Il Piemonte si racconta con gli Amemanera (. ..A modo mio)

Un progetto di reinterpretazione di  antichi brani della tradizione piemontese in una veste contemporanea e moderna:  gli Amemanera, che suonano, cantano interpretano e ricordano " a modo loro". 

Voci e suoni dal Piemonte, dialetto e memoria,  tradizione e  melodia, composizioni e arrangiamenti contemporanei. Musica dalle Radici, un mix di musica popolare e canzoni d'autore con sfumature rock e jazz, latin, pop fino al progr, creando un "genere" nuovo, internazionale, trasversalmente comprensibile.  Storie d'amore, di  sofferenza, ballate, serenate e filastrocche,  uno sguardo al passato con un sound d'oltreoceano " a modo loro". Queste le caratteristiche  del   gruppo   " Amemanera" ( a modo mio in piemontese )– fondatori  Marica Canavese e Marco Soria, tra Cuneo e Asti, - che si esibisce in duo, con chitarre acustiche,  trio o quartetto con   più strumenti come   batteria ,contrabbasso, ecc In ogni caso gli Amemanera esprimono sempre e comunque il proprio modo personalissimo di suonare, cantare e ricordare....

Il loro progetto nasce nel 2010  andando alla ricerca della  memoria storica della propria  regione, della lingua, del patrimonio musicale  estremamente  ricco  con brani datati fino al  1100 :  obiettivo   preservare lingua e  suoni "perché preservare la lingua Piemontese e tutte le Lingue regionali è l'unico modo per avere memoria storica delle nostre origini e della nostra cultura: per sapere dove andare bisogna sapere da dove si viene". E questa consapevolezza  si è rafforzata   anche grazie alle ricerche  sul campo di Marco  Soria, attraverso interviste agli anziani spaziando tra ricordi e melodie. Fino all’incontro, casuale, in una serata musicale,  con una voce magica come quella di Marica Canavese, lo stesso amore per la propria terra e per la riscoperta  di tradizione e tante  affinità musicali. Una aspirazione  forte   per il canto    per lei e un  curriculum   altissimo  come musicista per lui,   un  percorso tra vari generi  ,dalla bande locali al liscio, dalle esperienze  jazz negli Usa con un soggiorno  lungo tre anni,  collaborazioni con pregevoli artisti.

Da qui il progetto targato Piemonte, Amemanera, nome di un brano richiesto a Marco Soria per la Rai,  che diventa il loro marchio, e spiega bene  la loro idea    nel  reinterpretare antichi brani della tradizione Piemontese.  Ne è seguito un  sviluppo discografico  con la realizzazione di due CD, e alcuni brani hanno ricevuto riconoscimenti dal Premio Tenco (Beica 'n po) e Parodi.    Il primo CD, datato 2013, comprende 7 brani della tradizione e tre originali, tutti in lingua Piemontese, con la particolarità che arrangiamenti e strumenti moderni conferiscono al tutto un sound nuovo, con influenze che vanno dal Folk Americano, al Jazz e al Rock e vanta partecipazioni d’eccezione come Greg Cohen, Elio Rivagli, Guido Guglielminetti, Massimo Scoca, Carlo Gaudiello e Claudio Rossi.Un onore che artisti di tale livello abbiano partecipato al nostro lavoro, a testimonianza del loro appoggio al nostro progetto- sottolineano gli artisti incontrati a Roma per una tappa molto importante: l’anteprima ( 9 e 10 maggio) del loro tour mondiale che prenderà il via in autunno, con tappe dall'Europa all'Argentina fino all'Australia, e  che porterà la cultura piemontese nel mondo, comunità di piemontesi all’estero ma non solo,  per  non  " dimenticare la cultura della memoria storica" . Due sono stati  i momenti  musicali nella capitale, entrambi molto apprezzati, dove Marco Soria ha mostrato il suo virtuosismo  e padronanza della chitarra, la sua creatività, e Marica la forza della sua voce tra il dolce e il vibrante come le le melodie e i brani proposti.  Il primo incontro si è svolto  presso l’UNAR, la Casa dei Piemontesi a Roma, e il secondo presso presso  l’Antica Stamperia Rubattino (  Testaccio) per la Rassegna  "Sopra c'è gente".

"Nei nostri concerti- spiega Marco- proponiamo  sempre un   equilibrio    tra vecchie canzoni e nuove composizioni,   il pubblico viene colpito da un suono che trascende le parole, una liquidità musicale  che può essere intesa a livello internazionale. Questo ci ha insegnato la nostra esperienza in Svizzera, Germania e altri paesi. Nelle mie  nuove canzoni  mi ispiro  a storie anche quotidiane, o storie antiche e modulo le composizioni sulla bella voce di Marica. Nei CD ci sono testi anche in italiano e inglese per aiutare chi vuole approfondire i contenuti  dei brani.” Con questo progetto- aggiunge  Marica ho conquistato il mio sogno nel cassetto che era da sempre quello di cantare  ma anche offrire   queste antiche melodie  dal sapore ancestrale”.

Ester Ippolito

(organizzazione Igor Nogarotto Samigo)

Foto  Elio Ippolito by Ballareviaggiando

Video BV

https://www.youtube.com/watch?v=slx-04JAiOhttps://www.samigo.it/musica/1178-amemanera

.html


Stampa