• home
  • chi siamo
  • paesindanza
  • protagonisti
  • eventi
  • Danze Popolari
  • Viaggi
  • Scuole
  • musica e parole
  • Video
  • contatti

FLAMENCO A CINECITTA' WORLD CON CRISTINA HALL

Per la prima volta il flamenco, la forma di musica e di danza di origine Andalusa, arriva a Cinecittà World, il 27 aprile prossimo, 20,30, con la partecipazione di Gianni Sperti e lo spettacolo " Luz de Sombra". Oltre 10 ballerini sul palco accompagneranno la star della serata, Cristina Hall, che insieme a Mirko Luccarelli metterà in scena movimenti e tecniche innovative. Battito di piedi e di mani, cante, chitarra, cajon, e violoncello scandiranno le sequenze ritmiche e le suonate, e tutto questo creeranno uno spettacolo dal vivo indimenticabile pieno di  colori e di energia.   Cristina Teresa Hall si è avvicinata per la prima volta all'arte del flamenco nella sua città natale, a San Francisco, in California. Poi il flamenco   è diventata la   sua vita,   realizzando una tecnica personale e una visione innovativa di questa danza. Nel 2004 Cristina ha fatto parte   della compagnia di Israel Galván con lo spettacolo Torero Alucinógeno esibendosi al Teatro Centrale di Siviglia. Nel 2006 ha partecipato come solista al Dance Month di Siviglia,  partecipando  al II Incontro Internazionale delle Donne nel Teatro. Nel 2009 ha creato il suo spettacolo, El Sonido del Silencio, in cui la creazione artistica e il lavoro coreografico sono già molto personali. Con questo lavoro ha raccolto un grande successo e una buona accoglienza tra pubblico e critica, e ha intrapreso    un tour in diverse fasi del Canada e degli Stati Uniti. Allo stesso tempo ha lavorato con diversi artisti e compagnie di flamenco e altre discipline, all'interno e all'esterno della geografia spagnola. Nel 2010 ha fatto parte  della programmazione della CAAC Off Seville Biennale con il suo show Dream. Nel 2011 è stata nominata finalista al concorso internazionale Global Dance Contest al Saddler's Wells Theatre di Londra con il pezzo Blackbird. Nel 2012 ha partecipato all'innovativo Empirical Flamenco Festival al Mercat de les Flors di Barcellona sotto la direzione artistica di Juan Carlos Lérida. Ha ricevuto il secondo premio del Concorso di danza flamenco Tablao Las Carboneras a Madrid. Nel marzo del 2013  ha collaborato con Manuela Ríos al Festival de Jerez con lo spettacolo Consuelo de Penas. Nel giugno 2013, si è esibita    come artista ospite con l'Orquesta Vigo 430 in città come Vigo e Ourense. Nel dicembre 2013 è  stata artista ospite della Castalia Orchestra al Teatro Cajasol di Siviglia. www.cinecittaworld.it                                                                                                                                            
---------------AfrikaansAlbaneseAmaricoAraboArmenoAzerbaigianoBascoBengaleseBielorussoBirmanoBosniacoBulgaroCatalanoCebuanoCecoCinese (semplificato)Cinese (tradizionale)CoreanoCorsoCroatoCurdoDaneseEbraicoEsperantoEstoneFilippinoFinlandeseFranceseFrisone occidentaleGaelico scozzeseGalizianoGalleseGeorgianoGiapponeseGiavaneseGrecoGujaratiHaitianoHausaHawaianoHindiHmongIgboIndonesianoIngleseIrlandeseIslandeseItalianoKannadaKazakoKhmerKirghisoLaoLatinoLettoneLituanoLussemburgheseMacedoneMalayalamMaleseMalgascioMalteseMaoriMarathiMongoloNepaleseNorvegeseNyanjaOlandesePashtoPersianoPolaccoPortoghesePunjabiRumenoRussoSamoanoSerboShonaSindhiSingaleseSlovaccoSlovenoSomaloSotho del sudSpagnoloSundaneseSvedeseSwahiliTagicoTamilTedescoTeluguThaiTurcoUcrainoUnghereseUrduUzbecoVietnamitaXhosaYiddishYorubaZuluItaliano Apri in Google Traduttore Fe

VENTO RUSSO SU LA NOTTE DELLA TARANTA 2019

Le  prime carte della prossima edizione de La Notte della Taranta a Melpignano ( 24 agosto 2019) sono state svelate a Mosca ,in una conferenza stampa presso l’Ambasciata Italiana, nel contesto di una missione in Russia della Regione Puglia. Maestro Concertatore de La Notte della Taranta 2019, evento che riunisce oltre 2000 persone unite dall’amore per sonorità salentine e la danza, sul palco e in piazza, sarà il direttore d’orchestra (musica classica) Fabio Mastrangelo, il più noto musicista italiano in Russia, dove il maestro vive da 18 anni, direttore musicale della Russian Philharmonic di Mosca. Nativo di Bari, è il primo pugliese ad assumere il ruolo di maestro concertatore e avrà il ruolo di avvicinare il ritmo potente della pizzica con le arie classiche, un incontro tra musica colta e popolare. “ Ogni musica parte dalla popolare e dal movimento. La mia è una sfida, un mettermi alla prova- ha detto il maestro esternando il suo entusiasmo per questa avventura che lo riporterà nella sua Puglia. “ Ho già incontrato Daniele Durante,  direttore artistico del Concertone , e abbiamo già trovato tra noi un’armonia” . E ha promesso pure una danza sfrenata.... ". Massimo Manera, Fondazione Ndt, ha spiegato come la scelta di quest’anno di puntare, come elemento   di contaminazione,  sulla musica classica rappresenti senz’altro “ una scommessa forte”. Nel corso della conferenza stampa svelati anche i nomi di alcuni degli ospiti di fama che andranno a interagire , speriamo felicemente, con la musica salentina : Elisa e Gué Pequeno, un idolo dei più giovani. Altro annuncio ,le riprese televisive de La Notte saranno realizzate da Rai 2. La conferenza, preceduta da una esibizione dei ballerini del Corpo di Ballo della Ndt accompagnati da alcuni musicisti dell’Orchestra Ndt, ha visto la partecipazione  di Pasquale Terraciano, , Ambasciatore italiano a MoscaMIOchele Emiliano, Presidente Regione Puglia,Loredana Capone , Assessore Industria Turistico culturale Regione Puglia, Massimo Manera , Presidente Fondazione La Notte della Taranta, e la delegata Enit a Mosca. Coordinamento a cura di Gabriella Della Monaca.
Sono stati sottolineti i rapporti di collaborazione e di  amicizia Italia Russia, invitando tutti i cittadini russi a visitare l’Italia e la Puglia   per godere  della cultura, natura, tradizioni e buon cibo  in occasione di un evento come quello della Ndt, grazie anche ai nuovi collegamenti aerei della compagnia Poveda che dalla Puglia ha portato tutti i delegati a Mosca. Emiliano ha  evidenziato la potenza del ritmo della Pizzica  e di come il Salento attraverso questa musica sappia raccontare la proria storia, il lavoro, l’amore... Loredana Capone ha messo in luce la forza di questo evento che attraversa “non solo Melpignano ma tanti borghi salentini travolti dalla musica, che è al tempo stesso tradizione, rito, terapia, religione,  e dalla danza, trasformando questi luoghi in comunità danzanti. Il successo della Notte lo si deve anche a un gioco di squadra che unisce la Fondazione, La Regione, gli enti di Promozione Turistica e tante altre realtà “. ( Nella  foto i danzatori Ndt Laura Boccadamo e Fabrizio Nigro Ndt) Presenti a Mosca anche Daniele Durante, Direttore artistico Concertone,Luigi Chiriatti, Direttore artistico Festival, Stefano Minerva, Presidente Provincia Lecce, Roberto Casaluci, Presidente Unione dei Comuni della Grecìa salentina, Ivan Stomeo, Sindaco di Melpignano. www.lanottedellataranta.it  

IN QUESTO NUMERO DI BALLAREVIAGGIANDO.IT ....



On line   il nuovo numero  targato aprile-maggio 2019 di ballareviaggiando.it , un   viaggio che ci conduce tra suoni , ritmi  e colori del mondo.     In Home Page una full immersion nel mondo del Balfolk con il film Le Grand Bal, nelle sale italiane dai primi di maggio.  Un film, di Laetitia Carton, che trasporta lo spettatore nella magia delle campagne francesi, nelle quali ogni anno più di duemila persone di ogni età e provenienza si danno appuntamento per 7 giorni ininterrotti di danza, musica, amicizia e gioia: Le Grand Bal de l'Europe. Sempre in Home Page le anticipaziomi su Taranta Gitana, progetto di Ambrogio Sparagna, in scena il 30  giugno prossimo  a Roma, nella  Cavea del Parco della Musica, nell' ambito del Roma Summer Fest. Uno spettacolo  che porta  in scena per la prima volta  uno straordinario dialogo fra danza popolare e ritmo latino, due stili  di grande storia e suggestionecon la partecipazione  dei Gipsy Gold ( ex Gipsy King), e la   partecipazione del  Corpo di Ballo dell’OPI , guidato da Francesca Trenta.
In Paesindanza un tuffo nelle Bahamas, bellissimo arcipelago anglofono situato tra la Florida e Cuba, e nel suo mondo  musicale. Anima del paese il   Junkanoo, una festa tipica caratterizzata da sfilate e danze in costume.  La tradizione locale può ancora contare su strumenti musicali unici come il rake-and-scrape e il goombay, che danno un'impronta particolare alla musica e alle sue danze. In Eventi tanti gli appuntamenti.Teatro, Danza, Musica, Mostre, Incontri...nella  Stagione del Teatro Greco di Siracusa ( 9 maggio - 25 luglio) focalizzata quest’anno sul tema “ Donne e guerra”, le prime vittime, ieri e oggi, di ogni conflitto. E' questo  il filo rosso che lega le tre opere in cartellone Elena, Le Troiane, Lisistrata.. Anticipazioni sulla  edizione 2019 di RomaEuropaFestival dal 17 settembre al 24 novembre. In programma teatro, danza, musica, digital e Kids,  377 artisti provenienti da 27 paesi,  126 eventi in scena in 20 spazi diversi della capitale . Il festival si inaugura   con la brasiliana  Lia Rodriguez, con “ Furia”: danza contemporanea e musiche rituali della Nuova Caledonia. E fino all' 11 maggio Roma ospita la mostra fotografica di Ninni Romeo dedicata a Pina Bausch, uno dei maggiori talenti della danza del Novecento.  L'esposizione, voluta dalla Daniele Cipriani Arte, è ospitata presso il ristorante vegetariano Il Margutta Veggy Food & Art, a Roma, in via Margutta 118. E dietro l'ngolo la tappa romana del Festival dell'Oriente  e degli alti festival connessi:America Latina ,Irlanda, Country, Spagna... Per Musica e Danze Popolari,  focus Basilicata con l'intervista a Pietro Cirillo,  Officine Popolari Lucane, cantautore e musicista, ricercatore di tradizioni popolari,  fortemente impegnato ed attivo nel sociale, che racconta la sua musica,  il   legame con la sua terra, il suo " grido lucano", e il ritmo della Taranta...Suoni, canti e narrazioni della tradizione: inaugurata a Roma la Rete degli Archivi Sonori  Musiche e Tradizioni Orali,  presso la Biblioteca Nazionale Centrale  di Roma,   fruibile e consultabile da studiosi e appassionati.  Oltre 12000 documenti e la voce di sei regioni: Abruzzo, Basilicata, Campania, Marche, Puglia e Umbria.
Nella rubrica Viaggi tematici legati al ballo,una proposta de Il Tappeto Volante di Padova . Danzare a Sofia:    un viaggio-studio a Sofia, dall'8 al 15 luglio, di danze tradizionali bulgare e danze gipsy russe, livello base.  Lezioni,  visita alla città e dintorni e la sera danze nei locali tipici. Per Scuole una stagione  all'insegna del  flamenco e nacchere- da maggio a luglio - con Silvia Sabatini presso Così Arte di Ostia.  Stage  aperti a tutti, vari livelli e varie proposte.
Per Musica e Parole, i giorni di Califano, nel ricordo della sua scomparsa, tra dibattiti e musica. Musica romana in pole position  con il nuovo lavoro discografico di Maurizio Fortini (Mezzo pieno mezzo voto) e il Festival della Canzone Romana in programma al Teatro Olimpico il 29 aprile. In campo teatrale il successo della versione teatrale di Vincenzo Longobardi “ Lo cunto de la Vecchia Vergine “ andata in scena al Teatro Di Documenti di Roma dal 12 al 14 aprile scorso: magia della narrazione e accompagnamento di musica e danze popolari.  E in anteprima nazionale  tre date al teatro Vascello-28 aprile, 11 maggio   26 maggio- con Nicola Vicidomini, il più grande comico morente, con l'inedito e attesissimo Fauno.... Novità.... Turismopiù con idee, tour, numeri, politiche turistiche, tendenze...  e una pagina dedicata su facebook (https://www.facebook.com/turismopiu/) E ancora tante  news su stage, eventi , festival e  spettacoli, anicipazoni Notte della Taranta e altro, e  la ricca sezione Video, curata da Elio Ippolito. Iniziative: ricordiamo gli appuntamenti su richiesta di ballareviaggiando Academy, lezioni di danze popolari italiane per turisti italiani e stranieri di passaggio nella capitale, e congressisti, con la docente, danzatrice e ricercatrice   Francesca Trenta.  Incontri   in locali romani con stage più aperitivo. Per informazioni  e richieste scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ------------------------------- BallareViaggiando è su facebook (Pagina) e su Twitter. Sul gruppo Ballare Viaggiando FB è possibile condividere in modo autonomo  eventi di danza e musica. I SERVIZI OFFERTI DA BALLAREVIAGGIANDO.IT  ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) ° Si realizzano videoclip e promo  a prezzi competitivi (concerti, spettacoli, saggi fine anno ...) °Si realizzano lavori grafici, locandine, folder ecc °Servizio Ufficio Stampa, Servizio Newsletter promozione eventi ° Inserzioni banner per raggiungere un target interessato al tema della danza, musica e del viaggio

012

A ROMA E' TEMPO DI FLAMENCO.10-20 GENNAIO

 

Sette appuntamenti dedicati al flamenco, puntando i riflettori sulle nuove tendenze, evoluzione di questa arte, innovazione , con una attenzione  alla fotografia ( mostra fotografica   fino al 27 gennaio) e  al cinema spagnolo  (16-18 e 19 gennaio) che ha immortalato questo genere e ritmo di danza,   occasione per  vedere sullo schermo miti quali Antonio Ruiz Soler (El gran Antonio), Carmen Amaya e Antonio Gades. Torna a Roma, 10-20 gennaio 2019 al Parco della Musica , il Festival di danza spagnola e flamenco che da quest’anno avrà cadenza annuale. Il festival, prodotto dalla Fondazione Musica per Roma con la direzione artistica di Roger Salas e la consulenza di David Lopez, è realizzato con il sostegno del Ministero della Cultura spagnolo e dell’Ambasciata di Spagna a Roma. A partire da questa edizione il festival gode del supporto della Comunità autonoma d’Andalusia, culla e tradizionale crogiolo del flamenco

 

 

A partire dal 2019, il Festival di danza spagnola e flamenco organizzato dalla Fondazione Musica per Roma presso l’Auditorium Parco della Musica avrà cadenza annuale, un respiro che darà modo di definire una programmazione più organica e di mostrare nel dettaglio la sfaccettata attualità della danza spagnola sperimentale e del flamenco in tutte le sue varianti-". E' quanto spiega il direttore artistico Roger Salas illustrando lo spirito della seconda edizione del Festival di danza spagnola e flamenco in scena al Parco dell Musica dal 10 al 20 gennaio 2019. “Con l’edizione del 2019 prende il via anche l’ambizioso progetto di dedicare una serata ai giovani talenti – coreografe e coreografi, ballerine e musicisti under 34 – che infondono sangue nuovo nel corpo di questa grande forma d’arte”.

Tutti di gran richiamo gli appuntamenti in calendario. In apertura, 10 gennaio, Emilio Ochando, classe 1984, regista, coreografo e ballerino, uno degli artisti di flamenco più interessanti della sua generazione, capace di rinnovare la tradizione senza stravolgerla, rileggendola in chiave attuale ed estremamente personale. In Siroco, spettacolo focalizzato sulla danza spagnola e il flamenco, si avverte il respiro del vento di scirocco che induce a lasciarsi andare. “Con questo spettacolo- racconta il ballerino- voglio raccontare e mostrare quattro elementi che nel flamenco assumono dinamicità grazie al fluire dell’aria: lo scialle, il ventaglio, la bata de cola e le nacchere. Questi accessori prendono vita grazie a quella calda e vitale brezza che si scatena quando il movimento scorre liberamente, caratterizzano la figura femminile che si esprime nel ballo. In scena, le figure maschili – quattro danzatori e tre musicisti – servono a sottolineare la necessità di mettere da parte i tabù: l’uomo e la donna possono mostrarsi come sono, senza bisogno di etichette.L’armonia generata da chitarra, percussioni e canto a due voci dal vivo attinge anch’essa alla fluidità ritmica del vento.”

 

In programma l’11 gennaio la prima assoluta della nuova avventura condivisa di due straordinarie figure del mondo flamenco: la bailaora e coreografa sivigliana Belén Maya e la cantaora catalana Mayte Martín per   un concerto unico. Belén Maya e Mayte Martín presentano il nuovo progetto Déjà vu.  Belén Maya è stata forse la prima artista a fissare i codici del ballo flamenco del nuovo millennio e Mayte Martín è una delle cantanti più prestigiose dell’attuale panorama flamenco. Ogni volta che le due artiste si incontrano sulla scena danno corso al miracolo della perfetta armonia tra visione e udito.

Il 12 gennaio va in scena il Flamenca’s Trío, tre donne che si propongono di conquistare il mondo attraverso un viaggio meraviglioso nelle profondità del flamenco; al tocco chitarristico di Antonia Jiménez, che rivisita proprie composizioni originali, si affiancano la voce di Naike Ponce e le percussioni di Nasrine Rahmani. Celebrazione degli importanti traguardi raggiunti delle esponenti femminili dell’arte jondo, il trio vuole rendere omaggio alla donna flamenca con uno spettacolo, confidenziale ed espansivo, che intende riscoprire i sapori della tradizione in un’ottica contemporanea.   Tarantas, Marianas, Granainas… ci invitano a penetrare in un mondo musicale accogliente, pronti a godere di inattese deviazioni melodiche, sfumature dinamiche e dissonanze.

 

Il 13 gennaio due giovani ballerini dal futuro promettente, El Yiyo ed El Tete, daranno un saggio della potenza del nuovo flamenco maschile. Miguel Fernández, EL YIYO, è indiscutibilmente una nuova stella del flamenco. A sette anni era già noto e ha al suo attivo oltre cinquanta rappresentazioni nei festival e nei teatri di Spagna, Francia, Portogallo e Taiwan. Ricardo Fernández, EL TETE, ha iniziato a ballare da bambino seguendo le orme del padre e del fratello El Yiyo, imponendosi come un ballerino di grande valore. A contratiempo, il suo spettacolo più personale, definisce El Yiyo in tutta la sua essenza: uno stile genuino in grado di trasmettere tutto ciò che il bailaor ha costruito in questi anni, la maturità scenica di un artista che ha creato la totalità della pièce e plasmato la musica e la danza con l’energia che lo caratterizza per creare momenti di magia e splendore.

 

Il Festival di Danza Spagnola e Flamenco presenta anche alcuni dei più interessanti giovani talenti, coreografi e danzatori emergenti, del nuovo ballet flamenco. Giovedì 17 gennaio apre la serata la ballerina ispano-danese Selene Muñoz che presenta due coreografie, Eye of Night e Shake. Vincitrice di vari premi internazionali, Selene e il percussionista svedese Stephan Jarl portano da anni in tutto il mondo le loro singolari pièce in cui mescolano il neo-flamenco con ritmi e musica di culture diverse, operando con una sensibilità e uno stile che hanno garantito ai due artisti il riconoscimento internazionale. Presenta due soli Cristian Martín, uno dei talenti più promettenti della nuova generazione. Danzatore versatile dalla formazione eterogenea e coreografo, presenta Caña e Ser, due sue creazioni che indagano i nuovi codici della danza spagnola in un viaggio tra tradizione e avanguardia. Albert Hernández e Irene Tena, diplomati presso il Conservatorio Professional de Danza di Barcellona e vincitori di numerosi premi, ormai da diversi anni portano avanti una personale ricerca artistica mossi da una forte inquietudine creativa. Amor Mojado en sal e Antaño mio, i due progetti coreografici in programma all’Auditorium, esplorano in maniera diversa le complesse e a volte violente relazioni tra maschile e femminile.

 

Infine il 19 gennaio è la volta di Camerata Flamenco Project, un ensemble che mescola stili musicali diversi nella cornice comune del flamenco contemporaneo. Il trio, composto da violoncello, flauto e piano, propone infatti una visione moderna del flamenco che unisce elementi della classica e del jazz. Sul palco della sala Petrassi, con la partecipazione della danzatrice Anabel Veloso, presenta l’ultimo progetto Falla 3.0, uno straordinario viaggio attraverso la musica di El Amor Brujo di Manuel De Falla. “Abbiamo voluto rappresentare in una forma attuale e in formazione trio una musica universalmente nota, composta novant’anni fa per orchestra. L’immersione nella partitura originale ci ha rivelato un mondo di possibilità sonore che, con molto rispetto, lavoro e cautela, abbiamo messo al servizio della musica, del contesto e del tempo attuale-le parole dell'ensemble.

VIDEO SPOT

https://www.youtube.com/watch?v=KxtjW0-3Jf4&feature=youtu.be


PROGRAMMA

 

 

Giovedì 10 Gennaio

FESTIVAL DI DANZA SPAGNOLA E FLAMENCO 2019

EMILIO OCHANDO Y COMPÃNĺA

Siroco

Sala Petrassi Ore 21

Biglietto 25 Euro

 

 

Venerdì 11 Gennaio

FESTIVAL DI DANZA SPAGNOLA E FLAMENCO 2019

MAYTE MARTÍN & BELÉN MAYA

Déjà vu

Sala Petrassi ore 21

Biglietti 25 Euro

Sabato 12 gennaio

FESTIVAL DI DANZA SPAGNOLA E FLAMENCO 2019

ANTONIA JIMÉNEZ

Flamenca´s Trío

Teatro Studio Gianni Borgna ore 21

Biglietti 20 Euro

Domenica 13 gennaio

FESTIVAL DI DANZA SPAGNOLA E FLAMENCO 2019

EL YIYO

A Contratriempo

Sala Petrassi ore 18

Biglietti 25 Euro

Giovedì 17 gennaio

FESTIVAL DI DANZA SPAGNOLA E FLAMENCO 2019

NUOVI TALENTI DEL BALLET FLAMENCO

Selene Muñoz

Cristian Martín

Albert Hernández, Irene Tena

Sala Petrassi ore 21

Biglietti 25 Euro

Sabato 19 gennaio

FESTIVAL DI DANZA SPAGNOLA E FLAMENCO 2019

BALLET FLAMENCO JESÚS CARMONA

ÍMPETU’S

Sala Petrassi ore 21

Biglietti 25 Euro

 

 
lavorincorso  .png
facebook youtube twitter
  • login
Iscriviti alla Newsletter di Ballareviaggiando
Privacy e Termini di Utilizzo
Cliccando sul pulsante "Iscriviti" l'utente dà il consenso esplicito a ricevere la newsletter di Ballare Viaggiando

TURISMOPIU'-SKAL ROMA,PROMOZIONE GOLF E TURISMO
Immagine

  Binomio tra sport e turismo per Skal International Roma, Associazione che unisce professionisti operanti nel settore turistico e Membro Permanente del WTO World Tourism Organization, che celebra...
TURISMOPIU'- PRIMAVERA CON IL SEGNO PIU' E SUD IN CORSA. PREVISIONI ASSOTURISMO CTS
Immagine

  La vicinanza delle festività pasquali ai ponti di primavera mette il turbo al turismo. Saranno moltissimi gli italiani e gli stranieri ad approfittare dell’inusuale spring break per una vacanza...