A PAESTUM FOCUS TURISMO ARCHEOLOGICO DAL 15 AL 18 NOVEMBRE

 

Dal  15 al 18 novembre si svolgerà a Paestum la XXI edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, location per il Salone Espositivo, il Programma Conferenze e il Workshop ENIT e AIDIT   il Centro Espositivo del Savoy Hotel, a soli 2 km dal Parco Archeologico, dal Museo e dalla Basilica, dove avranno luogo le altre sezioni (ArcheoExperience, ArcheoLavoro, la Mostra ArcheoVirtual, le Visite Guidate).


La BMTA, promossa e sostenuta da Regione Campania, Città di Capaccio Paestum, Parco Archeologico di Paestum, ideata e organizzata dalla Leader srl con la direzione di Ugo Picarelli, si conferma un evento originale nel suo genere: luogo di approfondimento e divulgazione di temi dedicati al turismo culturale e al patrimonio; occasione di incontro per gli addetti ai lavori, gli operatori turistici e culturali, i viaggiatori, gli appassionati; un format di successo testimoniato dalle prestigiose collaborazioni di organismi internazionali quali UNESCOUNWTO oltre che da 12.000 visitatori, 100 espositori di cui 20 Paesi esteri, circa 60 tra conferenze e incontri, 300 relatori, 120 operatori dell’offerta, 100 giornalisti accreditati.

Molto vasto  il Salone espositivo dedicato al patrimonio archeologico con la presenza di Istituzioni, Enti, Paesi Esteri, Regioni, Organizzazioni di Categoria, Associazioni Professionali e Culturali, Aziende e Consorzi Turistici. 
La stretta collaborazione con le Regioni ha determinato una notevole partecipazione: AbruzzoBasilicata (APT Agenzia Promozione Territoriale), CalabriaCampaniaLazio (Agenzia Regionale per il Turismo), Sicilia (Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana e Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo). Rappresentate anche altre regioni italiane: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sardegna.
Da sottolineare l’autorevole presenza del MiBACcon uno stand di oltre 300 mq nel quale è previsto un ricco programma di incontri, e la partecipazione per la prima volta di Roma Capitale.
Tra i 100 espositori, previsti come ogni anno numerosi Paesi esteri: Albania, Azerbaigian, Cambogia, Croazia, Ecuador, Estonia, Etiopia, Georgia, Giordania, Grecia, Israele, Mongolia, Montenegro, Perù, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Tunisia, Turchia, Uzbekistan. Inoltre, come in passato, la Borsa ha ritenuto di dare attenzione rilevante a Palmira dedicandole uno spazio particolare  nel Salone Espositivo.


Importante la  sezione
ArcheoExperience che, attraverso i Laboratori di archeologia sperimentale nei pressi del Museo Archeologico,  permette di rivivere le antiche tecniche utilizzate per creare gli oggetti adoperati dai nostri lontani antenati e ora conservati nelle vetrine dei musei archeologici, testimoni della cultura materiale che ha accompagnato l’evoluzione dell’uomo: la lavorazione dell’ambra nella Preistoria, la vita delle Legioni romane, l’arte del vasaio dalla Magna Grecia ad oggi, la produzione di calzature in pelle, lucerne in terracotta e gioielli nell’antichità.  Spazio anche all'Archeolavoro con presentazione dell'offerta formativa  mentre la sezione  Archeovirtual presenterà lo stato dell’arte del digitale nei musei archeologici in collaborazione con l’ITABC, Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali CNR e la Direzione Generale Musei del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. 
La mostra vuole essere un laboratorio interattivo e stimolante in cui le applicazioni siano strumento di comunicazione culturale e di promozione turistica ad ampio spettro, abbracciando il pubblico più eterogeneo e gli ambiti più diversi. I visitatori potranno, solo per fare alcuni esempi, camminare nei templi di Paestum all’epoca della loro costruzione, sorvolare la Valle del Tevere in un viaggio attraverso il tempo, o difendere il Castello Sforzesco nei panni di un arciere virtuale.


Sito web, anche in inglese e arabowww.bmta.it


Stampa