• home
  • chi siamo
  • paesindanza
  • protagonisti
  • eventi
  • Danze Popolari
  • Viaggi
  • Scuole
  • musica e parole
  • Video
  • contatti

VIAGGIO NELL'INDIA CHE DANZA, UN MESSAGGIO PER LE DONNE

  Un viaggio virtuale nella cultura indiana, un excursus nel mondo femminile del subcontinente, ricco di suggestioni ma anche di contraddizioni. Non è certo un caso che lo spettacolo “Viaggio nell'India che danza”, giunto all'ottava edizione, abbia scelto quest'anno il palcoscenico della Casa internazionale delle donne, a Roma, per lanciare i suoi messaggi contro la violenza. Curato da Valentina Manduchi e dalla sua Apsaras Dance Academy, lo spettacolo ha offerto, attraverso le danze e i costumi, una panoramica delle più importanti figure femminili della cultura indiana. Una cultura complessa, che ha subito nei secoli e subisce tuttora diverse influenze; da quella induista a quella buddista, dalla persiana alla musulmana, fino a 'Bollywood' con l'incontro tra Est e Ovest del mondo. Protagoniste della scena le dee, i personaggi mitologici, ma anche le regine, le guerriere e le donne che hanno combattuto per l'indipendenza, a testimoniare l'importanza dell'universo femminile nella società indiana, nella quale tuttavia le donne sono spesso vittime di violenze di ogni genere, discriminazioni e sopraffazioni, come è stato ricordato alle fine dello spettacolo. Danze che raccontano storie antiche, danze che trasmettono divertimento e leggerezza - “dalle giungle ai deserti, dalla tradizione a Bollywood”- e nello stesso tempo ci ricordano di non abbassare mai la guardia, in India come in Italia. L.R. www.apsarasdance.com

"NADIJA'S ORIENTAL DANCERS®, SI FESTEGGIANO I 10 ANNI

  Quest'anno il gruppo di danza ligure  "NADIJA'S ORIENTAL DANCERS®"festeggia il decennale della propria attività e per l'occasione   il  22 ,23 e 24 giugno l’ASD LA PINETA PLANET SPORT DI ARMA DI TAGGIA - SANREMOorganizza  il primo    “ORIENTAL&BOLLY DANCE FESTIVAL RIVIERA”.
Il programma prevede serate a tema, lezioni gratuite  di preparazione alla danza e risveglio muscolare  presso la splendida spiaggia  " Germana" di Arma di Taggia, lezioni teoriche gratuite  sulla danza orientale tenute dalla direttrice del Festival ,insegnante di danza e giornalista Francesca Paglieri, responsabile Nazionale di settore  per la  FIPD  e membro  CID UNESCO. E ancora un workshop di danza orientale  con la ballerina internazionale  Silvia Brazzoli il sabato pomeriggio,   un workshop di danza Bollywood con Gioia Cavedon la domenicamattina,   serata di Gala  il sabato sera .
Ci sarà la possibilità ,inoltre , di visitare stand e mercatini gastronomici  in tema grazie al percorso  “STREET FOOD”, che si terrà sul lungomare di Arma di Taggia  durante il weekend .  " Il festival-sottolineano gli organizzatori-  sarà una occasione non solo per danzare  e approfondire varie tematiche  ma anche per visitare  la splendida riviera dei fiori  e la vicina Costa Azzura con tanto sole e mare all'inizio dell'estate".           IL PROGRAMMA VENERDI’ 22 GIUGNO DALLE ORE 20 APERICENA ORIENTALE PRESSO DECO' DI SANREMO CON DS SET MASTER DBJ SABATO 23 GIUGNO DALLE ORE 10 PREPARAZIONE ALLA DANZA E RISVEGLIO MUSCOLARE IN SPIAGGIA CON L’ISTRUTTORE LUCA CAPPONI PRESSO LA SPIAGGIA CONVENZIONATA BAGNI GERMANA DI ARMA DI TAGGIA. DALLE ORE 10.30 PRESSO BAGNI GERMANA LEZIONE TEORICA GRATUITA PRIMO MODULO: STORIA E CURIOSITA’ SULLA DANZA ORIENTALE CON PRESENTAZIONE DEL TESTO “DANZA ORIENTALE: EMOZIONI IN MOVIMENTO” DI FRANCESCA PAGLIERI .SECONDO MODULO: COMPARAZIONE DI STILI TRA LA COREUTICA ORIENTALE E QUELLA POLINESIANA CON PRESENTAZIONE DEL TESTO “DA ISHTAR A LAKA” DI FRANCESCA PAGLIERI. DALLE ORE 14.30 ALLE ORE 16.30 WORKSHOP CON L’INSEGNANTE INTERNAZIONALE SILVIA BRAZZOLI PRESSO ASD LA PINETA PLANET SPORT VIALE DELLE PALME 40 TAGGIA.   DALLE ORE 21 SERATA DI GALA CON IL CORPO DI BALLO NADIJA’S ORIENTAL DANCERS A SCOPO BENEFICO CON PROVENTI PER L'ASSOCIAZIONE ENEA DI GENOVA,     SPECIAL GUESTS STARS SILVIA BRAZZOLI E GIOIA CAVEDON, OSPITE INTERNAZIONALE LA MAESTRA MIKAELA JOKINEN DALLA FINLANDIA E OSPITI ITALIANE MARIE FRACCALVIERI, IL DUO HANAMI BELLYDANCE E FEDERICA DOSSENA.     INGRESSO LIBERO, CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI TAGGIA . DOMENICA 24 GIUGNO DALLE ORE 10.30 ALLE ORE 13.30 WORKSHOP CON L’INSEGNANTE INTERNAZIONALE GIOIA CAVEDON PRESSO ASD LA PINETA PLANET SPORT   www.francescapaglieridanza.it

MEDITERRANEA, IL TOUR ESTIVO

  Con il sostegno del MiBACT e della SIAE nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”, Daniele Cipriani Entertainment presenta   il calendario della tournée estiva di Mediterranea: 4 luglio - Arena Shakespeare - Fondazione Teatro Due, Parma; 5 luglio - Festival Acqui in Palcoscenico, Acqui Terme (Alessandria);  6 luglio - Festival Como Città della Musica, Arena del Teatro Sociale di Como; 7 luglio - Torino Estate Reale, Torino; 10 luglio - Florence Dance Festival, Firenze; 14 luglio Teatro Romano di Ostia Antica (Roma).  Mediterranea è un importante lavoro di danza che parla di mare. Di un mare che è parte di noi, che ha forgiato la nostra storia e temprato i nostri caratteri, che ad ogni flusso e riflusso cambia i connotati della nostra società, accende la nostra politica e i nostri dibattiti e che nei secoli ha ispirato canti e danze. Tra queste, quelle create per per questo balletto ,tra i più amati, da uno dei maggiori coreografi italiani, Mauro Bigonzetti.
  Salpato con il Balletto di Toscana e rappresentato in anni successivi anche alla Scala, Mediterranea non ha lambito solo le coste italiane, ma è il balletto italiano che ha conquistato il mondo, circumnavigando il globo da Rio de Janeiro a New York, Madrid, Stoccarda, Toronto e Kiev. La sua ripresa quest’anno – con una tournée in varie città italiane ed un trionfo sulle sponde di un ‘altro’ mare, il Mar Nero, al Winter International Arts Festival di Sochi (Russia) – testimonia la missione di Daniele Cipriani volta al recupero del repertorio italiano della seconda metà del ‘900.     La presente produzione vede il Corpo di Ballo di Daniele Cipriani Entertainment, costumi di Roberto Tirelli e luci di Carlo Cerri. 15 i ballerini impegnati in questa navigazione immaginativa costruita su un collage di musiche di Mozart, Ligeti e Palestrina, insieme a musiche dei paesi mediterranei, con momenti d’insieme alternati a passi a due. In Mediterranea due protagonisti maschili – l’Uomo di Terra (Umberto De Santis) e l’Uomo di Mare (Francesco Moro), alter ego l’uno dell’altro – si incontrano e si scontrano; il complesso intreccio coreografico mette in risalto le loro forza e velocità e riflette la condizione umana, rendendoli di sostegno e dipendenza reciproci.  Così a rispecchiare il contrasto tra mare e terra e l’imperituro andirivieni delle onde, la danza fluisce, costruita sulla coesistenza degli opposti: movimenti energici alternati a passaggi estremamente lirici. "Ne risulta un affresco di grande respiro, profondo come il mare".   Lavoro dalle molteplici sfaccettature, già dal titolo Mediterranea spinge come un forte vento marino il pensiero dello spettatore anche verso temi di attualità: l’inquinamento plastico (attualmente al centro di tante campagne ecologiche) che attanaglia le distese d’acqua del pianeta, nonché i perigli (e, spesso, la tragedia) di chi oggi attraversa proprio il  Mare Nostrum in cerca di un futuro. Non a caso Mediterranea si chiude con un messaggio di unione: il medesimo messaggio portato avanti da tutte le produzioni di Daniele Cipriani Entertainment.   Daniele Cipriani Entertainment è  riconosciuta dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del turismo Trailer https://www.youtube.com/watch?v=KhqYzRyrk3g&feature=youtu.be Foto Massimo Danza

012

FLUX FESTIVAL, LA LITUANIA SI PRESENTA

 

Dal 4 al 15 maggio a Roma , in occasione del centenario della Repubblica Lituana, paese giovane, dinamico ed effervescente, si svolgerà FLUX Festival, Festival Lituano delle arti  : 12 giornate di musica, danza, teatro,   proiezioni, incontri, mostre e performance. Più sedi coinvolte  come  l’Auditorium Parco della Musica, il MAXXI,  il Teatro Argentina, il Teatro India, Palazzo Braschi e il Museo Baracco.La manifestazione è prodotta dalla Fondazione Musica per Roma con l’Istituto di Cultura Lituano, in collaborazione con il Teatro di Roma-Teatro Nazionale, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, il MAXXI ,  Comune di Roma,  Ambasciata della Repubblica Lituana, con il sostegno   del Ministero della Cultura della Repubblica Lituana, grazie alla promozione sul territorio realizzata dal Dipartimento del Turismo della Lituania.

 

 

 

100 anni, 100 artisti...In occasione del centenario della Repubblica Lituana tutta la vivacità e il fermento della scena artistica del Paese baltico arrivano a Roma dal 4 al 15 maggio con FLUX - Festival Lituano delle arti. 3 mostre, 2 rassegne video, 5 concerti, 5 spettacoli - per un totale di 12 giornate di arte, teatro, danza, musica performance, proiezioni, architettura e fotografia, - riempiranno il calendario culturale della Capitale nelle sue sedi più prestigiose: l’Auditorium Parco della Musica, il MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, il Teatro Argentina, il Teatro India, Palazzo Braschi e il Museo Baracco. FLUX vuole regalare alla città di Roma la possibilità di scoprire e apprezzare la varietà e il dinamismo delle arti lituane nelle sue molteplici diramazioni. Un festival unico, dove sperimentazione e rilettura dei classici si integrano attraverso una visione interdisciplinare ereditata dallo spirito del manifesto del movimento "Fluxus", pubblicato nel 1963 da George Maciunas. A Roma arriveranno i protagonisti più importanti e riconosciuti della scena culturale lituana insieme a uno straordinario gruppo di giovani artisti, registi e compositori che stanno conquistando un posto di primo piano nella mappa culturale internazionale.

 

Accanto al padre del cinema sperimentale Jonas Mekas, a due nomi leggendari del teatro lituano come Eimuntas Nekrošius e Oskaras Koršunovas, al videoartista di fama mondiale Deimantas Narkevičius, ai tre giganti del jazz Vladimir Tarasov, Liudas Mockūnas e Eugenijus Kanevičius, e ad Anton Lukoszevieze con The Apartment House, pluripremiato ensemble di musica sperimentale di base a Londra, la Capitale ospiterà la giovane direttrice d’orchestra, apprezzata in tutto il mondo Mirga Gražinytė-Tyla, la promettente e anticonformista regista Kamilė Gudmonaitė, la compositrice Justė Janulytė, la poetessa femminista Laima Kreivytė, la danzatrice e perfomer Gintarė Minelgaitė, l’impetuosa compagnia di danza urbana LOW AIR. Vaiva Grainytė, Lina Lapelytė e Rugilė Barzdžiukaitė, autrici della sorprendente “nuova opera” Buona giornata! (Have a Good Day!), arrivano per la prima volta in Italia dopo aver riscosso grandi consensi di pubblico e critica in tutto il mondo.  Non mancheranno poi le arti performative con le performance della stessa Lina Lapelytė e di Gintarė Minelgaitė, artista teatrale e metodologa e Andrej Polukord, che utilizza la pittura, le installazioni, e la videoarte per creare ambienti imprevedibili. Grande spazio avranno anche le arti visive con Fast-forwarded (Artapes), selezione di opere video lituane a partire dagli anni ’90, a cura di Ūla Tornau e Asta Vaičiulytė; e due mostre fotografiche: Architettura dell’ottimismo. Kaunas 1918-1940 (Architecture of Optimism), a cura di Marija Drėmaitė, Giedrė Jankevičiūtė, Vaidas Petrulis, e I mimi. Vitas Luckus (Vitas Luckus. Mimes), a cura di Ieva Meilutė-Svinkūnienė.

Questo festival di grande spessore- le parole del presidente Fondazione musica per Roma Aurelio Regina e dell’ad José   R.Dosal nel corso della presentazione del Festival  negli spazi del Parco della Musica di Roma – va ad  arricchire ulteriormente  la nostra programmazione , sancisce la collaborazione con prestigiose istituzioni culturale della città, ed è un’occasione per conoscere  la realtà culturale di questo paese giovane ,  dinamico ed effervescente . Un progetto fortemente voluto che insieme ad altri tasselli rende la Fondazione  una vera Cattedrale dell cultura”.

Per l'addetta culturale Ambasciata Lituania Julija Reklaitèquesto Festival è una grande occasione per festeggiare i 100 anni della Repubblica Lituana : vogliamo far vedere attraverso la musica, il teatro, la danza e la tecnologia chi siamo  e siamo interessati anche ad avere il parere del pubblico italiano.” E’ la prima grande manifestazione dedicata alla nostra cultura- ha affermato la direttrice Istituto Cultura Lituania  Ausrine ZilinsKiené presentando  in modo ampio il calendario del Festival tra musica e teatro.” "Natura e cultura sono i nostri due assett per la promozione della destinazione- le parole di Monica Tagliabue ,PR Turismo Lituania- "Scoprire la ricchezza dell’offerta culturale  lituana rappresenta uno stimolo ad andare alla scoperta del paese, soprattutto in un anno così importante come il 2018 . Nel 2017 i turisti italiani che hanno visitato la Lituania sono stati 40.000, il trend è in crescita  dal 2013 ( 38%). Ci sono collegamenti diretti dall’Italia, Vilnius e Kaunas rappresentano il cuore culturale del paese , e poi ci sono villaggi, siti Unesco, siti religiosi,siti naturalistici e una magnifica costa. E tanti eventi tra musica e danza .Un esempio è il Festival  delle Danze Tradizionali  considerato le Olimpiadi della cultura lituana: il Lithuanian Song and Dance Festival si svolgerà dal 30 giugno al 6 luglio 2018. L’evento   dal   2003  è incluso tra i siti Patrimonio orale e immateriale dell’umanità dell’Unesco, per la sua valenza storica e culturale. Al centro del Festival  temi più tradizionali mentre il Flux Festival guarda più alla contemporaneità e alla sperimentazione".  Perchè la Lituania  sa guardare al passato e al futuro.

Ester Ippolito

La manifestazione è prodotta dalla Fondazione Musica per Roma con l’Istituto di Cultura Lituano, in collaborazione con il Teatro di Roma-Teatro Nazionale, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, il MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, il Comune di Roma, l’Ambasciata della Repubblica Lituana, e sostenuta dal Ministero della Cultura della Repubblica Lituana, grazie alla promozione sul territorio realizzata dal Dipartimento del Turismo della Lituania. Il Festival ha ottenuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica di Lituania e l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana. Inoltre è finanziato dal Ministero della Cultura della Repubblica lituana e organizzato e promosso dalla fertile collaborazione di diverse istituzioni italiane e lituane: Fondazione Musica per Roma, Istituto di Cultura Lituana, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Teatro di Roma - Teatro Nazionale, MAXXI Museo Nazionale delle arti del xxi secolo, Comune di Roma, CAC - Centro di Arte Contemporanea (Lituania), Commissione Nazionale Lituana per l‘UNESCO, Associazione Fotografi Lituani Dipartimento di Kaunas, Centro di Fotografia Vitas Luckus, LOW AIR / Teatro danza della città di Vilnius, Meno Fortas teatro, OKT / Teatro della città di Vilnius, Ambasciata della Repubblica di Lituania nella Repubblica Italiana, Dipartimento del Turismo della Lituania.

Per info

www.lithuanianculture.lt

www.auditorium.com

www.santacecilia.it

www.teatrodiroma.net

www.fondazionemaxxi.it

www.lithuania.travel

 

 
notte taranta cannito .png
facebook youtube twitter
  • login
Iscriviti alla Newsletter di Ballareviaggiando
Privacy e Termini di Utilizzo
Cliccando sul pulsante "Iscriviti" l'utente dà il consenso esplicito a ricevere la newsletter di Ballare Viaggiando

ARETINA TOURS, SPECIALE BRASILE 2019

Non è mai troppo presto per pensare al Carnevale di Rio. Aretina Tours lancia un pacchetto speciale  Brasile Early Booking  da euro 690  prenotando entro il 25 luglio. Il paxchetto comprende  4...
VIAGGIANDO...LA COSTA DI ENEA, AL VIA LA STAGIONE ARCHEOLOGICA DI ARDEA
Immagine

Archeologia e mare, questa una  grande risorsa del Comune di Ardea  pronta a valorizzare i suoi  gioielli per l’estate alle porte.    La Costa di Enea, progetto di marketing territoriale ...