Sala Umberto: produzione teatrale all'insegna della varietà

Sarà all'insegna dell'originalità e della varietà la stagione teatrale 2019-2020 della Sala Umberto, che si conferma a Roma punto di riferimento per la commedia brillante, ma aperta alle novità e al musical .

E' un emozionato e coinvolgente Alessandro Longobardi, da diciotto anni direttore artistico della Sala Umberto, a presentare la prossima stagione di questo vivacissimo teatro romano, che registra un buon afflusso di pubblico, in aumento, e la nascita di un centro di produzione proprio. “Il centro di produzione - non riconosciuto, ma vivo e vegeto - costituito dalla Sala Umberto e dallo Spazio Diamante, si avvia alla sua terza stagione”, sottolinea il direttore. “Un esempio di scambio tra il centro e la periferia che si alleano e provano a generare nuove energie. Il bilancio artistico è soddisfacente, consapevoli della lenta ma costante crescita della qualità del progetto”.

La prossima stagione si snoderà in equilibrio tra novità assolute di autori contemporanei che gettano uno sguardo sull'attualità con commedie brillanti o con monologhi divertenti, e opere importanti del cinema e del teatro, di diversi generi, riproposte in modo inedito. “Ospiteremo – annuncia Longobardi - il celeberrimo 'Mistero Buffo' di Fo e Rame, che ha cambiato la storia del teatro italiano e che compie 50 anni, proposto nella versione di Mario Pirovano, e 'Il Grigio' di Gaber e Luporini, interpretato da Elio e diretto da Giorgio Gallione, che inaugura una serie di eventi volti a celebrare Gaber in occasione degli 80 anni dalla nascita. Gaber e Luporini sono i creatori del genere teatro canzone di cui l’anno prossimo ricorrono i 50 anni. La Fondazione Gaber e Piji Siciliani contribuiscono a creare il controcanto romano alla già nota manifestazione 'Milano per Gaber'. E poi ci sono gli omaggi al mondo del cinema, con la forte presenza della musica. “Dopo una bella tournée in Italia ritorna 'Non si uccidono così anche i cavalli?' di Horace McCoy, da cui fu tratto l’omonimo film diretto da Sydney Pollack, vincitore di numerosi premi – racconta il direttore artistico -. Questo spettacolo è prodotto dal nostro centro di produzione, per la regia di Giancarlo Fares, con Giuseppe Zeno, un cast di 16 attori e una band di musica dal vivo diretta da Piji Siciliani. Lo spettacolo ha vinto il Premio come miglior spettacolo del 52˚ festival di Borgio Verezzi.” E non mancherà il genere musical, con 'La piccola bottega degli orrori', su libretto scritto da Howard Ashman e con le musiche di Alan Menken. “E' un delizioso horror musical – sottolinea Longobardi - che ha ispirato il film omonimo del 1986 di Frank Oz. Questa commedia noir sarà diretta da Piero di Blasio, attore, regista, traduttore. Il casting è in via di formazione. Anche questo lavoro è curato dal nostro centro di produzione, insieme a Bottega Teatro Marche, che realizzerà un’edizione completamente rinnovata in accordo con gli autori”.

Attori e attrici, autori e autrici, registi e musicisti protagonisti della prossima stagione hanno partecipato alla presentazione raccontando la propria esperienza. Animatore dell'evento Gianluca Guidi, al quale è stata affidata la regia di un nuovo e originale spettacolo: 'MaurizioIV- Un Pirandello pulp'.Il nuovo testo – le parole del direttore – è scritto da Edoardo Erba su misura per due mattatori del palcoscenico come Gianluca Guidi e Giampiero Ingrassia. Lo spettacolo debutterà al Napoli Teatro Festival in luglio. Il richiamo a Pirandello non è casuale e lo stesso titolo ci riporta all’Enrico IV. La regia è di Gianluca Guidi e la musica di Massimiliano Gagliardi. Anche questo spettacolo è curato dal nostro centro di produzione”. Spero di fare un buon lavoro come regista – commenta Guidi - , mentre come attore è gia consolidata la mia collaborazione con Giampiero Ingrassia. Al direttore artistico della Sala Umberto e a tutto lo staff del teatro va la mia stima e la mia solidarietà per l'impegno di tutti questi anni in un momento difficile. Oggi le recensioni teatrali sono praticamente sparite, e i giornali dedicano spazio solo a grandissimi spettacoli o eventi musicali. Tutto questo non aiuta certo chi vive di teatro!”.

 Livia Rocco

www.salaumberto.com

CALENDARIO STAGIONE 2019/2020 26 settembre - 6 ottobre 2019

GIUSEPPE ZENO con SARA VALERIO NON SI UCCIDONO COSÌ ANCHE I CAVALLI? traduzione Giorgio Mariuzzo | adattamento Giancarlo Fares tratto dall’omonimo romanzo di Horace McCoy coreografie Manuel Micheli | canzoni originali PIJI con la partecipazione live del PIJI ELECTROSWING PROJECT regia GIANCARLO FARES produzione OTI - Officine del Teatro Italiano

8 - 27 ottobre 2019 GIOVANNI SCIFONI, SANTO PIACERE Dio è contento quando godo scritto da Giovanni Scifoni supervisione artistica Daniele Monterosi danzatrice Anissa Bertacchini produzione OTI – Officine del Teatro Italiano

21 ottobre 2019 MARIO PIROVANO, MISTERO BUFFO 50 anni di un capolavoro teatrale 1969-2019 produzione Compagnia Teatrale Fo Rame

1 – 2 novembre 2019 ELIO, IL GRIGIO di Giorgio Gaber e Sandro Luporini arrangiamenti musicali Paolo Silvestri scene e costumi Guido Fiorato | luci Aldo Mantovani rielaborazione drammaturgica e regia di GIORGIO GALLIONE produzione Teatro Nazionale Genova

5 - 17 novembre 2019 FAMILIE FLÖZ, TEATRO DELUSIO un’opera di Familie Flöz di Paco González, Björn Leese, Hajo Schüler e Michael Vogel produzione Familie Flöz, Arena Berlin e Theaterhaus Stuttgart

19 novembre – 1 dicembre 2019 FILIPPO DINI | ARIANNA SCOMMEGNA, MISERY di William Goldman tratto dal romanzo di Stephen King regia di FILIPPO DINI produzione Fondazione Teatro Due, Teatro Nazionale di Genova, Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazional 

3 - 22 dicembre 2019 LA PICCOLA BOTTEGA DEGLI ORRORI musiche di Alan Menken testi e libretto di Howard Ashman regia di PIERO DI BLASIO produzione OTI – Officine del Teatro Italiano in coproduzione con Viola Produzioni e Bottega Teatro Marche

26 dicembre 2019– 19 gennaio 2020 CARLO BUCCIROSSO, TITOLO IN VIA DI DEFINIZIONE con Rosalia Porcaro cast in via di definizione scritto e diretto da CARLO BUCCIROSSO produzione Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro | produzione esecutiva A.G. Spettacoli

21 gennaio – 9 febbraio 2020 MICHELA ANDREOZZI | VITTORIA BELVEDERE | MARIAGRAZIA CUCINOTTA, FIGLIE DI E.V.A. di Michela Andreozzi & Vincenzo Alfieri e Grazia Giardiello con MARCO ZINGARO scene Mauro Paradiso costumi Laura Di Marco regia MASSIMILIANO VADO produzione Marioletta Bideri per Bis Tremila produzioni

11 – 16 febbraio 2020 MILA BOERI | ANNAGAIA MARCHIORO | CHIARA STOPPA | VIRGINIA ZINI, LE ALLEGRE COMARI DI WINDSOR di William Shakespeare adattamento Edoardo Erba alla fisarmonica Giulia Bertasi scene Federica Pellati | costumi Katarina Vukcevic luci Giuliano Almerighi consulente musicale Federica Falasconi assistente alla regia Giada Ulivi regia SERENA SINIGAGLIA produzione Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini e ATIR Teatro Ringhiera

INCURSIONI MUSICALI 7 ottobre 2019RIESSLER/ MATINIER DUO Al clarinetto basso Michael Riessler e alla fisarmonica Jean-Louis Matinier. Due Musicisti eccezionali in un’eccezionale formazione. Michael Riessler ha suonato con artisti come Carla Bley, Terry Bozzio, John Cage, Maurizio Kagel, Helmut Lachenmann, Arditti Quartet ed è membro della “Orchestre National de Jazz”. Jean-Louis Matinier, ha iniziato la sua carriera come musicista classico. Ha suonato con musicisti quali Gianluigi Trovesi, Michel Godard, Louis Sclavis e con Juliette Greco. I due combinano diversi stili e generi musicali, dalle improvvisazioni tipiche del jazz e della musica contemporanea alle influenze della musica folk europea e della musette francese, il tutto con una tecnica esclusiva e nella continua ricerca di nuove armonie.

11 novembre 2019 JUAN CARLOS ALBELO QUARTET + SPECIAL GUEST FABRIZIO BOSSO Juan Carlos Albelo al violino, Natalio Luis Mangalavite al pianoforte, Marco Siniscalco al basso, Emanuele Smimmo alla batteria, più un ospite speciale: Fabrizio Bosso, il migliore trombettista jazz italiano.

9 dicembre 2019 SARAH JANE MORRIS & TONY REMY, GUITAR “Lasciate a casa i preconcetti”. Così inizia la descrizione di un critico londinese della sensuale cantante-autrice Sarah Jane Morris, che spazia dal rock al blues, dal jazz al soul, con un’estensione di quattro ottave che fa letteralmente venire i brividi. La Morris è una delle più raffinate e meno formali cantanti degli ultimi anni, sempre in bilico tra ossequio alla tradizione e desiderio di esplorare nuovi territori musicali, accostando ritmi jazz, rock e africani. Un grande nome della musica mondiale che, fin dai tempi in cui era corista nei Communards di Jimmy Sommerville, ha saputo imporsi con uno stile sofisticato e con produzioni importanti che nel tempo hanno spaziato dal pop al blues, fino al jazz. Da sempre ispirata dal suo idolo Billie Holiday, i suoi lavori sono stati spesso frutto dell’amicizia e della collaborazione con Marc Ribot e della passione per alcuni grandi interpreti del passato come John Lennon, Leonard Cohen e Marvin Gaye.

11 febbraio 2020 SESTETTO STRADIVARI David Romano, Marlène Prodigo – violini; Raffaele Mallozzi, David Bursack – viole; Diego Romano, Sara Gentile – violoncelli Costituito da musicisti dell’Orchestra Sinfonica dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, il Sestetto Stradivari si è costituito nel dicembre 2001 in occasione dei concerti organizzati nell’ambito della Mostra Internazionale “L’arte del violino” di Castel Sant’Angelo in Roma. L’affiatamento, la coesione e la passione profusa per l’impegno hanno fatto sì che quello che doveva essere un evento occasionale si sia trasformato in un progetto di più ampio respiro che ora vede il Sestetto impegnato in concerti per importanti istituzioni concertistiche nazionali ed internazionali.

27 marzo 2020 IO SONO NERO Musiche LISMA project (Enrico Melozzi e Stefano De Angelis) Voci di Pietro Biondi, Giacinto Palmarini, Daniele Salvo, Elisa di Eusanio, Lorenzo Degl’Innocenti Io sono Nero è il primogenito di una nuova categoria di opere letterarie, gli audio film. Questo genere, sperimentato per primi dai Lisma Project, mutua la forma artistica del suono cinematografico, rendendo gli audiolibri come tutti li conoscono una forma obsoleta. Tratto dall’omonimo racconto di Stefano De Angelis, è un noire fanta-politico incentrato sulle atmosfere tetre della musica di Bach che prende vita dalle voci di Pietro Biondi, Giacinto Palmarini, Elisa Di Eusanio e Daniele Salvo, con la scorrevolezza e la fruibilità di un film “cieco” cioè senza l’ausilio delle immagini, il che lascia maggiore spazio alla fantasia dello spettatore.

27 marzo 2020 30 ARPE IRANIANE Tutto da scoprire…


Stampa