• home
  • chi siamo
  • paesindanza
  • protagonisti
  • eventi
  • Danze Popolari
  • Viaggi
  • Scuole
  • musica e parole
  • Video
  • contatti

CAGLIARI, LO SCHIACCIANOCI DI AMODIO/ LUZZATI.DANZA, COLORE E FANTASIA

A trent’anni dalla sua creazione, Lo Schiaccianoci di Amedeo Amodio, sulle familiari note di Piotr Ilych Ciaikovsky e con le fantasmagoriche scene e costumi di Emanuele Luzzati, si vedrà in Italia anche nella stagione in corso. Il debutto, con i russi Liudmila Konovalova (Balletto dell’Opera di Vienna) e Alexei Popov (Balletto dell’Opera di Monaco di Baviera),  è previsto per il 16 novembre al Teatro Lirico di Cagliari, con repliche fino al 24 novembre. Le due étoile internazionali rappresentano le due grandi scuole di balletto russe (la Konovalova si è diplomata presso la Scuola del Bolshoi di Mosca, mentre Popov ha studiato all’Accademia Vaganova di San Pietroburgo, entrando poi nella compagnia del Mariinsky). A loro si alternerà, in altri cast, una coppia di stelle del balletto molto amata in Italia: Anbeta ToromaniAlessandro Macario.   A contornarli, nei variopinti ruoli di maghi prestigiatori, balocchi, topastri, soldatini, arlecchini, clown, teiere e tazze danzanti, papageni mozartiani, bimbi pestiferi e nonni-poltrona, i ballerini della Daniele Cipriani Entertainment. L’Orchestra del Teatro Lirico e il Coro di voci bianche del Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari sono diretti da Alessandro Ferrari. Il maestro del Coro di voci bianche è Enrico Di Maira. “È senza dubbio Lo Schiaccianoci più bello della storia del balletto- afferma Daniele Cipriani. “Alcuni anni fa, vidi le scene e i costumi meravigliosi, nati dai colori della tavolozza e dall’arcobaleno della fantasia di Emanuele Luzzati, che languivano in fondo a un magazzino; ho preso il coraggio a due mani, li ho acquistati e così hanno potuto ritornare a splendere. Andare a vedere Lo Schiaccianoci di Amodio/Luzzati è come andare a vedere un’opera d’arte vivente, anzi danzante.” Si tratta di una produzione su grande scala, paragonabile per dimensioni e qualità solo a quelle dei più importanti teatri lirici: in scena quasi 40 artisti (37 ballerini, 2 artisti del teatro d’ombre e un trampoliere); dietro le quinte una quindicina di persone, tra maîtres, staff tecnico, sarte ecc. Uno spiegamento di talenti che anche quest’anno fa de Lo Schiaccianoci di Amodio/Luzzati uno degli eventi principali della stagione. Il successo conseguito  finora (oltre 50.000 gli spettatori in tutta Italia che hanno finora visto il balletto) gli è valso il premio “Oscar della Danza  - Best Italian Dance Box Office 2016/2017 .Mentre la maggior parte degli Schiaccianoci “tradizionali” – a partire dalla prima versione del coreografo Marius Petipa (San Pietroburgo, 1892)  –  si rifanno all’adattamento e addolcimento del racconto da parte dello scrittore Alexandre Dumas, il balletto di Amodio s’ispira alla novella originale  Schiaccianoci e il Re dei topi di E.T.A. Hoffmann, riscoprendo le tinte forti dello scrittore tedesco e sottolineando il confine labile tra immaginazione e realtà. In questo Schiaccianoci, creato da Amodio nel 1989 per i grandi Elisabetta Terabust e Vladimir Derevianko negli anni d’oro dell’ATER Balletto (e in cui il coreografo era al timone della compagnia), lo Schiaccianoci del titolo non è il prodotto di un sortilegio, bensì della fantasia di una bambina in cui uno schiaccianoci  può benissimo essere un principe, un’ombra sulla parete può diventare un drago in quel mondo dove desiderio e paura, sogno e incubo si sovrappongono in continuazione. “Ogni bambino ha dentro di sé qualcosa di unico, un potenziale creativo incredibile. Il mio Schiaccianoci ha questa componente- le parole di  Amedeo Amodio. Lo Schiaccianoci di Amodio/Luzzati si rivolge a grandi e piccini e s’inserisce nell’ambito dell’impegno personale di Daniele Cipriani a recuperare il repertorio italiano del balletto della seconda metà del ‘900. Questa produzione è una delle sue colonne portanti, esempio delle vette artistiche toccate quando alla robustezza del pensiero tedesco e all’anima russa che impregna la partitura, si uniscono anche l’estro e la fantasia italiani: la coreografia di Amodio, le scene e costumi di Luzzati, le “ombre” ideate dal Teatro Gioco Vita (e qui realizzate della Compagnia teatrale L’Asina sull’Isola), gli inserimenti musicali di Giuseppe Calì e della voce di Gabriella Bartolomei volti a dar risalto all’odore sulfureo che si alza dalle pagine di Hoffmann e, ogni tanto, s’insinua anche tra le note di Ciaikovsky. “In un’Italia dove i corpi di ballo chiudono tristemente i battenti uno dopo l’altro- sottolinea Daniele Cipriani-, la Compagnia Daniele Cipriani Entertainment sente profondamente la sua missione a dare uno spazio ai talenti italiani di esprimersi e crescere artisticamente.” Daniele Cipriani Entertainment è  riconosciuta dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali come organismo di produzione per la danza Foto Massimo Danza trailer https://www.youtube.com/watch?v=_YAYvPszFQk     LO SCHIACCIANOCI Balletto in due atti di Amedeo Amodio dal racconto di E.T.A. HOFFMANN "Schiaccianoci e il Re dei Topi" musica di Pëtr Il'ič Čajkovskij coreografia e regia Amedeo Amodio direttore Alessandro Ferrari scene e costumi Emanuele Luzzati ideazione ombre Teatro Gioco Vita realizzazione ombre L’Asina sull’Isola voce Gabriella Bartolomei assistente alla coreografia  Stefania Di Cosmo luci Marco Policastro produzione Daniele Cipriani Entertainment solisti e corpo di ballo Daniele Cipriani Entertainment

DANZAINFIERA 2019...UNA GRANDE STORIA

  “Dietro ogni passo c'è una grande storia”. Questo il claim di Danzainfiera 2019, in programma dal 21 al 24 febbraio 2019 alla Fortezza da Basso di Firenze, che porta il vento della danza nel capoluogo toscano, tutte le sue sfaccettature , generi e stili, e tante storie. Il più grande appuntamento internazionale con la danza - che da tredici anni propone centinaia di lezioni e audizioni, un'area espositiva con i grandi marchi e un palinsesto di spettacoli, competizioni e incontri con le più importanti stelle della danza – torna con una nuova campagna che mette al centro le #storiedidanza. E sceglie il mezzo dei video per raccontare le vite di chi ama la danza a 360°. Da Nord a Sud d'Italia, ballerini di ogni stile e addetti ai lavori, protagonisti del palcoscenico e del backstage, sono stati filmati, fotografati e intervistati. Se siete curiosi di conoscere tutte le storie, seguite Danzainfiera sul sito e sui social. La danza come terapia Tanti saranno i temi che percorreranno la manifestazione. Tra questi, uno in particolare che farà da filo conduttore: quello della danza come terapia, come strumento che dona forza e coraggio anche a chi è affetto dalla malattia. Danzainfiera da sempre si è dimostrata sensibile a questa tematica e, in questa edizione, ha deciso di darle ancora più spazio raccontando le storie di chi, grazie alla danza, riesce a vivere meglio il proprio disturbo fisico. Come quella di Chiara Pedroni, giovane cremonese disabile affetta da endometriosi, diventata campionessa di danza sportiva su sedia a rotelle o quella di Simone Sistarelli, ideatore del progetto Popping for Parkinson's che, insegnando il popping agli allievi affetti da questa patologia, li aiuta a trasformare un sintomo negativo come il tremore in un linguaggio espressivo e artistico. Ed è proprio per aprire la competizione anche a chi possiede una disabilità che, quest'anno, per la prima volta, la XV edizione del Concorso Internazionale Expression, uno dei più autorevoli nel panorama europeo per numero di partecipanti, qualità e giuria, organizzato da IDA-International Dance Association, dedicherà un intero palco ai diversamente abili e valorizzerà questa sezione con un giurato speciale particolarmente vicino a questa categoria. L'edizione 2019 abbraccia i teatri fiorentini Quella del 2019 sarà un'edizione speciale che abbraccerà la città di Firenze. Un evento nell'evento, con un cartellone ancora più ricco all’interno del polo fieristico, punto nevralgico della manifestazione, e una programmazione fuori dalla Fortezza, #FuoriDif, dove, nel lungo weekend di Danzainfiera, i teatri fiorentini avranno una programmazione a tema danza.   Per essere sempre aggiornati sul programma DIF2019: facebook.com/danzainfiera Danzainfiera 2019:21/24 febbraio 2019, Firenze - Fortezza da Basso | Info: 0574 575618 -www.danzainfiera.it

IN QUESTO NUMERO...

On line il nuovo  numero targato  novembre  2018  di ballareviaggiando.it che ci conduce tra suoni e ritmi del mondo attraverso un viaggio dai tanti colori. Si comincia in Home Page con un appuntamento con la tradizione , il  Festival della Zampogna  a Maranola ( Latina), 17 e 18 novembre, incontri e confronti  sulle prospettive di questo strumento millenario, concerti, ospiti italiani e stranieri e, novità, il laboratorio di danza sulla zampogna con Francesca Trenta e Marco Tomassi. Ballareviaggiando  tra i media partner dell'evento.Un altro appuntamento  musicale di altro genere, ma irresistibile,  è quello con MammaMia, sull'onda della musica degli Abba,  fino al 18 novembre al Sistina di Roma , e poi in tour attraverso tutto lo stivale. In Eventi continua il viaggio musicale con il Festival Errare Humanum est, momento importante della scena folk e world italiana. Cinque spettacoli   per tutto novembre.  In scena  Raffaello Simeoni, Mimmo Epifani, Bandadriatica, Pippo Pollina, Nando Citarella. E' stata definita " poliedrica" la stagione 2018-19 dell' Auditorium  Parco della Musica di Roma.   Accanto a tanta musica,  danza contemporanea, popolare e a gennaio prossimo il Flamenco in Festival. Prosegue  intanto RomaeuropaFestival, chiusura il  25 novembre, manifestazione   all'insegna dell'incontro tra mondi diversi attraverso la danza, la musica, l'arte e lo spettacolo.  Più di 60 compagnie  provenienti da 24 nazioni, che si esibiranno in 27 luoghi della città.
In Paesindanza si fa sentire il richiamo di Mauritius , Oceano Indiano, e del  Segà, la tipica danza mauriziana, le cui origini vanno ricercate in Madagascar, inserita nella lista dei Patrimoni Immateriali dell’UNESCO nel 2015. Ed ecco il Festival International Kreol giunto alla sua 13° edizione,17-26 novembre, la più importante celebrazione della cultura creola mauriziana per conoscere l’anima più autentica dell’Isola,  e immergersi nelle tradizione dell’isola e dei suoi abitanti. Per Protagonisti le emozioni dello spettacolo di Maristella Martella  e della sua compagnia Tarantarte, Nuova Danza Popolare,  "Premesse a Kore", Roma, Teatro Torlonia, nell'ambito di Showcase Puglia. Energia, espressività, grazia, eleganza, armonia e intensità sono alcune parole che descrivono l'opera complessa. Sempre a Roma, la danza al centro, insieme ai suoi protagonisti con il Festival Dance  e l'International  Dance Award  in ricordo di Stefano Francia :  riconoscimenti,   formazione, casting, spettacolo.
Per Musica e Danze Popolari l'autunno è iniziato sotto le stelle migliori.  Ai primi di ottobre La Notte della Taranta, con una delegazione della regione Puglia, ha portato la pizzica a New York e Washington..... Intanto il Canzoniere Grecanico Salentino, gruppo storico, ha conquistato a Londra i Songlines Music Awards 2018, l’equivalente musicale degli Oscar nella world music.
Nella rubrica Viaggi tematici legati al ballo la proposta dell'operatore Estland di un tour in Armenia tra spiritualità e tradizioni, tra danze popolari e musica antica . Il viaggio è valido tutto l'anno. Per gli appassionati di tango arriva la XIII edizione del Festival del Tango Argentino a bordo di Costa Crociere:  undici giorni   a bordo di Costa Favolosa, partenza da Savona  l’11 novembre e navigazione fino al 21 novembre toccando   Francia, Italia, Portogallo, Spagna.... Stage, spettacoli, abrazi.... con insegnanti professionisti. E rimanendo tra le onde, novità l'estate 2019:  a bordo di Costa Crociere rivivranno   tutta la vivacità, energia e fascino de  La Notte della Taranta  con il primo Festival della Notte della Taranta sul mare, dal primo all'8 giugno 2019, a bordo di Costa Victoria.    Lezioni, seminari, feste sul ritmo della pizzica con alcuni  dei protagonisti dell' Orchestra Popolare Ndt e del corpo di ballo. Scuole: a Roma la novità dell'anno si chiama Comic-Burlesque: allo IALS e al Teatro Agorà  due corsi a disposizione delle più curiose. Cinzia Ravaglia, grande esperta di Comic-Burlesque e di Danza orientale, ha messo a punto un modo di ballare e di muoversi che lascia spazio al divertimento, ma non solo. E con Opa Opa, sempre a Roma, vento greco:  tutto il mondo delle danze popolari elleniche.  
  Per Musica e Parole, tutto sulla nuova stagione del Salotto di Pulcinella di Roma, uno spazio dedicato alla musica e teatro  di Napoli in primis strizzando l'occhio anche alla romanità.  E poi il nuovo spazio  musicale dal sapore romanesco , ogni giovedì, sotto la  "guida"  del gruppo musicale , tra il pop e il folk, de La Cricca dell'Orma:   " Er Covo", presso  l'Acustico Club di via Ennio Quirino Visconti.  Musica romana, cantautorale, percussioni,  ospiti ,  poesia, cabaret e burlesque, sensualità e glamour...   Appuntamento , sempre al Salotto di Pulcinella, il 17 novembre, con lo spettacolo Anime di Roma 2, un viaggio musicale nella Roma di ieri e di oggi, a cura di Marina Mercuri (voce), Aleandro Marsili (voce e percussioni), Paolo Ferrarelli (pianoforte), e il giovanissimo Giorgio Veneri (chitarra e arrangiamenti). E ancora tante  news su stage, eventi , festival e  spettacoli più  la ricca sezione Video, curata da Elio Ippolito, sempre con nuovi filmati. Iniziative: ricordiamo   gli appuntamenti  su richiesta di ballareviaggiando Academy, lezioni di danze popolari italiane per turisti italiani e stranieri di passaggio nella capitale, e congressisti, con la docente, danzatrice e ricercatrice   Francesca Trenta.  Incontri   in locali romani con stage più aperitivo. Per informazioni  e richieste scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ------------------------------- BallareViaggiando è su facebook (Pagina) e su Twitter. Sul gruppo Ballare Viaggiando FB è possibile condividere eventi di danza e musica. I SERVIZI OFFERTI DA BALLAREVIAGGIANDO.IT  ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) ° Si realizzano videoclip e promo  a prezzi competitivi (concerti, spettacoli, saggi fine anno eccetera) °Si realizzano lavori grafici, locandine, folder ecc °Servizio Ufficio Stampa, Servizio Newsletter promozione eventi ° Inserzioni banner per raggiungere un target interessato al tema della danza, musica e del viaggio

012

Un universo di danza a Ciampino (Roma) con “Suoni e Ritmi dei Mari del Mondo"

Ha preso il via (27 febbraio-31 marzo) a Ciampino  (Roma) il festival di musica e danza "Suoni e Ritmi dei Mari del Mondo”: dall'Italia  all’Africa, dal Brasile al Medio Oriente, dalla Spagna fino all’Argentina, e ai  mari del Mediterraneo  le sonorità  della “World Music” si incontrano e presentano un programma molto ricco e interessante per  gli appassionati  e per chi  si vuole avvicinare a nuove culture in musica.

Leggi tutto...
 

Bachata, tempo di Festival, da Santo Domingo a...Sidney, passando per Varsavia

 La Repubblica Dominicana, culla della Bachata,  danza  caraibica  di coppia, sensuale e dolce, accompagnata  da  una musicalità   particolare  (chitarre, maracas, e talvolta tumbadora)  e che ha avuto un grande sviluppo e diffusione internazionale dagli anni 80,  ospita il primo Festival Internazionale della Bachata. L’evento (24-27 febbraio), sponsorizzato dai maggiori promotori della medesima manifestazione in Finlandia, Vesa Parkkari e Rodchata, coinciderà con il giorno dell’Indipendenza e con i giorni del Carnevale dominicano,  caratterizzato  da  un'atmosfera  divertente, piena di colori e ricca di musica, tra sfilate e balli folcloristici.

Leggi tutto...
 

Spagna, il cerchio magico della Sardana

di Livia Rocco

Il mio primo viaggio in Spagna - divenuto quasi mitico perché lontano nel tempo – si associa all’immagine della Sardana, il ballo tradizionale catalano. Avevo attraversato in auto i Pirenei e il piccolo stato di Andorra per poi visitare la parte settentrionale del Paese, fino alla Galizia. Durante una sosta a Seo de Urgel - cittadina dei Pirenei catalani vicina al confine, che vanta anche la cattedrale romanica di Santa Maria - rimasi incantata e quasi commossa vedendo un enorme cerchio di persone che ballavano tenendosi per mano. Seppi soltanto dopo che si trattava della Sardana, la danza tipica della Catalogna, proibita ai tempi di Franco: che bello ballare in piazza! Faceva un certo effetto vedere la gente comune partecipare spontaneamente a queste manifestazioni tradizionali che in Italia si erano perse già da un bel po’…

Leggi tutto...
 

Siviglia spalanca le 'porte' del Flamenco a visitatori e turisti

Ballerini di flamencoTra le tante iniziative che la Spagna – e in particolare l'Andalusia – dedica al flamenco, spicca il Museo del Flamenco a Siviglia. La particolarità del museo è la possibilità di vedere tutti i giorni esibizioni dal vivo e di imparare i passi base prendendo lezioni, perché per conoscere il flamenco bisogna soprattutto vederlo ballare e magari…. ballarlo!

Leggi tutto...
 


Pagina 24 di 24
lavorincorso  .png
facebook youtube twitter
  • login
Iscriviti alla Newsletter di Ballareviaggiando
Privacy e Termini di Utilizzo
Cliccando sul pulsante "Iscriviti" l'utente dà il consenso esplicito a ricevere la newsletter di Ballare Viaggiando

TURISMOPIU'- AL VIA BUY WEDDING IN ITALY...SPOSARSI IN ITALIA E' BELLO
Immagine

Un’importante rappresentanza dell’offerta del comparto wedding nazionale si presenta, dal 13 al 14 novembre 2018 a Bologna, alla 4a edizione di “Buy Wedding in Italy”, il maggior...
TURISMOPIU'-DREAM A ROMA:L'ARTE INCONTRA I SOGNI AL CHIOSTRO DEL BRAMANTE
Immagine

    20 grandi protagonisti dell’arte contemporanea raccontano il loro sogno attraverso opere visionarie. La mostra, allestita nelle sale del Chiostro del Bramante a Roma è curata da Danilo...