli effetti che si creano intorno al soggetto. Le foto dedicate al ballo di Erwitt hanno avuto una presa forte sugli allievi citati che, a casa, con grande entusiasmo hanno riprodotto questo tema”.

La Compagnia di Santa Teresa di Gesù è stata fondata nel 1876 da San Enrico de Ossó, canonizzato da Giovanni Paolo II a Madrid il 16 giugno 1993.Attualmente la Compagnia dirige Centri Educativi e di promozione sociale in Europa, Africa, America ed Asia. In Italia la Congregazione opera in comunità educative a Roma, a Padova e a Cecina (Li).

L’architetto Giancarlo Sottoriva si occupa di progettazione architettonica e Interior design (edifici di residenza privata, commerciale/aziendale, musei, locali pubblici bar, ristoranti, stand fieristici , case per anziani chiese, luoghi di culto e di preghiera,). è docente ai corsi di alta formazione e collaboratore alla didattica presso l’Università IUAV diVenezia, e consulente del Tribunale di Padova e Corte d’Appello.

 


Stampa