E' Fabrizio Mainini il nuovo coreografo de LA NOTTE DELLA TARANTA 2016

La danza che cura  verrà riletta in chiave contemporanea nella prossima edizione NDT di Melpignano, e al centro dell'evento ci sarà la donna.  Viene dai successi del Festival di Sanremo e dalle  trasmissioni di Carlo Conti  “Tale e quale show” , “L’anno che verrà” e “I migliori anni”, in onda su RAI 1,  il coreografo  e ballerino professionista  che dirigerà il Corpo di Ballo del Concertone di Melpignano, edizione 2016: Fabrizio Mainini

 

Le audizioni, per la prima volta aperte alla categoria professionisti,  sono state programmate  per il   30 giugno e 1 luglio nella sala prove di Corigliano d’Otranto, dove Mainini dal 12 al 26 agosto, creerà le coreografie 2016. I partecipanti sono 71 e provengono da ogni parte d’Italia, da Bologna a Firenze, da Avellino a Biella, da Roma a Caserta, da Napoli a Ravenna.   C’è anche chi arriva da Parigi e si candida per la sezione danza popolare. Grande partecipazione da ogni provincia di Puglia con una massiccia adesione dalla città di Taranto. Sono tutti giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni  con il sogno di ballare sul palco di Melpignano. La commissione di valutazione sarà presieduta da Fabrizio Mainini che sarà coadiuvato da Pietro Luigi Petracca, giudice nazionale e internazionale di danza e segretario nazionale dell’Associazione Nazionale Maestri di Ballo,  con la consulenza dei direttori artistici della Fondazione La Notte della Taranta, Daniele Durante e Luigi Chiriatti.

 

Ho accettato l’invito della Fondazione perché credo fortemente nell’espressione  passionale di questa danza. In stretta sinergia con il maestro concertatore Carmen Consoli e con i direttori artistici Durante e Chiriatti, porterò sul palco di Melpignano, non solo danzatori popolari ma professionisti per una rilettura in chiave contemporanea della danza che cura. L’obiettivo è creare un quadro armonico tra Orchestra e Corpo di Ballo seguendo il tema scelto da Consoli per l’edizione 2016: la donna- ha detto il coreografo Fabrizio Mainini nel corso della conferenza stampa di presentazione che si è tenuta al Castello di Corigliano d’Otranto, la cittadina grica dove si svolgeranno le prove  della danza per il concertone di Melpignano del 27 agosto".

 

“In Italia ci sono 800 scuole di pizzica secondo i dati forniti dall’Associazione Nazionale Maestri di Ballo. Basta questo numero per evidenziare quale grado di diffusione abbia raggiunto questa danza grazie a La Notte della Taranta. Durante tutto l’anno centinaia di allievi studiano la pizzica e vengono a provare l’emozione di ballarla dal vivo tra il pubblico di Melpignano. Un dato che ci spinge a valorizzare maggiormente l’aspetto coreutico dell’evento.  Ecco perché abbiamo chiesto a Fabrizio Mainini, talentuoso coreografo, di portare sul palco del Concertone professionalità e sensibilità nuove. Con l’Associazione Nazionale Maestri di Ballo avvieremo un protocollo d’intesa che consentirà al nostro corpo di ballo di vivere nuove esperienze  in Italia e all’estero e agli aspiranti insegnanti di  seguire corsi di formazione e seminari promossi da entrambi gli enti- ha sottolineato il presidente della Fondazione La Notte della Taranta   Massimo Manera.

 

 


Stampa