• home
  • chi siamo
  • paesindanza
  • protagonisti
  • eventi
  • Danze Popolari
  • Viaggi
  • Scuole
  • musica e parole
  • Video
  • contatti

A LISBONA, A GIUGNO, E' TEMPO DI "FESTAS"

Giugno è alle porte e la città  di Lisbona, Portogallo, è un turbinio di color iper  le feste più attese dell’anno:  giugno è infatti  il mese delle “Festas”, feste popolari in onore dei santi. Troni dedicati al santo più amato della città, anche se non è il patrono, Santo Antonio. Marce popolari dove i quartieri si sfidano a suon di musica, balli e coreografie. Fado e fumi di sardine che si intrecciano nell’aria con i colorati festoni che vengono appesi tra i palazzi della città. “Las Festas de Lisboa” continuano per tutto il mese, con eventi musicali, teatrali, artistici e religiosi. Tra gli eventi  le Festas dos Santos Populares (Feste dei Santi Popolari) San Giovanni e San Pietro, fanno da cornice alla grande celebrazione dedicata a Sant’Antonio. Sant'Antonio, molto venerato a Lisbona e considerato il vero patrono della città, è al centro di questi festeggiamenti che culminano nella notte del 12 giugno, con la sfilata delle “marchas populares” (marce popolari) lungo l'Avenida da Liberdade. Il pomeriggio del 13, si svolge invece la processione dedicata a Sant’Antonio, che nell’immaginazione popolare aiuta a trovare marito, percorre le strade che circondano la Sé, caratterizzando in senso religioso i festeggiamenti e quel giorno si celebrano numerosi matrimoni collettivi.   Le notti sono animate da feste all’aperto nei quartieri tipici di Lisbona – Castelo, Mouraria, Graça, Alfama, Ajuda e Bairro Alto – che si riempiono di musica e di danze al ritmo delle canzoni popolari. Addobbate di ghirlande e palloncini colorati, le strade sono invase dal profumo delle sarde arrosto e dall’aroma del basilico, accompagnati da un garofano di carta e da una strofa in rima che allude a Sant’Antonio. Tra spettacoli improvvisati da artisti di strada, canti, balli, processioni religiose, concerti ed il vociare di migliaia di abitanti e turisti che prendono parte alla ricorrenza. In tutto questo mix non manca, ovviamente, il fado portoghese che rispecchia l’anima del Paese. E anche tanto jazz. Anche il cibo è tradizionale: in questi due giorni infatti vengono allestiti in tutti i vicoli e piazzette chioschi e tavolini in cui si mangiano il ‘caldo verde’ (zuppa di cavolo verde) e le sardine alla brace, preparate per strada e accompagnate da vino verde e birra portoghese. Per la posizione strategica e per scoprire la città, si può scegliere fra le cinque strutture di charme della catena Heritage, situate proprio nei quartieri protagonisti delle celebrazioni. Heritage propone cinque deliziosi boutique hotel in piccoli palazzi o dimore storiche e assicurano un’atmosfera speciale, familiare ed allo stesso tempo ricca di charme.   Con un soggiorno minimo di due notti gli Heritage offrono il biglietto per la funicolare a loro più vicina. AS JANELAS VERDES - L’hotel As Janelas Verdes (ossia “finestre verdi”) è ubicato accanto al National Art Museum, in un piccolo palazzo di fine Ottocento, ed offre un’atmosfera romantica e accogliente. Qui trovò ispirazione anche Eça de Queirós, uno dei più famosi romanzieri portoghesi Tutte le camere sono soleggiate e vivaci, il Tago è a un passo, in primavera la giornata inizia con un meraviglioso breakfast servito nel giardino, mentre vi godete la tranquillità della Lisbona di un tempo. Prezzi per la camera doppia a partire da 118,00 euro inclusa la prima colazione.   HOTEL BRITANIA – Situato in un palazzo progettato negli anni Quaranta del secolo scorso dal famoso architetto portoghese Cassiano Branco, è un hotel per molti versi unico che assomiglia molto a un club esclusivo. E’ stato restaurato valorizzando il suo stile originale Art Déco.  Le camere sono spaziose e dai colori caldi, arredate con splendidi mobili classici; i bagni, originali, sono in marmo, restaurati fin nel minimo dettaglio. Prezzi per la camera doppia a partire da 125,00 euro compresa la prima colazione.   HOTEL LISBOA PLAZA – A due passi da Avenida da Liberdade, è un “classico” tra i migliori hotel della capitale portoghese. La decorazione di interni è stata recentemente rinnovata dall’architetto Sofia Duarte Fernandes in uno stile leggero molto portoghese, mantenendo l’impronta classica e lo spirito familiare. Prezzi per la camera doppia a partire da 99,00 euro compresa la prima colazione.   SOLAR DO CASTELO – Durante la seconda metà del XVIII secolo venne costruita una bella casa signorile all’interno delle mura del castello di San Giorgio, sul terreno dove un tempo sorgevano le ex cucine del Palazzo Alcacova. Ecco perché è ancora conosciuto con il nome di Palacete das Cozinhas (“Palazzo della Cucina”). La struttura unisce elementi dello stile razionalista di Pombal (i sobri infissi delle finestre e dell’entrata principale) con altri che esprimono maggiore libertà. I Prezzi per la camera doppia a partire da 149,00 euro compresa la prima colazione.   HERITAGE AVENIDA LIBERDADE – L’ultimo nato della catena Hoteis Heritage Lisboa si trova sul corso principale, Avenida da Liberdade. Il suo design porta la firma di Miguel Câncio Martins, architetto portoghese celebre per il proprio lavoro in locali mitici come il Buddha Bar o il Thiou a Parigi, lo Strictly Hush a Londra e il Man Ray a New York. L’aspetto esterno del palazzo è stato lasciato inalterato, mentre gli interni si ispirano alle residenze urbane della borghesia portoghese. Obiettivo: ideare uno stile che affondi le proprie radici nell’identità lusitana e lisboeta. Prezzi per la camera doppia a partire da 136,00 euro compresa la prima colazione.      

VENTO RUSSO SU LA NOTTE DELLA TARANTA 2019

Le  prime carte della prossima edizione de La Notte della Taranta a Melpignano ( 24 agosto 2019) sono state svelate a Mosca ,in una conferenza stampa presso l’Ambasciata Italiana, nel contesto di una missione in Russia della Regione Puglia. Maestro Concertatore de La Notte della Taranta 2019, evento che riunisce oltre 2000 persone unite dall’amore per sonorità salentine e la danza, sul palco e in piazza, sarà il direttore d’orchestra (musica classica) Fabio Mastrangelo, il più noto musicista italiano in Russia, dove il maestro vive da 18 anni, direttore musicale della Russian Philharmonic di Mosca. Nativo di Bari, è il primo pugliese ad assumere il ruolo di maestro concertatore e avrà il ruolo di avvicinare il ritmo potente della pizzica con le arie classiche, un incontro tra musica colta e popolare. “ Ogni musica parte dalla popolare e dal movimento. La mia è una sfida, un mettermi alla prova- ha detto il maestro esternando il suo entusiasmo per questa avventura che lo riporterà nella sua Puglia. “ Ho già incontrato Daniele Durante,  direttore artistico del Concertone , e abbiamo già trovato tra noi un’armonia” . E ha promesso pure una danza sfrenata.... ". Massimo Manera, Fondazione Ndt, ha spiegato come la scelta di quest’anno di puntare, come elemento   di contaminazione,  sulla musica classica rappresenti senz’altro “ una scommessa forte”. Nel corso della conferenza stampa svelati anche i nomi di alcuni degli ospiti di fama che andranno a interagire , speriamo felicemente, con la musica salentina : Elisa e Gué Pequeno, un idolo dei più giovani. Altro annuncio ,le riprese televisive de La Notte saranno realizzate da Rai 2. La conferenza, preceduta da una esibizione dei ballerini del Corpo di Ballo della Ndt accompagnati da alcuni musicisti dell’Orchestra Ndt, ha visto la partecipazione  di Pasquale Terraciano, , Ambasciatore italiano a MoscaMIOchele Emiliano, Presidente Regione Puglia,Loredana Capone , Assessore Industria Turistico culturale Regione Puglia, Massimo Manera , Presidente Fondazione La Notte della Taranta, e la delegata Enit a Mosca. Coordinamento a cura di Gabriella Della Monaca.
Sono stati sottolineti i rapporti di collaborazione e di  amicizia Italia Russia, invitando tutti i cittadini russi a visitare l’Italia e la Puglia   per godere  della cultura, natura, tradizioni e buon cibo  in occasione di un evento come quello della Ndt, grazie anche ai nuovi collegamenti aerei della compagnia Poveda che dalla Puglia ha portato tutti i delegati a Mosca. Emiliano ha  evidenziato la potenza del ritmo della Pizzica  e di come il Salento attraverso questa musica sappia raccontare la proria storia, il lavoro, l’amore... Loredana Capone ha messo in luce la forza di questo evento che attraversa “non solo Melpignano ma tanti borghi salentini travolti dalla musica, che è al tempo stesso tradizione, rito, terapia, religione,  e dalla danza, trasformando questi luoghi in comunità danzanti. Il successo della Notte lo si deve anche a un gioco di squadra che unisce la Fondazione, La Regione, gli enti di Promozione Turistica e tante altre realtà “. ( Nella  foto i danzatori Ndt Laura Boccadamo e Fabrizio Nigro Ndt) Presenti a Mosca anche Daniele Durante, Direttore artistico Concertone,Luigi Chiriatti, Direttore artistico Festival, Stefano Minerva, Presidente Provincia Lecce, Roberto Casaluci, Presidente Unione dei Comuni della Grecìa salentina, Ivan Stomeo, Sindaco di Melpignano. www.lanottedellataranta.it  

IN QUESTO NUMERO DI BALLAREVIAGGIANDO.IT ....



On line   il nuovo numero  targato  maggio 2019 di ballareviaggiando.it , un   viaggio che ci conduce tra suoni , ritmi  e colori del mondo.     In Home Page una full immersion nel mondo del Balfolk con il film Le Grand Bal, nelle sale italiane dai primi di maggio.  Un film, di Laetitia Carton, che trasporta lo spettatore nella magia delle campagne francesi, nelle quali ogni anno più di duemila persone di ogni età e provenienza si danno appuntamento per 7 giorni ininterrotti di danza, musica, amicizia e gioia: Le Grand Bal de l'Europe. Sempre in Home Page le anticipaziomi su Taranta Gitana, progetto di Ambrogio Sparagna, in scena il 30  giugno prossimo  a Roma, nella  Cavea del Parco della Musica, nell' ambito del Roma Summer Fest. Uno spettacolo  che porta  in scena per la prima volta  uno straordinario dialogo fra danza popolare e ritmo latino, due stili  di grande storia e suggestionecon la partecipazione  dei Gipsy Gold ( ex Gipsy King), e la   partecipazione del  Corpo di Ballo dell’OPI , guidato da Francesca Trenta.
In Paesindanza un tuffo nelle Bahamas, bellissimo arcipelago anglofono situato tra la Florida e Cuba, e nel suo mondo  musicale. Anima del paese il   Junkanoo, una festa tipica caratterizzata da sfilate e danze in costume.  La tradizione locale può ancora contare su strumenti musicali unici come il rake-and-scrape e il goombay, che danno un'impronta particolare alla musica e alle sue danze. In Eventi tanti gli appuntamenti.Teatro, Danza, Musica, Mostre, Incontri...nella  Stagione del Teatro Greco di Siracusa ( 9 maggio - 25 luglio) focalizzata quest’anno sul tema “ Donne e guerra”, le prime vittime, ieri e oggi, di ogni conflitto. E' questo  il filo rosso che lega le tre opere in cartellone Elena, Le Troiane, Lisistrata.. Anticipazioni sulla  edizione 2019 di RomaEuropaFestival dal 17 settembre al 24 novembre. In programma teatro, danza, musica, digital e Kids,  377 artisti provenienti da 27 paesi,  126 eventi in scena in 20 spazi diversi della capitale . Il festival si inaugura   con la brasiliana  Lia Rodriguez, con “ Furia”: danza contemporanea e musiche rituali della Nuova Caledonia. E fino all' 11 maggio Roma ospita la mostra fotografica di Ninni Romeo dedicata a Pina Bausch, uno dei maggiori talenti della danza del Novecento.  L'esposizione, voluta dalla Daniele Cipriani Arte, è ospitata presso il ristorante vegetariano Il Margutta Veggy Food & Art, a Roma, in via Margutta 118. E dietro l'ngolo la tappa romana del Festival dell'Oriente  e degli alti festival connessi:America Latina ,Irlanda, Country, Spagna... Per Musica e Danze Popolari,  focus Basilicata con l'intervista a Pietro Cirillo,  Officine Popolari Lucane, cantautore e musicista, ricercatore di tradizioni popolari,  fortemente impegnato ed attivo nel sociale, che racconta la sua musica,  il   legame con la sua terra, il suo " grido lucano", e il ritmo della Taranta...Suoni, canti e narrazioni della tradizione: inaugurata a Roma la Rete degli Archivi Sonori  Musiche e Tradizioni Orali,  presso la Biblioteca Nazionale Centrale  di Roma,   fruibile e consultabile da studiosi e appassionati.  Oltre 12000 documenti e la voce di sei regioni: Abruzzo, Basilicata, Campania, Marche, Puglia e Umbria.
Nella rubrica Viaggi tematici legati al ballo,una proposta de Il Tappeto Volante di Padova . Danzare a Sofia:    un viaggio-studio a Sofia, dall'8 al 15 luglio, di danze tradizionali bulgare e danze gipsy russe, livello base.  Lezioni,  visita alla città e dintorni e la sera danze nei locali tipici. Per Scuole una stagione  all'insegna del  flamenco e nacchere- da maggio a luglio - con Silvia Sabatini presso Così Arte di Ostia.  Stage  aperti a tutti, vari livelli e varie proposte.
Per Musica e Parole, i giorni di Califano, nel ricordo della sua scomparsa, tra dibattiti e musica. Musica romana in pole position  con il nuovo lavoro discografico di Maurizio Fortini (Mezzo pieno mezzo voto) e il Festival della Canzone Romana in programma al Teatro Olimpico il 29 aprile. In campo teatrale il successo della versione teatrale di Vincenzo Longobardi “ Lo cunto de la Vecchia Vergine “ andata in scena al Teatro Di Documenti di Roma dal 12 al 14 aprile scorso: magia della narrazione e accompagnamento di musica e danze popolari.  E in anteprima nazionale  tre date al teatro Vascello-28 aprile, 11 maggio   26 maggio- con Nicola Vicidomini, il più grande comico morente, con l'inedito e attesissimo Fauno.... Novità.... Turismopiù con idee, tour, numeri, politiche turistiche, tendenze...  e una pagina dedicata su facebook (https://www.facebook.com/turismopiu/) E ancora tante  news su stage, eventi , festival e  spettacoli, anicipazoni Notte della Taranta e altro, e  la ricca sezione Video, curata da Elio Ippolito. Iniziative: ricordiamo gli appuntamenti su richiesta di ballareviaggiando Academy, lezioni di danze popolari italiane per turisti italiani e stranieri di passaggio nella capitale, e congressisti, con la docente, danzatrice e ricercatrice   Francesca Trenta.  Incontri   in locali romani con stage più aperitivo. Per informazioni  e richieste scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ------------------------------- BallareViaggiando è su facebook (Pagina) e su Twitter. Sul gruppo Ballare Viaggiando FB è possibile condividere in modo autonomo  eventi di danza e musica. I SERVIZI OFFERTI DA BALLAREVIAGGIANDO.IT  ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) ° Si realizzano videoclip e promo  a prezzi competitivi (concerti, spettacoli, saggi fine anno ...) °Si realizzano lavori grafici, locandine, folder ecc °Servizio Ufficio Stampa, Servizio Newsletter promozione eventi ° Inserzioni banner per raggiungere un target interessato al tema della danza, musica e del viaggio

012

“TRA TERRA E MARE ”... L’INCONTRO

 

Un lungo viaggio, quello dei popoli nomadi (romanì) che partirono   dall’Asia per raggiungere  il Mediterraneo  e l’Europa, arricchendo  il loro bagaglio, a ogni tappa,  di suoni, ritmi e colori. E nello spettacolo “ Ballareviaggiando...  Tra Terra e Mare", progetto artistico di Francesca Trenta,ricercatrice, danzatrice e docente, andato in scena negli spazi di Danzainfiera 2018 (Firenze, Teatro Ronda, 23 febbraio 18,30) ,   in partnership con la nostra testata ballareviaggiando.it , si celebra l’incontro tra terre  lontane e diverse che  si uniscono e si chiamano attraverso la musica e i  passi di danza...

di Ester Ippolito

 

 

“ Fra la terra e il mare, dall’Asia al Mediterraneo..nella ricerca  di un approdo comune”

Una  performance  intensa, ricca di sfumature, di passaggi di ritmi e di  ambientazioni quella di  "Ballareviaggiando....

Tra Terra e Mare", progetto artistico di Francesca Trenta, ricercatrice, danzatrice e docente, andata in scena negli spazi di Danzainfiera 2018 (Firenze, Teatro Ronda, 23 febbraio 18,30) , in partnership con la nostra testata ballareviaggiando.it .



Presentata da Stefano Baragli, lo spettacolo celebra l’incontro tra terre  lontane e diverse che    si uniscono e si chiamano attraverso la musica e i  passi di danza. Accanto a Francesca Trenta il suo Ensemble  I Passi della Tradizione, il  gruppo Onirika di Rossella Lazzari  , l’ Associazione Terpshicòri Danze Greche di Anna Botzios, più la musica dal vivo, un valore aggiunto, con le  musiciste Rita Tumminia (organetto) e Monica Neri (organetto, tamburi e lira calabrese), che hanno accompagnato con i loro strumenti momenti tra i più diversi legando culture solo apparentemente lontane .

Incontro di terre lontane , e anche di persone , di artisti legati a differenti stili di danza  che hanno recepito questo senso dell'incontro.  “ Il Dif- afferma Francesca Trenta- è stata un’occasione di incontro  fra persone e danzatori .Nel nostro spettacolo  mondi apparentemente lontani si sono incontrati”.E  stata una bella esperienza fare parte di questo evento. Ho conosciuto tanta gente innamorata della danza e della cultura-le parole di Rossella Lazzari. "Una esperienza ricca di emozioni- il commento di Anna Botzios. "L'evento di Dif- secondo Monica Neri- è stata  una occasione  per far conoscere un altro aspetto della danza in Italia, e bisogna insistere.    E' necessario  costruire  spettacoli nei dettagli   e coinvolgere persone preparate, e sono   propensa a collaborare  con la danza e con la musica ".

 

In scena....la zingara in viaggio...

Un percorso  affascinante  che  prende  il  via dall’India , dalla vita dei templi dove la preghiera è danza.... è solo l’inizio del viaggio della nostra zingara  che procede  poi alla volta dei Balcani , mentre nella sua mente echeggiano ancora i tintinnii  dell’Asia minore , il profumo dei fiori  e il ricordo del   movimento magico delle mani.

“. ..la zingara  arriva nei Balcani, accompagnata da violini e fisarmoniche ...danza la gioia ,il dolore, la passione ,la  nostalgia...”

Trionfano i colori , la  femminilità ,la forza della donna  nelle danze del gruppo Onirika di Rossella Lazzari che  sottolineano  il passaggio dalla danza sacra alla danza gitana  segnata dallo  stile   Bohemian Gypsy Style, in cui  si fondono in un unico linguaggio i modi ed i passi propri delle danze  sviluppate nei vari gruppi del popolo nomade. India, Turchia, Russia, Egitto, Spagna, Italia,  danze andaluse, il flamenco-arabo, la zambra mora.... “ Perchè la danza è un viaggio-come sottolinea  Rossella Lazzari . Il viaggio continua e si approda alla Grecia....

"...e la zingara guarda il mare ..e sogna colori   e atmosfere del Mediterraneo"

La Grecia irrompe sul palco  con danze tradizionali  di varie aree  accompagnate da ritmi dolci ,che ci riportano in Tracia, Macedonia, Mikonos , Samotracia , rumore del mare, piccole barche, vino e olive...  ..perchè la Grecia non è solo Sirtaki.   Grecia e Italia si danno la mano, il passaggio è veloce e armonico, si balla insieme , si passa dal mare alla terra, la terra nostra ...

“ Donne del sud ...forti e indomite. Donne che hanno nel sangue  il riflesso delle zingare che sono passate di lì” .

Ed ecco che, grazie al gruppo de I Passi della Tradizione, la nostra tradizione di musiche e di danze  popolari cresce in potenza, castagnette, tamburi e organetto  battono il tempo , si balla  a passo di tamurriata , irrompe la tarantella di Montemarano, si danza a cerchio, in processione , si accende la pizzica  con sfumature balkan  mentre ancora scorrono sul fondo le danze greche...Si alza il canto grecanico ,la lira emette il  suo suono e accompagna  la tarantella calabrese....”perchè le tarantelle  parlano greco, albanese , spagnolo, arabo” e  la danza è il vero punto di approdo.

Il progetto  Ballare Viaggiando per il Dif , scritto e curato da  Francesca Trenta, è giunto alla sua quarta edizione , in collaborazione con la testata ballareviaggiando.it.

FOTO BALLAREVIAGGIANDO.IT di RICCARDO SOTTORIVA

--------------------------

Coreografie e riproduzioni etnocoreografiche:
“Bohemian Gypsy Style” a cura di Rossella Lazzari
“Le danze tradizionali in Grecia” a cura di Anna Botzios
“Innesti culturali” le tarantelle parlano in greco, albanese, spagnolo, arabo...
a cura di Francesca Trenta

Musicisti in scena: Rita Tumminia , organetto tamburello voce
Monica Neri , organetto lyra calabrese, tamburello,ciaramella


I DANZATORI


I PASSI DELLA TRADIZIONE – Francesca Trenta
Silvia Cesaroni , Barbara Bufano, Anna Candeliere, Claudia Cardegna, Silvia D'Afflisio,Fabrizio Ferrito, Francesca Cugini, Francesca Renzi, Laura Miorelli, Massimina Serafini,
Silvia De Propis, Fernando Incurvati, Maddalena Comodeca, Antonio Cafiero, Andrea Novi, Vittoria Filardi

ONIRIKA Rossella Lazzari, Antonietta Tamburrini, Silvia Pinori, Tiffany Petri, Carolina Mariani

TERPSHICÒRI DANZE GRECHE – Anna Botzios, Marina Galetti, Grazia Saracini, Gigia Lazzaro, Silvana Silvestri, Ezio Mancuso

 

I PROTAGONISTI

Francesca Trenta- Danza, canto e teatro musicale fanno parte del Know how di  Francesca Trenta, ricercatrice, docente, danzatrice e coreografa,       che annovera collaborazioni  con Tarantella Power di  Eugenio Bennato, Nando Citarella (partecipazione alla compagnia La Paranza) e Ambrogio Sparagna e con l’Orchestra Popolare ( edizioni di Ballo! all'Auditorium di Roma , 2013 , 2014, 2015,2016,2017, La Tarantella del Carnevale 2018). Cura    attività di insegnamento in Italia e all'estero portando avanti   il progetto didattico sulla danza tradizionale rivolto ad adulti, bambini e diversamente abili “I Passi della Tradizione” che da 12 anni ha sede stabile presso lo IALS di Roma , e coordina in spettacoli e performance   il suo Ensemble I Passi della Tradizione.  E’ presidente dell’associazione    Culturale   Il Flauto Magico  e ha dato vita anche  anche   alla compagnia MeRitmiRiti Meridione, ritmi e riti con Gian Franco Santucci.

 

Rossella Lazzari -  Rossella Lazzari si dedica alla Danza Orientale dal 1999 e dal   2005  è Presidente dell'associazione Onirika Dance Project.L'incontro con Raquel Brice nel 2004   ha dato il via  agli studi di Tribal Bellydance e Tribal Fusion. L'artista   ha poi integrato  il proprio percorso  con studi su varie danze etniche e discipline:dal Barata Natyam al Gypsy Duende,dal   Flamenco al Tango Argentino,   danze Caraibiche , Pizzica Salentina (M.Santoro) ,danze Medievali e Rinascimentali,  danza jazz  , danza Africana, Danza Geishe Giappone. Onirika Dance Company è la compagnia  fondata nel 2005 e diretta da Onirika Rossella Lazzari che cura le coreografie, i testi e ne disegna  costumi e scenografie. Nel 2014 per il Festival dell'Oriente  ha ideato e co-diretto la competizione di danze: 'Oriental Vision'.

Anna Botzios- Nata a Roma, da padre greco e madre italiana, ha iniziato a ballare da bambina, in un gruppo di danze tradizionali della Regione di Thesprotia, in Epiro, terra di   origine della  la sua famiglia   durante i Panighiria (feste che si svolgono prevalentemente in estate).    E' membro del “Conceil International de la Dance (CID) dell’UNESCO.  Ha insegnato per la Comunità Ellenica di Roma e Lazio ai figli dei cittadini greci che vivono a Roma. Dal 1997 al 2005 ha ballato nel Gruppo di Musica e Danze della Grecia “Mandila”, in spettacoli in tutta Italia e in trasmissioni televisive.    Attualmente  insegna e partecipa a vari spettacoli con il  Gruppo Terpsichòri (dal nome della Musa della Danza nella mitologia greca) e collabora con l’Ambasciata di Grecia e con la Comunità Ellenica di Roma e Lazio.

 

I danzatori de “I Passi della Tradizione - Questo ensemble fa riferimento   a un     progetto didattico di Francesca Trenta   nato nell’anno 2000   in seno ad alcune attività dello IALS di Roma  che ha per primo aperto le porte in modo    professionale anche  alle danze etniche italiane. Molti di loro si sono formati  anche attraverso i laboratori di Ballo! ,progetto artistico del maestro Ambrogio Sparagna, e appuntamento annuale presso il Parco della Musica di Roma. Sono reduci dall'aver partecipato alla performance " La Tarantella di Carnevale", con Ambrogio Sparagna, Parco della Musica.

 

Monica Neri ,polistrumentista, studia clarinetto all'età di tredici anni, successivamente si appassiona alla musica tradizionale e nel 1997 comincia  a suonare l ‘organetto come autodidatta. Studia il tamburo a cornice con Antonio Matrone insieme alla   danza tradizionale vesuviana.  Negli stessi anni conosce Andrea Sacco, cantore di grande rilievo del Gargano (Carpino), e  insieme ai ricercatori e musicisti Elia  Ciricillo ed Enrico Noviello fonda il gruppo Malicanti.  Fino al 2011 collabora con Ambrogio Sparagna, in italia e all 'estero.   Studia la lira calabrese con Antonio Critelli  e con lui collabora a   Tarantella Power dal 2002 al 2007.  Fa  parte dell’Orchestra de La Notte della Taranta di Melpignano e dell'Orchestra Popolare Italiana del Parco della Musica di Roma. Frequenta il conservatorio di Cosenza, corso di armonia e analisi jazz. Nel 2012 in collaborazione con Rita Tumminia e Lavinia Mancusi promuove il progetto musicale d'autore Lamorivostri come autrice dei brani del disco d'esordio Rosabella, presentato in Auditorium Parco della Musica di Roma.


Rita Tumminia è  organettista di uno dei gruppi storici del folk italiano Acquaragiadrom , e rivolge il suo  massimo interesse   allo studio del repertorio zingaro e alle sonorità balcaniche approfondendo le tecniche esecutive sull 'organetto.  Di lei vengono sottolineate “tecnica e grinta dall’organetto 12 bassi”.   E ancora:” Il suo stile esecutivo, passionale e frenetico, è il ‘palese’ anello di congiunzione tra le tammurriate Sinti e i balli dei Carpazi, tra le tarantelle del Salento e i ritmi dei Balcani”.Vanta collaborazioni d'eccellenza con Nando Citarella,   Gogol Bordello , Piero Pelù.

 
notte taranta cannito .png
facebook youtube twitter
  • login
Iscriviti alla Newsletter di Ballareviaggiando
Privacy e Termini di Utilizzo
Cliccando sul pulsante "Iscriviti" l'utente dà il consenso esplicito a ricevere la newsletter di Ballare Viaggiando

TURISMOPIU'-CINA, ITALIA DESTINAZIONE TOP. RICONOSCIMENTI A SHANGAI
Immagine

  Con oltre 3 milioni di arrivi e 5 milioni di presenze l’Italia rappresenta la meta preferita dei visitatori cinesi e primeggia in Europa superando Francia, Germania e Spagna. Le previsioni per...
TURISMOPIU’- VOLARIUM, CINECITTA’ WORLD, UN INVESTIMENTO PER IL TERRITORIO
Immagine

  Provare l’esperienza del volo sulla scia di Leonardo Da Vinci, essere circondati dall’universo, salutare la Gioconda, attraversare fiumi  ricevendo schizzi d’acqua,  irrompere nella...