Festival Mediterraneo dell’Incontro: Musica e Danze Etniche, 18 aprile- 6 giugno

Sabato 18 aprile h 21:00, con il concerto dei Milagro Acustico - che con “Sicilia Araba” esprimono la sintesi culturale tra la Sicilia e i paesi che si affacciano nel bacino del Mediterraneo -  si inaugura  il Festival Mediterraeo dell'Incontro,  la manifestazione dedicata alla riscoperta e valorizzazione delle tradizioni musicali che da secoli abitano il grande e glorioso Mar Mediterraneo dove saranno la Musica e la Danza a raccontare e testimoniare un modello di convivenza possibile tra i popoli.

Sarà un incontro di suoni canti e melodie che da secoli si influenzano e viaggiano per le rotte del Mare Nostrum. Dal flamenco alla musica araba, l’etnojazz, le sonorità slave, greche, tunisine, ma anche il funky, l’afrobeat fino alle tammurriate e la pizzica salentina. Con l’utilizzo di strumenti appartenenti alle tradizioni della world music mediterranea arrivando alla particolare sperimentazione della sezione polifonica dell’orchestra di organetti.

Prodotto dall’Ass. Etnochoreia (Roberta Parravano) e la direzione artistica di Paolo De Pascale, con il sostegno di Zetema e del Municipio IX, gli appuntamenti - sempre di sabato sera al Centro Culturale Elsa Morante (Eur Laurentino) - proseguiranno con Orchestra Bottoni sabato 9 maggio, Algericas Flamenco sabato 23 maggio e I Mediterranti, sabato 6 giugno.

Ogni sera i concerti saranno preceduti dalla proiezione di un diverso cortometraggio tematico a cura di Za.Lab (produzione e distribuzione di video sociali).

L’iniziativa è autofinanziata attraverso la donazione filantropica da parte della Ass. Etnochoreia di tutti gli introiti derivati dalle sue attività didattiche sui corsi di danze popolari. Il Festival nasce come movimento di cittadinanza attiva, dove tutti coloro che ci lavorano in termini di logistica, organizzazione, comunicazione, coordinamento artistico e amministrativo lo fanno a titolo volontario. Ciò che consente di proporre una festival di qualità a prezzi popolari.

info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
ingresso 7,00 euro  (18 aprile, 9 e 23 maggio) - 10,00 euro (6 giugno, con parte dell’incasso devoluto in beneficenza a favore del VIS ong Volontariato Internazionale allo Sviluppo)


Stampa