• home
  • chi siamo
  • paesindanza
  • protagonisti
  • eventi
  • Danze Popolari
  • Viaggi
  • Scuole
  • musica e parole
  • Video
  • contatti

FLAMENCO A CINECITTA' WORLD CON CRISTINA HALL

Per la prima volta il flamenco, la forma di musica e di danza di origine Andalusa, arriva a Cinecittà World, il 27 aprile prossimo, 20,30, con la partecipazione di Gianni Sperti e lo spettacolo " Luz de Sombra". Oltre 10 ballerini sul palco accompagneranno la star della serata, Cristina Hall, che insieme a Mirko Luccarelli metterà in scena movimenti e tecniche innovative. Battito di piedi e di mani, cante, chitarra, cajon, e violoncello scandiranno le sequenze ritmiche e le suonate, e tutto questo creeranno uno spettacolo dal vivo indimenticabile pieno di  colori e di energia.   Cristina Teresa Hall si è avvicinata per la prima volta all'arte del flamenco nella sua città natale, a San Francisco, in California. Poi il flamenco   è diventata la   sua vita,   realizzando una tecnica personale e una visione innovativa di questa danza. Nel 2004 Cristina ha fatto parte   della compagnia di Israel Galván con lo spettacolo Torero Alucinógeno esibendosi al Teatro Centrale di Siviglia. Nel 2006 ha partecipato come solista al Dance Month di Siviglia,  partecipando  al II Incontro Internazionale delle Donne nel Teatro. Nel 2009 ha creato il suo spettacolo, El Sonido del Silencio, in cui la creazione artistica e il lavoro coreografico sono già molto personali. Con questo lavoro ha raccolto un grande successo e una buona accoglienza tra pubblico e critica, e ha intrapreso    un tour in diverse fasi del Canada e degli Stati Uniti. Allo stesso tempo ha lavorato con diversi artisti e compagnie di flamenco e altre discipline, all'interno e all'esterno della geografia spagnola. Nel 2010 ha fatto parte  della programmazione della CAAC Off Seville Biennale con il suo show Dream. Nel 2011 è stata nominata finalista al concorso internazionale Global Dance Contest al Saddler's Wells Theatre di Londra con il pezzo Blackbird. Nel 2012 ha partecipato all'innovativo Empirical Flamenco Festival al Mercat de les Flors di Barcellona sotto la direzione artistica di Juan Carlos Lérida. Ha ricevuto il secondo premio del Concorso di danza flamenco Tablao Las Carboneras a Madrid. Nel marzo del 2013  ha collaborato con Manuela Ríos al Festival de Jerez con lo spettacolo Consuelo de Penas. Nel giugno 2013, si è esibita    come artista ospite con l'Orquesta Vigo 430 in città come Vigo e Ourense. Nel dicembre 2013 è  stata artista ospite della Castalia Orchestra al Teatro Cajasol di Siviglia. www.cinecittaworld.it                                                                                                                                            
---------------AfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzerbaigianoBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoCinese (semplificato)Cinese (tradizionale)CoreanoCorsoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisone occidentaleGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHaitianoHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseNyanjaOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSotho del sudSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagicoTamilTedescoTeluguThaiTurcoUcrainoUnghereseUrduUzbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZuluItaliano Apri in Google Traduttore Fe

VENTO RUSSO SU LA NOTTE DELLA TARANTA 2019

Le  prime carte della prossima edizione de La Notte della Taranta a Melpignano ( 24 agosto 2019) sono state svelate a Mosca ,in una conferenza stampa presso l’Ambasciata Italiana, nel contesto di una missione in Russia della Regione Puglia. Maestro Concertatore de La Notte della Taranta 2019, evento che riunisce oltre 2000 persone unite dall’amore per sonorità salentine e la danza, sul palco e in piazza, sarà il direttore d’orchestra (musica classica) Fabio Mastrangelo, il più noto musicista italiano in Russia, dove il maestro vive da 18 anni, direttore musicale della Russian Philharmonic di Mosca. Nativo di Bari, è il primo pugliese ad assumere il ruolo di maestro concertatore e avrà il ruolo di avvicinare il ritmo potente della pizzica con le arie classiche, un incontro tra musica colta e popolare. “ Ogni musica parte dalla popolare e dal movimento. La mia è una sfida, un mettermi alla prova- ha detto il maestro esternando il suo entusiasmo per questa avventura che lo riporterà nella sua Puglia. “ Ho già incontrato Daniele Durante,  direttore artistico del Concertone , e abbiamo già trovato tra noi un’armonia” . E ha promesso pure una danza sfrenata.... ". Massimo Manera, Fondazione Ndt, ha spiegato come la scelta di quest’anno di puntare, come elemento   di contaminazione,  sulla musica classica rappresenti senz’altro “ una scommessa forte”. Nel corso della conferenza stampa svelati anche i nomi di alcuni degli ospiti di fama che andranno a interagire , speriamo felicemente, con la musica salentina : Elisa e Gué Pequeno, un idolo dei più giovani. Altro annuncio ,le riprese televisive de La Notte saranno realizzate da Rai 2. La conferenza, preceduta da una esibizione dei ballerini del Corpo di Ballo della Ndt accompagnati da alcuni musicisti dell’Orchestra Ndt, ha visto la partecipazione  di Pasquale Terraciano, , Ambasciatore italiano a MoscaMIOchele Emiliano, Presidente Regione Puglia,Loredana Capone , Assessore Industria Turistico culturale Regione Puglia, Massimo Manera , Presidente Fondazione La Notte della Taranta, e la delegata Enit a Mosca. Coordinamento a cura di Gabriella Della Monaca.
Sono stati sottolineti i rapporti di collaborazione e di  amicizia Italia Russia, invitando tutti i cittadini russi a visitare l’Italia e la Puglia   per godere  della cultura, natura, tradizioni e buon cibo  in occasione di un evento come quello della Ndt, grazie anche ai nuovi collegamenti aerei della compagnia Poveda che dalla Puglia ha portato tutti i delegati a Mosca. Emiliano ha  evidenziato la potenza del ritmo della Pizzica  e di come il Salento attraverso questa musica sappia raccontare la proria storia, il lavoro, l’amore... Loredana Capone ha messo in luce la forza di questo evento che attraversa “non solo Melpignano ma tanti borghi salentini travolti dalla musica, che è al tempo stesso tradizione, rito, terapia, religione,  e dalla danza, trasformando questi luoghi in comunità danzanti. Il successo della Notte lo si deve anche a un gioco di squadra che unisce la Fondazione, La Regione, gli enti di Promozione Turistica e tante altre realtà “. ( Nella  foto i danzatori Ndt Laura Boccadamo e Fabrizio Nigro Ndt) Presenti a Mosca anche Daniele Durante, Direttore artistico Concertone,Luigi Chiriatti, Direttore artistico Festival, Stefano Minerva, Presidente Provincia Lecce, Roberto Casaluci, Presidente Unione dei Comuni della Grecìa salentina, Ivan Stomeo, Sindaco di Melpignano. www.lanottedellataranta.it  

IN QUESTO NUMERO DI BALLAREVIAGGIANDO.IT ....



On line   il nuovo numero  targato aprile-maggio 2019 di ballareviaggiando.it , un   viaggio che ci conduce tra suoni , ritmi  e colori del mondo.     In Home Page una full immersion nel mondo del Balfolk con il film Le Grand Bal, nelle sale italiane dai primi di maggio.  Un film, di Laetitia Carton, che trasporta lo spettatore nella magia delle campagne francesi, nelle quali ogni anno più di duemila persone di ogni età e provenienza si danno appuntamento per 7 giorni ininterrotti di danza, musica, amicizia e gioia: Le Grand Bal de l'Europe. Sempre in Home Page le anticipaziomi su Taranta Gitana, progetto di Ambrogio Sparagna, in scena il 30  giugno prossimo  a Roma, nella  Cavea del Parco della Musica, nell' ambito del Roma Summer Fest. Uno spettacolo  che porta  in scena per la prima volta  uno straordinario dialogo fra danza popolare e ritmo latino, due stili  di grande storia e suggestionecon la partecipazione  dei Gipsy Gold ( ex Gipsy King), e la   partecipazione del  Corpo di Ballo dell’OPI , guidato da Francesca Trenta.
In Paesindanza un tuffo nelle Bahamas, bellissimo arcipelago anglofono situato tra la Florida e Cuba, e nel suo mondo  musicale. Anima del paese il   Junkanoo, una festa tipica caratterizzata da sfilate e danze in costume.  La tradizione locale può ancora contare su strumenti musicali unici come il rake-and-scrape e il goombay, che danno un'impronta particolare alla musica e alle sue danze. In Eventi tanti gli appuntamenti.Teatro, Danza, Musica, Mostre, Incontri...nella  Stagione del Teatro Greco di Siracusa ( 9 maggio - 25 luglio) focalizzata quest’anno sul tema “ Donne e guerra”, le prime vittime, ieri e oggi, di ogni conflitto. E' questo  il filo rosso che lega le tre opere in cartellone Elena, Le Troiane, Lisistrata.. Anticipazioni sulla  edizione 2019 di RomaEuropaFestival dal 17 settembre al 24 novembre. In programma teatro, danza, musica, digital e Kids,  377 artisti provenienti da 27 paesi,  126 eventi in scena in 20 spazi diversi della capitale . Il festival si inaugura   con la brasiliana  Lia Rodriguez, con “ Furia”: danza contemporanea e musiche rituali della Nuova Caledonia. E fino all' 11 maggio Roma ospita la mostra fotografica di Ninni Romeo dedicata a Pina Bausch, uno dei maggiori talenti della danza del Novecento.  L'esposizione, voluta dalla Daniele Cipriani Arte, è ospitata presso il ristorante vegetariano Il Margutta Veggy Food & Art, a Roma, in via Margutta 118. E dietro l'ngolo la tappa romana del Festival dell'Oriente  e degli alti festival connessi:America Latina ,Irlanda, Country, Spagna... Per Musica e Danze Popolari,  focus Basilicata con l'intervista a Pietro Cirillo,  Officine Popolari Lucane, cantautore e musicista, ricercatore di tradizioni popolari,  fortemente impegnato ed attivo nel sociale, che racconta la sua musica,  il   legame con la sua terra, il suo " grido lucano", e il ritmo della Taranta...Suoni, canti e narrazioni della tradizione: inaugurata a Roma la Rete degli Archivi Sonori  Musiche e Tradizioni Orali,  presso la Biblioteca Nazionale Centrale  di Roma,   fruibile e consultabile da studiosi e appassionati.  Oltre 12000 documenti e la voce di sei regioni: Abruzzo, Basilicata, Campania, Marche, Puglia e Umbria.
Nella rubrica Viaggi tematici legati al ballo,una proposta de Il Tappeto Volante di Padova . Danzare a Sofia:    un viaggio-studio a Sofia, dall'8 al 15 luglio, di danze tradizionali bulgare e danze gipsy russe, livello base.  Lezioni,  visita alla città e dintorni e la sera danze nei locali tipici. Per Scuole una stagione  all'insegna del  flamenco e nacchere- da maggio a luglio - con Silvia Sabatini presso Così Arte di Ostia.  Stage  aperti a tutti, vari livelli e varie proposte.
Per Musica e Parole, i giorni di Califano, nel ricordo della sua scomparsa, tra dibattiti e musica. Musica romana in pole position  con il nuovo lavoro discografico di Maurizio Fortini (Mezzo pieno mezzo voto) e il Festival della Canzone Romana in programma al Teatro Olimpico il 29 aprile. In campo teatrale il successo della versione teatrale di Vincenzo Longobardi “ Lo cunto de la Vecchia Vergine “ andata in scena al Teatro Di Documenti di Roma dal 12 al 14 aprile scorso: magia della narrazione e accompagnamento di musica e danze popolari.  E in anteprima nazionale  tre date al teatro Vascello-28 aprile, 11 maggio   26 maggio- con Nicola Vicidomini, il più grande comico morente, con l'inedito e attesissimo Fauno.... Novità.... Turismopiù con idee, tour, numeri, politiche turistiche, tendenze...  e una pagina dedicata su facebook (https://www.facebook.com/turismopiu/) E ancora tante  news su stage, eventi , festival e  spettacoli, anicipazoni Notte della Taranta e altro, e  la ricca sezione Video, curata da Elio Ippolito. Iniziative: ricordiamo gli appuntamenti su richiesta di ballareviaggiando Academy, lezioni di danze popolari italiane per turisti italiani e stranieri di passaggio nella capitale, e congressisti, con la docente, danzatrice e ricercatrice   Francesca Trenta.  Incontri   in locali romani con stage più aperitivo. Per informazioni  e richieste scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ------------------------------- BallareViaggiando è su facebook (Pagina) e su Twitter. Sul gruppo Ballare Viaggiando FB è possibile condividere in modo autonomo  eventi di danza e musica. I SERVIZI OFFERTI DA BALLAREVIAGGIANDO.IT  ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) ° Si realizzano videoclip e promo  a prezzi competitivi (concerti, spettacoli, saggi fine anno ...) °Si realizzano lavori grafici, locandine, folder ecc °Servizio Ufficio Stampa, Servizio Newsletter promozione eventi ° Inserzioni banner per raggiungere un target interessato al tema della danza, musica e del viaggio

012

BALLO! IN TRASFERTA A DIF, FIRENZE. SPARAGNA:" APRIAMO LE BRACCIA A UN PUBBLICO NUOVO"

"E’ tutta una novità, un' esperienza  da fare. Nella vita  artistica  è importante saper  intercettare nuovo pubblico. Ed è un   indubbio che ci siano  un interesse e un bisogno reale  di riscoprire  radici, suoni della tradizione  e visioni coreutiche. E liberarsi della musica di plastica". Sono le parole del maestro Sparagna che porta in Danzainfiera  un'anteprima di Ballo!, festa spettacolo giunto alla sua decima edizione, dedicata alla scoperta e alla reinterpretazione delle antiche danze italiane  che da nove anni va in scena a Roma, all’interno della stagione estiva dell’Auditorium Parco della Musica.  Firenze, il 24  febbraio alle ore 13,15, Teatro Ronda, con la partecipazione del maestro Sparagna e alcuni elementi dell'Orchestra Popolare Italiana, Francesca Trenta e il   Corpo di Ballo. Lo spettacolo  sarà preceduto da un incontro stampa in Area Press alle 12,00.

di Ester Ippolito

 

 

 

Una volta c’era un sogno e un pizzico di follia. Da questo, come ci ha raccontato più volte Ambrogio Sparagna, musicista  ricercatore, direttore dell’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium di Roma, che opera accanto al Coro Popolare  diretto da  Anna Rita Colaianni, è nato BALLO!, festa spettacolo dedicata alla scoperta e alla reinterpretazione delle antiche danze italiane  che da nove anni va in scena a Roma,  all’interno della stagione estiva dell’Auditorium Parco della Musica. Un  appuntamento imperdibile, ormai una realtà  matura   e ricca di contenuti, che porta in scena oltre trecento artisti fra musicisti, danzatori diretti da Francesca  Trenta, ospiti, richiamando una folla di spettatori che vive con emozione la performance.  “ Con la realizzazione di  BALLO! abbiamo portato all’attenzione  quella parte di Italia che mi piace di più  , l’Italia della danza popolare, delle tradizioni , l’Italia più antica. La danza, la musica, il canto ci portano a stare insieme, a fare comunità e questo ci aiuta a liberarci dalla solitudine e dalla malinconia. Abbiamo riunito  musicisti   che suonano diversi strumenti, alcuni anche considerati marginali, e un grande coro, nel pieno rispetto  della forma di esecuzione  dei canti popolari . Un   sogno a colori. Se poi ci aggiungiamo la danza  diventa cinemascope.” Queste le  parole   del maestro Sparagna. E il principio base di tutto questo lavoro che fiorisce all'ombra del  Parco della Musica di Roma   è  il rispetto della identità della musica e della danza partendo sempre dal loro codice originario.


Negli anni BALLO!, mantenendo intatto il suo format, ha presentato  nuovi contenuti e orizzonti, dalla predilezione per il senso della festa, come in una grande piazza di un paese, all’attenzione per riti e preghiere devozionali, intorno alle quale si riunisce il popolo,  focalizzando l’attenzione sul  culto di San Paolo, protettore delle tarantate  e sulla Sicilia e la sua religiosità.   Poi la musica popolare e la danza hanno guardato alle terre terremotate dell’Italia centrale portando consolazione  e voglia di ripartire. L’occhio ha sempre indagato su fonti  e tradizioni regionali  ricercando anche l’ incrocio e  il contatto  con altre culture, come la Grecia e la Magna Grecia della edizione 2018.   Intanto, BALLO! si presenta a Firenze, a Danzainfiera,  il 24 febbraio, alle ore 13,15R Teatro Ronda,  dopo una conferenza sta112,0 (ore 12,00 Area Press) con un’anteprima (Ballareviaggiando...nelle danze popolari..BALLO!), mostrando,  accanto a mille altre discipline coreutiche, e accademiche,  anche i codici della danza popolare. Di  questo  e molto altro parliamo con il maestro Sparagna.

 

B&V- Con DIF 2019  la carovana della tradizione  sbarca in una fiera dedicata alla danza ...

 

Sparagna- E’ tutta una novita', un'esperierienza  da fare. Nella vita  artistica  è importante saper intercettare nuovo pubblico, un pubblico nascente interessato  alle tematiche che trattiamo. E da quanto  capto in giro, è indubbio che ci siano  un interesse e un bisogno reale  di riscoprire  radici, suoni  e visioni coreutiche.  E anche se in questa occasione  presentiamo una parte ridotta  di BALLO!, è una ottima  opportunità per presentare il nostro punto di vista. Soprattutto in un momento in cui  intorno alla danza popolare  c’è molta confusione  ed è fondamentale presentare in modo corretto il rapporto movimento, musica e coreografia. E quando  vengono proposti contenuti  in maniera sincera, si registra quasi sempre una penetrazione diretta nel pubblico.

 

B&V- Attraverso l'Orchestra Popolare Italiane il Coro, e i laboratori di danza ,  in questi anni avete portato avanti  all'interno dell'attività del Parco della Musica un ricco  lavoro di ricerca e valorizzazione. E oggi su parla anche di un Corpo di Ballo ...

 

Sparagna-Sì, il Corpo  di Ballo è di recente istituzione, diretto da Francesca Trenta, che ha sempre guidato  i Laboratori e coordinato i danzatori nei nostri spettacoli  BALLO! e ultimamente anche ne  La Tarantella di Carnevale.   Il corpo di ballo nasce proprio   dal gruppo di danzatori che si sono formati attraverso i laboratori  etnocoreutici  e da una  forte collaborazione già in essere. Riteniamo che  giunti a questo punto  non siano più  sufficienti solo i Laboratori, che hanno una comunque una  vita  intensa e sempre più aperti ad appassionati, come annunceremo anche  in fiera a Firenze. C’è una forte esigenza di dare continuità a questo rapporto e di poter disporre di una struttura residenziale all’Auditorium di Roma  per dare il via nuovi progetti, tour e quant’altro, in una condivisione più diretta  e sistematica.


B&V- Cosa vedremo in BALLO! versione Dif ?

Sparagna- Nel nostro spettacolo, tra musica e danza,  ruoteremo intorno alle varie forme delle tarantelle, offrendo una visione  legata e ispirata  alla tradizione quanto più possibile, con molto coinvolgimento.  Sarà presente una versione ridotta dell’Orchestra Popolare Italiana, ovvero un quartetto  molto qualificato che porterà i  suoni popolari, e, poi  Francesca Trenta con  i danzatori del  Corpo di Ballo. Colori , ritmo e sentimento.


B&V- Qualche anticipazione su BALLO! 2019, decima edizione ?

Sparagna- La prossima edizione di BALLO! andrà in scena sempre nella cavea del Parco della Musica di Roma  il prossimo 30 giugno. BALLO! Taranta Gitana" , questo il sottotitolo della edizione 2019  che vedrà la partecipazione dei Gipsy King. Due mondi, quello delle danze e musica popolare italiane e cultura latina,  apparentemente lontani  e  che  noi faremo incontrare. Attraverso Dif e le agevolazioni  proposte contiamo di avere un pubblico ancora più ampio, sia allo spettacolo sia ai Laboratori  di preparazione.


B&V- Tra i progetti legati al Corpo di Ballo c’è La Tarantella del Carnevale in programma a Roma alla vigilia della esibizione a Dif di Ballo!:  Roma, 23 febbraio, Parco della Musica h.18,00, terza edizione) ,  con    l'OPI , il Coro Popolare e tanti ospiti, maschere, suoni e danze...  Qual è lo spirito di questo  spettacolo?

 

Sparagna-  Si tratta di un'occasione unica per conoscere la ricchezza dei rituali popolari carnascialeschi meridionali. Un insieme complesso e variegato di antiche cerimonialità sostenute dal ritmo vertiginoso della tarantella che ancora caratterizza la vita di molte comunità. Il fulcro dello spettacolo è  la danza mascherata all’aperto,  perchè i Carnevali popolari sono proprio caratterizzati dal modello processionario in maschera, senza carri o altri fronzoli, un modo semplice de essenziale per festeggiare e celebrare la fine dell’inverno, tempo di risveglio e di fioritura,  sottolineando il legame con il mondo agricolo e i suoi cicli.  Tra le novità quest’anno maschere provenienti dalla Sardegna ,poi campanelli e campanacci      della zona   Aurunci  che simboleggiano l’espiazione del Male, accanto ai danzatori del Carnevale di Montemarano.   E’ una grande festa, adatta a grandi e bambini, con una parata Mascherata di grande effetto prima  e dopo lo spettacolo in Sala Petrassi (dalle 16,00). Ed è un momento importante anche per la città di Roma, che ha perso un po’ la tradizione del suo Carnevale.

 

B&V- A questi progetti si affianca tutta una serie di attività ,iniziative e viaggi , che vedono  in movimento  costante l’Orchestra Popolare Italiana,  portando   in paesi lontani la musica della tradizione....

 

Sparagna-Sì, è vero, si può dire che stiamo “ sulla strada”, sempre in cammino. Recentemente siamo stati a Betlemme  con il progetto La Chiarastella, legato al Natale che raccontiamo ogni anno  in Auditorium con il suono delle zampogne, canti e suoni tradizionali.  Quest’anno abbiamo proposto una variante di  questo spettacolo   aprendo la porta a   una serie di cantori e musicisti provenienti da varie realtà geografiche e sociali, che attualmente caratterizzano la vita “di strada” della Capitale (Come in cielo così in strada),  in collaborazione con la Caritas Diocesana Romana. Siamo stati da poco in  Swaziland, con un progetto dell’Unione Europea, e tempo addietro in Brasile ( Taranta d'amore). Il feedback è sempre buono, il pubblico accoglie con felicità  la  tradizione italiana, a prescindere dalla lingua, riconoscendo  nell’Italia un luogo di cultura,  musica e poesia. E questo ci dà una grande energia.”

http://www.danzainfiera.it/ballare-viaggiando.html

www.finisterre.it

 

Le agevolazioni DIF / BALLO

Per chi assisterà allo spettacolo "La Tarantella del Carnevale ", di Ambrogio Sparagna, in programma a Roma, 23 febbraio,  Parco della Musica, ore 18,00, o per chi parteciperà al laboratorio relativo, sarà riservato, dietro presentazione  del biglietto, uno sconto per l'ingresso a Danzainfiera, Firenze, nella giornata del 24 febbraio, quando andrà in scena BALLO!,ore 13,15.. Reciprocamente sono inoltre previste riduzioni sul biglietto d’ingresso allo spettacolo BALLO!  del 30 giugno 2019 per tutti coloro che presenteranno il titolo d’ingresso o voucher di Danzainfiera 2019. Previsti anche sconti particolari per le Scuole di Danza e per le Associazioni di Categoria.   A Firenze, durante la conferenza stampa che precederà lo spettacolo BALLO!  alle ore 12,00  del 24 febbraio, Area Press,  saranno date informazioni  sulle modalità di partecipazione ai LABORATORI di preparazione di BALLO! 2019 e sulle convenzioni per i danzatori e le scuole di danza che aderiranno attraverso DIF !Informazioni saranno anche offerte ai partecipanti dei Laboratori di danze popolari con Francesca Trenta in programma sempre a DIF, il 24 febbraio , alle ore 17,00.

BALLO! è un progetto originale di Ambrogio Sparagna, produzione Finisterre, in collaborazione con Fondazione Musica per Roma – Auditorium Parco della Musica di Roma.A Firenze in collaborazione con Danzainfiera e Ballareviaggiando.it-

Le foto si riferiscono a varie edizioni di BALLO! e La Tarantella del Carnevale

________________________________________________________

A oggi i danzatori che parteciperanno a BALLO! DIF  con

FRANCESCA TRENTA sono: LAVINIA OTTOLINI, MATTIA CARLUCCI, BARBARA BUFANO, ANNA CANDELIERE, SILVIA DE PROPIS, SILVIA CESARONI, SILVIA D'AFFLISIO, SIMONA DANIELI, ALESSANDRA PANSERA,  FABIOLA BARBIERATO, CARLO PISANO',    MIRIAM TOCCA, MASSIMINA SERAFINI -

CON LA PARTECIPAZIONE DI ANDREA DE SIENA

________________________________________

L’OPI - Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma diretta da Ambrogio Sparagna è un organico attivo dall’estate del 2007 di oltre trenta elementi, caratterizzato al suo interno dalla presenza importante di strumenti musicali tipici della tradizione popolare italiana. L’Orchestra è una vera e propria officina per la valorizzazione, la rielaborazione e la diffusione della tradizione orale, mediante la produzione di programmi originali dedicati sia ai repertori regionali, sia alle forme e ai generi del folklore nazionale.

Ambrogio Sparagna-Uno dei più importanti musicisti della musica popolare europea con all’attivo numerosi progetti realizzati in collaborazione con importanti e prestigiose istituzioni, concertistiche e non, nazionali ed internazionali e con artisti italiani e solisti da tutto il mondo.Allievo di Diego Carpitella con cui realizza numerose campagne di rilevamento sulle tradizioni musicali dell'Italia centrale e meridionale.
Nel 1976 dà vita alla prima scuola di musica popolare in Italia e fonda nel 1984 la "Bosio Big Band", un originale ensemble di organetti con il quale realizza numerose produzioni discografiche e di teatromusica.
Dal 2004 al 2006 è Maestro concertatore del Festival La Notte della Taranta dirigendo una grande orchestra di 60 elementi composta da strumenti popolari  e realizzando molti concerti, dalla Puglia alla Cina.
Dal 2007 è fondatore e direttore dell’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, un grande gruppo strumentale stabile che raccoglie tanti interpreti provenienti da tutte le regioni della Penisola, allo scopo di promuovere e valorizzare il repertorio della musica popolare italiana.Con questo organico dà vita a numerosi progetti di spettacolo sia nell’ambito della stagione della Fondazione Musica per Roma, che in Italia e all’estero. Nel 2009 è ospite speciale del WOMEX. World Music Expo di Copenhagen.
Ambrogio Sparagna ha al suo attivo un'intensa attività concertistica internazionale in numerosi Paesi europei ed extraeuropei e un'ampia esperienza di didatta anche attraverso la pubblicazione di numerosi saggi e documenti audiovisivi sulla musica popolare italiana.
Ha avuto modo di collaborare con numerosi e qualificati artisti della scena musicale tra i quali Francesco De Gregori, Lucio Dalla, Angelo Branduardi, Peppe Servillo, Teresa De Sio, Nino D’Angelo, Simone Cristicchi, Ron, Giovanni Lindo Ferretti e molti altri.

 
notte taranta cannito .png
facebook youtube twitter
  • login
Iscriviti alla Newsletter di Ballareviaggiando
Privacy e Termini di Utilizzo
Cliccando sul pulsante "Iscriviti" l'utente dà il consenso esplicito a ricevere la newsletter di Ballare Viaggiando

TURISMOPIU'-SKAL ROMA,PROMOZIONE GOLF E TURISMO
Immagine

  Binomio tra sport e turismo per Skal International Roma, Associazione che unisce professionisti operanti nel settore turistico e Membro Permanente del WTO World Tourism Organization, che celebra...
TURISMOPIU'- PRIMAVERA CON IL SEGNO PIU' E SUD IN CORSA. PREVISIONI ASSOTURISMO CTS
Immagine

  La vicinanza delle festività pasquali ai ponti di primavera mette il turbo al turismo. Saranno moltissimi gli italiani e gli stranieri ad approfittare dell’inusuale spring break per una vacanza...