• home
  • chi siamo
  • paesindanza
  • protagonisti
  • eventi
  • Danze Popolari
  • Viaggi
  • Scuole
  • musica e parole
  • Video
  • contatti

VIAGGIO NELL'INDIA CHE DANZA, UN MESSAGGIO PER LE DONNE

  Un viaggio virtuale nella cultura indiana, un excursus nel mondo femminile del subcontinente, ricco di suggestioni ma anche di contraddizioni. Non è certo un caso che lo spettacolo “Viaggio nell'India che danza”, giunto all'ottava edizione, abbia scelto quest'anno il palcoscenico della Casa internazionale delle donne, a Roma, per lanciare i suoi messaggi contro la violenza. Curato da Valentina Manduchi e dalla sua Apsaras Dance Academy, lo spettacolo ha offerto, attraverso le danze e i costumi, una panoramica delle più importanti figure femminili della cultura indiana. Una cultura complessa, che ha subito nei secoli e subisce tuttora diverse influenze; da quella induista a quella buddista, dalla persiana alla musulmana, fino a 'Bollywood' con l'incontro tra Est e Ovest del mondo. Protagoniste della scena le dee, i personaggi mitologici, ma anche le regine, le guerriere e le donne che hanno combattuto per l'indipendenza, a testimoniare l'importanza dell'universo femminile nella società indiana, nella quale tuttavia le donne sono spesso vittime di violenze di ogni genere, discriminazioni e sopraffazioni, come è stato ricordato alle fine dello spettacolo. Danze che raccontano storie antiche, danze che trasmettono divertimento e leggerezza - “dalle giungle ai deserti, dalla tradizione a Bollywood”- e nello stesso tempo ci ricordano di non abbassare mai la guardia, in India come in Italia. L.R. www.apsarasdance.com

"NADIJA'S ORIENTAL DANCERS®, SI FESTEGGIANO I 10 ANNI

  Quest'anno il gruppo di danza ligure  "NADIJA'S ORIENTAL DANCERS®"festeggia il decennale della propria attività e per l'occasione   il  22 ,23 e 24 giugno l’ASD LA PINETA PLANET SPORT DI ARMA DI TAGGIA - SANREMOorganizza  il primo    “ORIENTAL&BOLLY DANCE FESTIVAL RIVIERA”.
Il programma prevede serate a tema, lezioni gratuite  di preparazione alla danza e risveglio muscolare  presso la splendida spiaggia  " Germana" di Arma di Taggia, lezioni teoriche gratuite  sulla danza orientale tenute dalla direttrice del Festival ,insegnante di danza e giornalista Francesca Paglieri, responsabile Nazionale di settore  per la  FIPD  e membro  CID UNESCO. E ancora un workshop di danza orientale  con la ballerina internazionale  Silvia Brazzoli il sabato pomeriggio,   un workshop di danza Bollywood con Gioia Cavedon la domenicamattina,   serata di Gala  il sabato sera .
Ci sarà la possibilità ,inoltre , di visitare stand e mercatini gastronomici  in tema grazie al percorso  “STREET FOOD”, che si terrà sul lungomare di Arma di Taggia  durante il weekend .  " Il festival-sottolineano gli organizzatori-  sarà una occasione non solo per danzare  e approfondire varie tematiche  ma anche per visitare  la splendida riviera dei fiori  e la vicina Costa Azzura con tanto sole e mare all'inizio dell'estate".           IL PROGRAMMA VENERDI’ 22 GIUGNO DALLE ORE 20 APERICENA ORIENTALE PRESSO DECO' DI SANREMO CON DS SET MASTER DBJ SABATO 23 GIUGNO DALLE ORE 10 PREPARAZIONE ALLA DANZA E RISVEGLIO MUSCOLARE IN SPIAGGIA CON L’ISTRUTTORE LUCA CAPPONI PRESSO LA SPIAGGIA CONVENZIONATA BAGNI GERMANA DI ARMA DI TAGGIA. DALLE ORE 10.30 PRESSO BAGNI GERMANA LEZIONE TEORICA GRATUITA PRIMO MODULO: STORIA E CURIOSITA’ SULLA DANZA ORIENTALE CON PRESENTAZIONE DEL TESTO “DANZA ORIENTALE: EMOZIONI IN MOVIMENTO” DI FRANCESCA PAGLIERI .SECONDO MODULO: COMPARAZIONE DI STILI TRA LA COREUTICA ORIENTALE E QUELLA POLINESIANA CON PRESENTAZIONE DEL TESTO “DA ISHTAR A LAKA” DI FRANCESCA PAGLIERI. DALLE ORE 14.30 ALLE ORE 16.30 WORKSHOP CON L’INSEGNANTE INTERNAZIONALE SILVIA BRAZZOLI PRESSO ASD LA PINETA PLANET SPORT VIALE DELLE PALME 40 TAGGIA.   DALLE ORE 21 SERATA DI GALA CON IL CORPO DI BALLO NADIJA’S ORIENTAL DANCERS A SCOPO BENEFICO CON PROVENTI PER L'ASSOCIAZIONE ENEA DI GENOVA,     SPECIAL GUESTS STARS SILVIA BRAZZOLI E GIOIA CAVEDON, OSPITE INTERNAZIONALE LA MAESTRA MIKAELA JOKINEN DALLA FINLANDIA E OSPITI ITALIANE MARIE FRACCALVIERI, IL DUO HANAMI BELLYDANCE E FEDERICA DOSSENA.     INGRESSO LIBERO, CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI TAGGIA . DOMENICA 24 GIUGNO DALLE ORE 10.30 ALLE ORE 13.30 WORKSHOP CON L’INSEGNANTE INTERNAZIONALE GIOIA CAVEDON PRESSO ASD LA PINETA PLANET SPORT   www.francescapaglieridanza.it

MEDITERRANEA, IL TOUR ESTIVO

  Con il sostegno del MiBACT e della SIAE nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”, Daniele Cipriani Entertainment presenta   il calendario della tournée estiva di Mediterranea: 4 luglio - Arena Shakespeare - Fondazione Teatro Due, Parma; 5 luglio - Festival Acqui in Palcoscenico, Acqui Terme (Alessandria);  6 luglio - Festival Como Città della Musica, Arena del Teatro Sociale di Como; 7 luglio - Torino Estate Reale, Torino; 10 luglio - Florence Dance Festival, Firenze; 14 luglio Teatro Romano di Ostia Antica (Roma).  Mediterranea è un importante lavoro di danza che parla di mare. Di un mare che è parte di noi, che ha forgiato la nostra storia e temprato i nostri caratteri, che ad ogni flusso e riflusso cambia i connotati della nostra società, accende la nostra politica e i nostri dibattiti e che nei secoli ha ispirato canti e danze. Tra queste, quelle create per per questo balletto ,tra i più amati, da uno dei maggiori coreografi italiani, Mauro Bigonzetti.
  Salpato con il Balletto di Toscana e rappresentato in anni successivi anche alla Scala, Mediterranea non ha lambito solo le coste italiane, ma è il balletto italiano che ha conquistato il mondo, circumnavigando il globo da Rio de Janeiro a New York, Madrid, Stoccarda, Toronto e Kiev. La sua ripresa quest’anno – con una tournée in varie città italiane ed un trionfo sulle sponde di un ‘altro’ mare, il Mar Nero, al Winter International Arts Festival di Sochi (Russia) – testimonia la missione di Daniele Cipriani volta al recupero del repertorio italiano della seconda metà del ‘900.     La presente produzione vede il Corpo di Ballo di Daniele Cipriani Entertainment, costumi di Roberto Tirelli e luci di Carlo Cerri. 15 i ballerini impegnati in questa navigazione immaginativa costruita su un collage di musiche di Mozart, Ligeti e Palestrina, insieme a musiche dei paesi mediterranei, con momenti d’insieme alternati a passi a due. In Mediterranea due protagonisti maschili – l’Uomo di Terra (Umberto De Santis) e l’Uomo di Mare (Francesco Moro), alter ego l’uno dell’altro – si incontrano e si scontrano; il complesso intreccio coreografico mette in risalto le loro forza e velocità e riflette la condizione umana, rendendoli di sostegno e dipendenza reciproci.  Così a rispecchiare il contrasto tra mare e terra e l’imperituro andirivieni delle onde, la danza fluisce, costruita sulla coesistenza degli opposti: movimenti energici alternati a passaggi estremamente lirici. "Ne risulta un affresco di grande respiro, profondo come il mare".   Lavoro dalle molteplici sfaccettature, già dal titolo Mediterranea spinge come un forte vento marino il pensiero dello spettatore anche verso temi di attualità: l’inquinamento plastico (attualmente al centro di tante campagne ecologiche) che attanaglia le distese d’acqua del pianeta, nonché i perigli (e, spesso, la tragedia) di chi oggi attraversa proprio il  Mare Nostrum in cerca di un futuro. Non a caso Mediterranea si chiude con un messaggio di unione: il medesimo messaggio portato avanti da tutte le produzioni di Daniele Cipriani Entertainment.   Daniele Cipriani Entertainment è  riconosciuta dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del turismo Trailer https://www.youtube.com/watch?v=KhqYzRyrk3g&feature=youtu.be Foto Massimo Danza

012

NEMI IN FOLK, FRAGOLE E MUSICA POPOLARE. IL LAZIO INCONTRA LA SICILIA

Tempo di primavera e di fragole, torna a Nemi " Nemi in Folk,  tradizioni a confronto", 2 giugno , alla vigilia della rinomata Sagra delle Fragole  (3 giugno). Nemi in Folk,  evento organizzato dal Comune di Nemi e Ass. Il flauto magico (presidente Francesca Trenta), con la collaborazione   di Terra Nemorense,  gruppo operativo sul territorio per la valorizzazione di Nemi, del costume, del dialetto e delle tradizioni, è ormai un appuntamento molto atteso che propone visite guidate  del borgo in musica, racconti e incontro / scambio tra tradizioni regionali , concerto e danze in piazza. Ogni volta il Lazio incontra una regione italiana e i suoi protagonisti musicali: quest’anno  Nemi accoglierà la  Sicilia che, grazie alla partecipazione del gruppo folklorico La Madonnina di Messina , 40 elementi di cui 35 presenti a Nemi in costume tradizionale, e il concerto finale de i Cantustrittu, Antichi e Nuovi suoni di Sicilia, di Santino Merrino,   porterà il suo vento profumato, i suoi suoni e i suoi passi di danza, racconti e visioni in musica di una regione che rappresenta  un universo culturale enorme

 

 

Leggende, storie antiche, miti e misteri, fitti boschi, un lago azzurro  chiamato anche Specchio di Diana, in cui si affaccia il borgo antico di Nemi, fragole e musica. Tanti gli elementi  di richiamo e di bellezza di questo borgo dei Castelli Romani che ogni anno ha in agenda  una popolarissima e gustosa Sagra delle Fragole ( 3 giugno) quest’anno alla sua 85° edizione, che si abbina da alcuni anni alla Mostra dei Fiori. Il tutto affiancato a una giornata di festa ispirata alle tradizioni popolari, alla danza, alla musica popolare , e all’incontro tra regioni italiane : Nemi ...in Folk, 2 giugno 2018.

 

Nemi in Folk, evento organizzato dal Comune di Nemi e Ass. Il flauto magico (presidente Francesca Trenta), con la collaborazione "fattiva ed insostituibile" di Terra Nemorense,  gruppo operativo sul territorio per la valorizzazione di Nemi, del costume, del dialetto e delle tradizioni, è ormai un appuntamento molto atteso che propone visite guidate  del borgo in musica, racconti e incontro / scambio tra tradizioni , concerto e danze in piazza. Ogni volta il Lazio incontra una regione italiana e i suoi protagonisti musicali: quest’anno  Nemi accoglierà la  Sicilia che, grazie alla partecipazione del gruppo folklorico La Madonnina di Messina , 40 elementi di cui 35 presenti a Nemi in costume tradizionale, e il concerto finale de I Cantustrittu, Antichi e Nuovi suoni di Sicilia, porterà il suo vento profumato, i suoi suoni e i suoi passi di danza, racconti e visioni in musica di una regione che rappresenta  un universo culturale enorme.


Con la buona stagione e il tempo delle fragole si  rinnova questo appuntamento con Nemi in Folk- racconta Francesca Trenta, docente e danzatrice di danze popolari, presidente dell’Associazione Il Flauto Magico- con la stretta collaborazione di Terra Nemorense, Gruppo di Interesse Comunale costituito da residenti nel Comune di Nemi e da sostenitori che partecipano alle attività didattiche de " I passi della tradizione".   E Nemi In Folk, come tanti eventi del Comune di Nemi volti alla rivalutazione del borgo antico, non potrebbe  esistere senza l'impegno instancabile dei componenti di questo gruppo. All'evento e alla Sagra  delle Fragole del 3 giugno collabora anche  MeRitmiRì meridione ritmi e riti che accompagnerà i gruppi anche nella festa pomeridiana della domenica  caratterizzata dalla presenza della Comunità  territoriale. La Sagra delle Fragole è partecipata da tutto il paese, ogni donna nemese è Fragolara da almeno 4 generazioni. Tutti insieme accogliamo  il 2 giugno con calore i musicisti  danzatori che arrivano dalla Sicilia con il loro prezioso patrimonio. Nemi in Folk    celebra infatti  lo scambio delle tradizioni musicali e di danze con varie regioni italiane e   dà vita a una festa collettiva adatta a tutti, con protagonisti la musica, la danza e il territorio. Sarà un'occasione unica per i visitatori di conoscere il borgo di Nemi in una veste inedita, tra musica e racconti di leggende e storie antiche, di danzare tutti insieme tra Lazio e Sicilia, di gustare i prodotti tipici, di ammirare  in una interessante  mostra fotografica le immagini d’epoca,  dagli anni 30,   legate alle  passate Sagre delle Fragole".

Il borgo di Nemi, colorato di fiori e profumato di fragole, sarà quindi invaso da  musicisti e danzatori siciliani pieni di entusiasmo e passione per la propria terra che offriranno a tutti le proprie sonorità e si uniranno anche ai rappresentanti del gruppo di Terra Nemorense nei loro costumi di fragolare, le raccoglitrice delle famose fragoline di bosco del luogo, in un grande  abbraccio  e  in un  incrocio di suoni e di canti e di danza.

Il vento della Sicilia, i protagonisti

La Madonnina, il gruppo di ricerca, musica e danza di Messina ( il nome richiama la Madonna della Lettera di Messina che salvò la città dal terremoto del 1693) caratterizzato da costumi tradizionali,    è stato   fondato nel 1974 dal maestro Santino Merrino ( presidente attuale Antonino Merrino), e negli anni 70 è stato un po’ l’apripista nella ricerca nella tradizione e cultura siciliana divulgando canti e danze su tutto il territorio locale, nazionale ed internazionale, attraverso spettacoli folclorici che mettono in scena quadri legati alla vita quotidiana del popolo siciliano: la vita dei pescatori, dei pastori dei contadini, la vita di quartiere tra venditori e altri mestieri, tra canti, danze e colori.

Strettamente legato a La Madonnina,  per vincoli familiari che legano tra loro  molti dei componenti, sono  "I Cantustrittu , Antichi e Nuovi suoni di Sicilia”, (I cantori dello Stretto di Messina), fondato  nel 2011 da Santino Merrino, percussionista con esperienza pluriennale nell’ambito folklorico, dando vita a un ensemble di giovani musicisti  uniti dalla passione per la musica popolare e dall’esperienza maturata all'interno del gruppo folclorico ( alcuni dei componenti dei Cantustrittu  fanno parte anche   de La Madonnina), con l'obiettivo di sperimentare nuove avventure , rinnovando e rinfrescando stile e sonorità e arrivare così a coinvolgere platee sempre più vaste , e soprattutto i giovani, con tarantelle , controdanze, canti della tradizioni marinara, echi sonori di una cultura antica che vuole parlare anche al presente attraverso l'unione di strumenti  come   zampogna,  tamburelli,    friscaletto,  marranzano   mandolino con  basso elettrico e   batteria...

Il gruppo messinese, composto da 9 elementi, di cui il presidente è Antonino Merrino, tramanda ed innova la cultura popolare siciliana, sostenendo il rilancio delle molteplici forme culturali dell’isola: patrimonio musicale e coreutico, letteratura, teatro, lingua e artigianato. Una parte de I Cantustrittu ha partecipato ,suonando e danzando, all'edizione 2016 di Ballo! di Ambrogio Sparagna al Parco della Musica di Roma ( Danza dei Bastoni e Ballettu), coordinatrice delle danze sempre Francesca Trenta . “ Porteremo a Nemi la nostra tradizione e i nostri arrangiamenti - ci racconta Santino Merrino, I Cantustrittu (a Nemi saranno presenti solo 7 elementi del gruppo, assenti batterista e  bassista) - "Nel concerto finale canteremo i brani più radicati nel nostro territorio, proporremo anche brani composti da noi , e accompagneremo le danze anche con pizziche, tamurriate in onore a tutto il sud. Siamo davvero contenti di partecipare a questo evento con la nostra musica e la nostra passione ". Tanti i successi del gruppo e i progetti in agenda. " Stiamo lavorando, in collaborazione con la danzatrice Josephine Giadone  ( compagnia di danza di Caltanissetta " Ccui Pedi di Fora") a uno spettacolo  intitolato "Profumo di Tarantella" (Li...dove tutto inizia), che debutterà con ogni probabilità verso la fine di settembre/inizi ottobre, al Teatro Margherita di Caltanissetta. Un altro progetto  realizzato  in collaborazione con la  Josephine Giadone  è  " Adamas", un viaggio dentro la Sicilia , racconti di umanità, libertà e speranza, tra musica e danza. Ottime risposte le ha avute lo spettacolo Notti D’Amuri (2017), regia di Mario Incudine ,che ha unito   la genialità artistica del cantautore ennese e la passione dei “Cantori dello Stretto” dando  vita un evento culturale che unisce un grande scrittore come  Pirandello e le canzoni di Mario Incudine, mettendo in scena l’amore del grande scrittore verso l’attrice Marta Abba, interpretata dall’artista  messinese Ketty Ragno .Infine,  un appuntamento ormai tradizionale  è quello  dedicato al Natale , Cantannu a lu Bamminu, uno spettacolo musicale sulle tradizioni del Natale siciliano, frutto di un'accurata ricerca di testi sacri e canzoni popolari, formato da brani musicali riarrangiati in modo originale  a testimonianza della   fede e   religiosità del popolo siciliano, e che ha dato vita anche a un CD. Sul fronte discografico stiamo lavorando  al terzo disco, che dovrebbe uscire  nel 2019 -  conclude Merrino.

Ballareviaggiando.it web partner dell'evento

Le foto relative a Nemi in Folk, di Ballareviaggiando.it, si riferiscono alle edizione 2017, Tarantella di Montemarano, Campania.

http://www.visitnemi.gov.it

Nemi In Folk è un progetto dell'Associazione Culturale Il flauto magico - diretto da Francesca Trenta. Nelle passate edizioni Nemi in Folk ha incontrato l'Abruzzo" I colori del territorio", Molise "Fontana Vecchia", Puglia Festa d'Autunno "Carlo e Moana Casciaro",  Calabria, Natale di zampogne con  Antonio Critelli , Danilo Gatto ,Salvatore Megna, Ciociaria, con  Marco Tomassi e Marco Iamele  ,  Le ciaramelle di Amatrice  con Franco Moriconi, Luigi Quintiliani, Andrea Delle Monache,   la Campania con la Tarantella di Montemarano (Zompa Cardillo) , la Calabria  e la  Tarantella Riggitana, con Giuseppe Stilo  , Antonio Nicolo' , Marco Manti  , Massimo Diano , Ninello e Fortunato Verduci ,e Peppe  Pizzimenti. Visite guidate nel borgo condotte da Sara Scarselletta.

 

Il programma della giornata -Sabato 2 giugno

 

Ore 9,30 - Mercatino artigianala e dell’arte presso il terrazzo Byron e Belvedere Dante Alighieri


Ore 10,00- Apertura Mostra dei fiori, via Giulia


Ore 10,30 - Al via Nemi in Folk, Nemi incontra la Sicilia , a cura de Il Flauto Magico e Terra Nemorense- Accoglienza del gruppo folk La Madonnina di Messina, aula consiliare del comune di Nemi


Ore 11,00 Festa della Repubblica, deposizione corona d’alloro in omaggio ai caduti


Ore 12,00 - Sfilata musicale nel centro storico con i gruppi folk


Ore 15,30- “Tradizioni a confronto,il Lazio incontra la Sicilia". Passeggiata musicale nel borgo con visita guidata. Appuntamento in piazza Roma


Ore 17,00- Inaugurazione della mostra fotografica “Nemi, immagini della Sagra delle fragole dal 1930 a oggi “, presso la Cantina del passato in piazza Roma, a cura di Terra Nemorense


Ore 17,15- Esibizione del gruppo folk La Madonnina di Messina per le vie del borgo


Ore 21,00 - Concerto di chiusura con la musica popolare siciliana con I Cantustrittu di Santino Merrino in Piazza Umberto


Domenica 3 giugno

Sagra delle fragole 2018



 

 
foto01.png
facebook youtube twitter
  • login
Iscriviti alla Newsletter di Ballareviaggiando
Privacy e Termini di Utilizzo
Cliccando sul pulsante "Iscriviti" l'utente dà il consenso esplicito a ricevere la newsletter di Ballare Viaggiando

ARETINA TOURS, SPECIALE BRASILE 2019

Non è mai troppo presto per pensare al Carnevale di Rio. Aretina Tours lancia un pacchetto speciale  Brasile Early Booking  da euro 690  prenotando entro il 25 luglio. Il paxchetto comprende  4...
VIAGGIANDO...LA COSTA DI ENEA, AL VIA LA STAGIONE ARCHEOLOGICA DI ARDEA
Immagine

Archeologia e mare, questa una  grande risorsa del Comune di Ardea  pronta a valorizzare i suoi  gioielli per l’estate alle porte.    La Costa di Enea, progetto di marketing territoriale ...