Roma, omaggio a Horacio Ferrer, il poeta del tango

“Morirò a Buenos Aires, accadrà all’alba, guarderò dolcemente le cose della vita, la mia piccola poesia di addii e pallottole, il mio tabacco, il mio tango,la mia manciata di spleen… arriverà tangamente la mia morte innamorata…”

Parole, musica, tango e una coppia di ballerini immaginaria che interpreta   con passione e   passi virtuosi  i sussulti  delle   note… … Questa l’atmosfera in cui Roma, e  la Fondazione Accademia Nazionale del tango, hanno   realizzato un omaggio  a   Horacio Ferrer, il poeta del tango, con una serata di grandi  emozioni, nello spazio della Galleria  Alberto Sordi,  per celebrare  la figura del poeta, grande amico e collaboratore di Astor Piazzolla, e l’uscita dell’ultimo suo Cd “ Tango Y Gotan”.

 

L’ultima opera discografica, tra poesia e musica,  è nata dalla collaborazione di Horacio Ferrer con la cantante Ana Karina Rossi, una voce coinvolgente e solida, protagonista della serata, il pianista Alberto Magnone e il produttore   Fabrizio Fiorini. Tra brani recitati, cantati ed esecuzioni  musicali perfette, a cura  dell’orchestra Minimal Flores del Alma ( Piercarlo Sacco, violino, Stefano Zicari, pianoforte, Franco Finocchiaro, contrabbasso), il tempo è scivolato via      tra    un repertorio di canzoni  di tango tra le più classiche - tra cui Percalle e Malena  -  musiche di  Astor Piazzolla - grandiosi il canto e la recitazione di Libertango -   più alcuni brani tratti da Tango Y Gotan.  Ferrer,   candidato     al Premio Nobel nel 2004, ha scritto  innumerevoli e poetici testi  per le canzoni di Piazzolla, e  per l’occasione ha recitato  con sentimento   “Balada para mi muerte”, “La primera palabra”  e  la poesia dedicata proprio a Piazzolla … “ Piazzolla, vecchio mio, magico Astor, suona  sulle tastiere  del mio cuore…” Un omaggio sentito al grande poeta lo  ha portato anche  il regista  Vittorio Nevano, testimoniando  l’affetto per il maestro, la nostalgia dell’Argentina, il valore del tango “ suono della vita” e il fascino della coppia di ballerini  “unica e irripetibile”.

L’evento è stato sostenuto dalla Presidenza del Consiglio,Comune di Roma, Ambasciata  dell’Argentina e dell’ Uruguay.

(Foto di Alberto Giannese)


Stampa