• home
  • chi siamo
  • paesindanza
  • protagonisti
  • eventi
  • Danze Popolari
  • Viaggi
  • Scuole
  • musica e parole
  • Video
  • contatti

SI CANTA MAGGIO, LA FESTA DEL LAVORO AL PARCO DELLA MUSICA CON AMBROGIO SPARAGNA

 

Si Canta Maggio torna ad animare l’Auditorium Parco della Musica con una grande festa, un grande spettacolo, all’aperto e al chiuso: una giornata di  festa popolare per celebrare il diritto al lavoro con concerti, spettacoli all’aperto, mostre di strumenti musicali e il Mercato di Campagna Amica.

Si canta Maggio è un progetto di Ambrogio Sparagna per l’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, il Coro Popolare  e il Coro di Voci Bianche diretti da Anna Rita Colaianni.

Una Produzione originale della Fondazione Musica per  Roma


Ricco il programma della giornata 1 maggio

 

A partire dalla mattina, ore 10,00,nei giardini pensili del Parco della Musica avrà inizio la mostra mercato di prodotti enogastronomici tipici “a chilometro zero” a cura della Coldiretti (Mercato di Campagna Amica). La mostra mercato proseguirà per tutto il pomeriggio e sarà arricchita dalla presenza di alcuni espositori di liuteria tradizionale.

 

Alle ore 11 Sala Sinopoli

Sogna fiore mio

Canti di lavoro, ballate e serenate della tradizione popolare italiana . Un progetto originale di Ambrogio Sparagna

per l’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, il Coro Popolare  e il Coro di Voci Bianche diretti da Anna Rita Colaianni. Ospiti speciali di questa undicesima il cantastorie calabrese Nando Brusco e la partecipazione straordinaria di Tosca.


Sogna fiore mio è uno spettacolo originale dedicato alla grande tradizione dei canti di lavoro femminili, un repertorio assai variegato dove, accanto ad alcuni componimenti utilizzati per ritmare il lavoro (soprattutto collettivo), un tempo erano largamente diffusi anche una serie di canti narrativi dedicati alle grandi eroine della tradizione popolare italiana, in particolare le storie della “povera” Cecilia  e della “donna” Lombarda che in questo spettacolo vengono proposte nella straordinaria interpretazione di Tosca, una delle voci più belle del panorama musicale italiano, che per la prima volta collabora con l’Orchestra Popolare Italiana.
Accanto a questo repertorio di ballate, nello spettacolo vengono proposte anche una varietà di conte, filastrocche e serenate interpretate dalle voci soliste dell’Orchestra, dal Coro popolare e da quello delle Voci bianche. Lo spettacolo è, inoltre, arricchito dalle originali narrazioni del cantastorie calabrese Nando Brusco, straordinario virtuoso di tamburelli e fine affabulatore.

Dalle ore 13.00 ,Giardini Pensili ,distribuzione di fave, pecorino e vino bianco perpetuando l’antica usanza romana delle uscite fuori porta in occasione del primo maggio.Alle 15,00 Tamburo è voce

Battiti di un cantastorie,la Calabria nei racconti cantati di Nando Brusco (voce e tamburello)

 

Ingresso allo spettacolo : 15 Euro – Riduzione Finisterre 12 Euro
Info e prenotazioni: 

ROMA, DANZE E CULTURA THAI AL FESTIVAL "TASTE OF THAILAND"

  L’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese – in collaborazione con Thai Airways, Bangkok Airways, Ministero dell’Agricoltura Thailandese, e Nora Thai Vip & Massage Spa – dedica  una intera giornata   alla Thailandia con il Festival “Taste of Thailand”.L’evento rappresenta il primo esempio di manifestazione totalmente rivolta alla comprensione dell’arte e della cultura thai. Nel corso della giornata del 22 aprile, dalle 11.00 di mattina alle 23.00 di sera con ingresso libero, il Palatlantico (Via dell’Oceano Atlantico 217D) aprirà i suoi spazi al pubblico per una full immersion  in una vera esperienza thai nel segno della nuova strategia di promozione dell’Ente che punta su turismo esperienziale e comunità locali denominata “Open to the New Shades”. Relax, energia, conoscenza, ispirazione, divertimento sono le cinque parole chiave attorno alle quali si consumerà la giornata. Il programma prevede rappresentazioni di cultura thai, danze tradizionali , pittura su ceramica e tessuto, boxe thailandese, pittura su ombrellini thai, cucina e prodotti tipici, angolo Spa, vendita di prodotti thai, e un desk riservato alle informazioni su voli e viaggi. Inoltre, un ristorante thailandese sarà aperto per l’intera giornata e tutti i partecipanti avranno la possibilità di sottoporsi gratuitamente al massaggio thailandese, oltre che di partecipare a giochi coinvolgenti.   Sin dalle 11.00 si aprirà la possibilità di assistere e partecipare alle attività tipiche della tradizione thai, dalle 14.00 prenderanno il via anche le esibizioni sul palco.     IL PROGRAMMA DELLE ESIBIZIONI DEL 22 APRILE ORE 14:00 - Danze thailandesi ORE 15:00 - Competizione culinaria (Som Tam) ORE 16:00 - Danze thailandesi ORE 17:00 - Esibizione Muay Thai ORE 18:00 - Competizione culinaria (Som Tam) ORE 20:00 - Esibizione Muay Thai ORE 21:30 - Danze thailandesi Chiusura con premiazioni Per maggiori informazioni: www.turismothailandese.it  

TEATRO OLIMPICO, NOTTE TZIGANA E IL FLAMENCO DI PASTORA GALVAN

    Ultima settimana di appuntamenti per l’VIII edizione del Festival Internazionale della Danza di Roma della Filarmonica Romana e Teatro Olimpico..." con musica e danza in giro per l'Europa".   Martedì 17 e mercoledì 18 aprile (ore 21) protagonista la danza e la musica dei gitani e più in generale della tradizione ungherese, con una festosa Notte Tzigana che vedrà sul palco le danzatrici del Zigana Clan, le cui coreografie si ispirano al mondo nomade, insieme ai musicisti dell’Orchestra Tzigana di Budapest, formazione nata quasi cinquant’anni fa nel 1969, la più conosciuta in Ungheria, che impiega anche strumenti tipici della musica tzigana come il cimbalom e il tarogato, guidata dal talento di Antal Szalai, violinista gypsy fra i più celebri al mondo.   L’improvvisazione, la tensione, il dramma, la libertà, il viaggio e la condivisione in gruppo ‒anima del popolo ungherese ‒ si trasformano in arte, fra musica, danza e gesto. Saranno quindici le danzatrici, dirette da Anastasia Francaviglia, e otto i musicisti che sul palco, in abiti tradizionali, eseguiranno un repertorio fatto musicalmente di accelerazioni e crescendo, ripetuti glissando di violini e virtuosistici assoli, al ternati a momenti di intenso e nostalgico lirismo.Recuperando quella musica popolare ungherese che in passato tanto ha influenzato la musica dei compositori ‘classici’, brani come le Danze ungheresi di Brahms e la Seconda Rapsodia ungherese di Liszt saranno eseguiti mettendo in risalto il temperamento di questa musica che si alternerà all’ascolto di musiche popolari della cultura tzigana, come le celebri csárdás, danze che ancora oggi si ballano nelle taverne ungheresi e che celebrano la gioia di vivere ad ogni istante.       L’ultimo appuntamento di questo felice  Festival giovedì 19 e venerdì 20 aprile (ore 21) ospita invece Pastora Galván, star mondiale del flamenco, discendente della consacrata famiglia sivigliana di bailaores che sono i Galván: suo padre José Galván, sua madre Eugenia de Los Reyes, senza dimenticare suo fratello Israel Galván figura di primo piano del mondo del flamenco d’oggi. Con tutto il suo carisma e il suo fascino Pastora presenta il nuovo spettacolo, intitolato semplicemente Pastora baila. Nelle sue celebri pose, guiderà il pubblico dal flamenco tradizionale ad una visione contemporanea di quest’arte, costellata da molteplici dettagli. Del flamenco infatti Pastora porta nel sangue la tradizione tramandata dai suoi genitori e la modernità dal fratello Israel, artista che ha sviluppato in senso contemporaneo quest’arte e che ha contribuito all’ideazione dello spettacolo. Con lei sul palco anche la chitarra di Juan Requena e il canto di David el Galli e Manuel Lopez. Dunque il flamenco nella sua essenzialità, con cante, baile e guitarra, perché come diceva Manuel Machado, poeta e scrittore spagnolo: “una fiesta si fa con tre persone: uno balla, uno canta e un altro suona. Ah dimenticavo quelli che gridano olè e battono le mani!”.         TEATRO OLIMPICO martedì 17, mercoledì 18 aprile ore 21 NOTTE TZIGANA Orchestra Tzigana di Budapest Antal Szalai violino e direzione   Compagnia Zigana Clan direzione di Anastasia Francaviglia     -------------------------   TEATRO OLIMPICO, giovedì 19 e venerdì 20 aprile ore 21 PASTORA BAILA Pastora Galván baile Juan Requena chitarra David el Galli, Manuel Lopez canto   con il patrocinio di   info  Teatro Olimpico, tel. 06 32659927, email 

012

ROMA SUMMER FEST, MUSICA A 360 GRADI

Un nuovo Festival  estivo  sbarca nella capitale   per la Fondazione Musica per Roma: Roma Summer Fest, dal 26 maggio al primo agosto , musica a 360 gradi,  trasversale e pensato per più pubblici , età e gusti, un cartellone ricco di nomi nazionali e internazionali,e tanti sound.  E una  importante novità: per la prima volta ,per alcuni spettacoli pop e rock ,  ci sarà un parterre riservato a un pubblico in piedi libero di ballare, muoversi ed esprimersi in libertà.Musica italiana e internazionale, spettacoli tra cui Ballo! del maestro Sparagna, jazz e musica classica. E un dimensione social....

 

 

 

Un nuovo Festival  estivo  sbarca nella capitale   per la Fondazione Musica per Roma: Roma Summer Fest, dal 26 maggio al primo agosto , musica a 360 gradi,  trasversale e pensato per più pubblici , età e gusti, un cartellone ricco di nomi nazionali e internazionali,e tanti sound.  E una  importante novità: per la prima volta ,per alcuni spettacoli pop e rock (oltre 10  tra i quali  Arctic Monkeys, Noel Gallagher, Snarky Puppy, Hollywood Vampires, Alanis Morissette, Franz Ferdinand / Mogwai, Steven Tyler, Bandabardò), ci sarà un parterre riservato a un pubblico in piedi libero di ballare, muoversi ed esprimersi in libertà. E ancora sarà un festival social: prevista l’apertura dei canali social dedicati al Roma Summer Fest, che da oggi ha quindi un’identità unica e riconoscibile anche su Facebook, Twitter e Instagram. Basterà digitare su uno di questi social network un unico nome, @RomaSummerFest, per ricevere aggiornamenti in esclusiva ma anche video, fotografie, informazioni e curiosità sui singoli eventi, con un punto di vista immersivo che spesso racconterà anche la vita dei backstage dei concerti più esclusivi.

Il Festival è stato  presentato nei giorni scorsi presso il Parco della Musica di Roma   dal presidente  Fondazione Musica per Roma Aurelio Regina, dall'ad Josè Dosal, dal sindaco  di Roma Virginia Raggi, dal vicesindaco Luca Bergamo, dal presidente Camera Commercio di Roma Lorenzo Tagliavanti. E con la partecipazione speciale di Luca Barbarossa , tra gli artisti in cartellone, che ha regalato ai presenti   il brano live  " Roma è de tutti".  La nuova rassegna rappresenta un passo importante  perchè “Roma diventi Capitale internazionale della musica –come ha  sottolineato Josè R. Dosal, definendo il nuovo Festival "  una rassegna spartiacque, un festival contemporaneo, internazionale, eclettico e trasversale diretto a un pubblico più ampio possibile e con una nuova capienza, di oltre 5000 posti”.

Roma Summer Fest si aprirà ufficialmente con il concerto degli Acrtic   Monkeys' s il 26 maggio prossimo dando il via  alla   stagione estiva di concerti nella cavea dell’Auditorium Parco della Musica che   quest’anno per la prima volta inizierà quasi un mese prima e durerà oltre due mesi con oltre 40 concerti di tutti i generi musicali: rock, pop, jazz, classica, world music e spettacoli, danza compresa.

Star internazionali

Numerose le star internazionali ospiti di questa prima edizione: si parte con una doppia data degli Arctic Monkeys (26 e 27 maggio), la band che ha rivoluzionato il rock contemporaneo, per proseguire con l’artista icona che coniuga rock e impegno politico Patti Smith (10 giugno), con il cantautore e chitarrista inglese ex leader degli Oasis Noel Gallagher e i suoi High Flying Birds (22 giugno) e ancora con il grande ritorno di Laura Pergolizzi in arte LP (26 giugno), questa volta per una prima data speciale del tour italiano, che vedrà la partecipazione di Tom Walker. Una delle band più importanti al mondo, i Simple Minds, saranno in cavea il 3 luglio, ma ci sarà anche un protagonista intramontabile del rock come Ringo Starr (11 luglio), mentre tra le leggende del rock progressive, i Jethro Tull (19 luglio), festeggeranno i loro cinquant’anni di carriera e i King Crimson faranno una doppia data il 22 e 23 luglio. Il 27 luglio un’altra icona vivente, Steven Tyler, suonerà insieme alla band di Nashville The Loving Mary. Un gradito ritorno è quello di Sting (28 luglio) che suonerà anche alcuni brani del suo ultimo album insieme a Shaggy. Grandissima attesa per gli Hollywood Vampires (8 luglio), il gruppo capitanato da Alice Cooper e del quale fanno parte - tra gli altri – la star del cinema Johnny Depp e il chitarrista leader degli Aerosmith.

La musica italiana

Per la musica italiana si inizia con Luca Barbarossa (29 giugno) con il suo nuovo progetto che si inscrive nel filone della musica romana, anticipato dalla canzone Passame er sale presentata a Sanremo. A luglio è in arrivo Francesco De Gregori (6 luglio), che fa partire da Roma il suo nuovo tour estivo , e ancora Alex Britti (13 luglio) e per finire la Bandabardò (1 agosto), gruppo dal piglio rock e folk. Progetto speciale sulla scena musicale romana: RETAPE . Il 2 e 3 giugno ci sarà una doppia serata speciale di Retape, la rassegna che la Fondazione Musica per Roma dedica da due anni alla scena musicale romana emergente. Protagonisti sabato 2: Luca D’Aversa, Mirkoeilcane, Leo Pari, Filippo Gatti, Rho, Mésa, Germanò, Il Grido, Amir, Assalti Frontali, Cor Veleno. Domenica 3: Artù, Lillo e I Vagabondi, Los3Saltos, Ardecore, The Niro, Orchestraccia, Piotta, Bamboo, Wrongonyou, Giuda.

 

Gli spettacoli : da Ballo! di Sparagna a Proietti

L'Italia delle tradizioni  sale sul palco il 28 giugno con Ambrogio Sparagna e l’immancabile spettacolo BALLO! , nona edizione,   progetto originale di Ambrogio Sparagna con la partecipazione dell’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica, del Coro delle Voci Bianche, del Coro Popolare diretto da Anna Rita Colaianni e dei Gruppi di danzatori popolari coordinati da Francesca Trenta. Tra gli ospiti di quest’anno Theodoro Melissinopoulos, Apostolos Efthymiou e il gruppo di danza Hellas, La Tarantella greganica dell’Aspromonte e Il Ballo di San Vito dei Normanni.

Tra gli spettacoli, inoltre,  spiccano la doppia data dell’ormai cavallo di battaglia dell’Auditorium Parco della Musica, Gigi Proietti (20 e 23 giugno) che giunge alla trentesima replica, e l’appuntamento con l’originale formazione dell’Orchestraccia (17 giugno), gruppo itinerante folk-rock romano composto da cantanti e attori.

Jazz contemporaneo

Anche questa estate il pubblico potrà ascoltare il meglio del jazz contemporaneo: tra i primi nomi annunciati il pianista Chick Corea (14 luglio) questa volta a Roma con la Akoustic Band che riunisce i suoi più cari compagni e fratelli di lunga data, il bassista John Patitucci e il batterista Dave Weckl; Stefano Bollani (16 luglio) che dopo il grande successo di Carioca del 2007, torna al suo grande amore per le sonorità brasiliane con Que Bom, Pat Metheny (20 luglio) affiancato dal fedele batterista Antonio Sanchez, dalla bassista malesiana Linda May Han Oh e dal pianista britannico Gwilym Simcock. Data speciale del Roma Jazz Festival e data unica italiana il 7 luglio con gli Snarky Puppy, nella foto, la band underground americana più acclamata degli ultimi anni fondata da Michael League e già vincitrice di Grammy Awards.

Gli appuntamenti con l'Accademia di Santa Cecilia

Quattro gli appuntamenti con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. UpBeat! (5 luglio) è lo spettacolo-concerto di Igudesman & Joo, il duo di musicisti anglosassoni che con i loro virtuosismi propongono un viaggio musicale folle e divertente che esplora ogni genere musicale immaginabile. Protagonisti insieme a questo duo eccezionale l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Stefano Bollani, per l’occasione ospite d’onore. Ritorna Ezio Bosso insieme all’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia con un programma intitolato Nuovi Mondi (12 luglio), in cui Bosso dirigerà la sua Sinfonia n. 1 “Oceans” e la Sinfonia n. 9 “Dal nuovo mondo” di Dvořák. Solista il primo violoncello dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, Luigi Piovano. Torna un classico amatissimo dal pubblico, i Carmina Burana di Carl Orff, 24 brani con testo in latino saranno eseguiti da Coro, Voci bianche, Solisti e Percussioni dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretti da Ciro Visco (18 luglio). L’ultimo appuntamento (26 luglio) avrà come protagonista la giovane esuberante pianista georgiana Khatia Buniatishvili, regina non solo dei palcoscenici mondiali ma anche del web, dove spopola con milioni di visualizzazioni. Diretta da Yu Long eseguirà il Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 di Ciajkovskij.

www.auditorium.it

 

 

 
foto03.png
facebook youtube twitter
  • login

Iscriviti alla Newsletter di Ballareviaggiando








VIAGGIANDO...FRONTEMARE,DALL'IRPINIA AL CILENTO. ESPERIENZE, INCONTRI, CONCERTI
Immagine

  Dalla terra al mare, dall’Irpinia al Cilento: Avellino ospita la grande presentazione di una nuovissima realtà che si appresta ad approdare a Marina di Camerota. Si tratta di Frontemare,...
COSIARTE, AZIONE conCRETA. ARTE, RITMO E CORPO
Immagine

    CosiArte  di Ostia, spazio culturale  aperto a più forme di espressione  quali la danza, la musica e le arti visive, propone il  6 maggio prossimo il Workshop  di Paola Ramondini...